La diapositiva del mercato del 2022 ha già cambiato il comportamento degli investitori

Il calo delle azioni statunitensi nel 2022 si è intensificato la scorsa settimana, quando giovedì le azioni hanno registrato il più grande calo di un giorno dall’inizio dell’epidemia. La flessione è arrivata appena un giorno dopo che il presidente della Federal Reserve Jerome Powell sembrava aprire la strada a un rally delle azioni, che ha visto i tassi di interesse aumentare di oltre mezzo punto percentuale.

CONDIVIDI NELLA TUA MENTE

Cosa ne pensi della volatilità del mercato? Partecipa alla conversazione qui sotto!

L’entità del calo di giovedì Il recente aumento della volatilità ha sollevato interrogativi su problemi più grandi nei mercati, come la liquidazione della leva finanziaria o la possibile liquidazione di fondi dopo importanti scommesse sbagliate. Ma molti investitori e analisti affermano che la mossa è ampiamente in linea con la flessione del mercato su larga scala di quest’anno, guidata dalle aspettative di tassi di interesse più elevati. I gestori di portafoglio affermano che gli aumenti dei tassi di interesse tendono, ad esempio, ai titoli che pagano dividendi, aumentando al contempo la pressione sulle operazioni speculative che erano note per essere redditizie quando il denaro era libero.

Per le azioni, questa tendenza ha danneggiato le azioni delle società che sono cresciute durante gli anni dell’epidemia e sono molto apprezzate. Netflix: Inc.,

NFLX: -3,90%

Uno dei titoli tecnologici più caldi degli ultimi anni è sceso del 70% quest’anno. Amazon.com: Inc.

AMZN: -1,40%

è sceso del 31%, anche in calo rispetto al calo dei principali indici azionari. Di seguito esaminiamo alcuni segnali di turbolenza del mercato quando l’acquisto al ribasso non offre vantaggi immediati e prevedibili.

Crepe nel mercato

La dimensione del mercato del mercato è sbalorditiva. Sono state risparmiate poche risorse.

Solo il 35% delle azioni dell’S&P 500 è stato scambiato al di sopra della media mobile a 200 giorni giovedì, secondo FactSet. È diminuito dal 74% di gennaio. Solo il 20% delle azioni del Nasdaq Composite è stato venduto quel giorno al di sopra della media mobile a 200 giorni del 38% di gennaio.

“C’è molta debolezza in corso sotto la superficie”, ha affermato Willy Delwich, uno stratega degli investimenti di All Star Charts.

La sfortuna ha ridotto la valutazione di mercato dei titoli.

Nonostante i recenti ribassi, l’S&P 500 sembra ancora costoso rispetto alle sue stime dell’ultimo decennio. L’S&P 500 è stato scambiato 17,7 volte la scorsa settimana con il profitto previsto per i prossimi 12 mesi, secondo FactSet, 17,1 volte la media di 10 anni. Mentre la Fed si prepara a continuare ad inasprire le condizioni monetarie, molti investitori affermano che le azioni non sembrano ancora a buon mercato.

Il rumore delle scelte sta svanendo

Con il crollo delle azioni, gli investitori hanno allentato la loro posizione di assunzione di rischio nel mercato delle opzioni.

Per la maggior parte degli ultimi due anni, gli investitori individuali si sono precipitati sul mercato delle opzioni per piazzare quote estremamente elevate sulle azioni. Le scommesse sulle opzioni sono diventate sinonimo di rabbia per le azioni meme e per le azioni di società come GameStop. corporativo

GME: -3,72%

և AMC Entertainment Holdings Inc.

AMC: -6,33%

rosa.

Ora la maggior parte di quella speculazione sembra essere finita. Secondo Deutsche Bank, il volume dell’opzione call netta su azioni singole ha recentemente raggiunto il livello più basso da aprile 2020.

Secondo Credit Suisse, anche il prezzo delle stock option ha iniziato a scendere rispetto alle opzioni in calo. Ciò è in contrasto con la maggior parte degli ultimi anni, quando gli investitori volevano aumentare le loro puntate su determinati titoli, il che ha aumentato la domanda di opzioni.

Le criptovalute stanno scivolando

Altri mercati a rischio sono stati colpiti. I prezzi dei bitcoin hanno raggiunto il picco a marzo di quest’anno e da allora sono scesi a un totale di $ 36.000.

Il declino della criptovaluta ha probabilmente avuto un effetto devastante non solo sui singoli investitori ma anche sul numero crescente di investitori istituzionali. Mentre le criptovalute all’inizio erano per lo più acquistate e vendute dai rivenditori, gli hedge fund e i consulenti di investimento registrati hanno guadagnato più quote di mercato negli ultimi anni.

Cresce il pessimismo

Poiché la recessione ha lasciato ai gestori di denaro poco spazio da nascondere, i sondaggi hanno mostrato che i singoli investitori stavano diventando sempre più scettici nei confronti del mercato azionario.

Secondo l’American Individual Investors Association, la quota di investitori che si aspettano un calo del mercato azionario nei prossimi sei mesi, terminati ad aprile, è al livello più alto dal 5 marzo 2009.

Il pessimismo diffuso non deve per forza essere una cattiva notizia. Alcuni analisti vedono lo studio AAII come un indicatore contraddittorio, scommettendo che quando l’umore si indebolisce all’estremo, i mercati sono pronti a invertire. (Nel 2009, l’S&P 500 ha raggiunto la sua crisi finanziaria, chiudendo solo quattro giorni dopo aver letto l’AAII.)

“I dati sull’umore potrebbero funzionare bene, dicendo che se non siamo nella parte inferiore del mercato, probabilmente siamo nella palla”, ha affermato Ross Mayfield, analista di strategia di investimento presso Baird. “Quindi, se sei molto tattico, questi sono buoni tempi per fare soldi”.

In questi giorni, alcuni investitori esitano a guardare ai mercati per un motivo: l’inflazione. La redditività dell’S&P 500 è fortemente diminuita dopo aver tenuto conto dell’aumento dei prezzi. Ciò ha reso difficile per gli investitori giustificare il pagamento di premi sulla proprietà delle azioni rispetto ad altri investimenti, ha affermato Morgan Stanley Wealth Management.

Alcuni investitori, che si stanno preparando a ulteriori shock, ricorrono a fondi inversi, che consentono agli acquirenti di scommettere su azioni o indici in calo. Secondo Jason Gopfert, fondatore di Sundial Capital Research, l’attività in tali fondi ha recentemente raggiunto il livello più alto in un decennio.

“Gli investitori al dettaglio scommettono sulle azioni”, ha affermato Goepfert. “Hanno coprire i loro portafogli”.

Scrivere Akane Otani a akane.otani@wsj.com, Karen Langley a karen.langley@wsj.com և Gunjan Banerji a Gunjan.Banerji@wsj.com

Copyright © 2022 Dow Jones & Company, Inc. Tutti i diritti riservati. 87990cbe856818d5eddac44c7b1cdeb8:

Leave a Comment

Your email address will not be published.