La coalizione deve affrontare sfide di sfiducia mentre la Knesset torna al lavoro

La coalizione di governo del primo ministro disabile ma vivente Naftali Bennett ha interrotto una grande sfida dell’opposizione lunedì quando la Knesset si è riunita di nuovo per la sua sessione estiva, dimostrando che ha ancora dei muscoli, cercando di smentire le previsioni del suo imminente crollo.

La sessione si è aperta con due mozioni di sfiducia dell’opposizione, entrambe molto al di sotto del livello di sostegno necessario per estromettere la coalizione di Bennett.

Il provvedimento proposto dal Likud ha ricevuto solo 52 voti favorevoli contro 61, mentre anche la mozione separata sostenuta da Chass non ha avuto successo – 52 favorevoli և 56 contrari.

La mozione di sfiducia sarebbe vergognosa per il governo, ma con forza limitata, in quanto l’opposizione non ha i 61 voti necessari per ristabilire il governo.

Mentre l’opposizione può esprimere la sua sfiducia nei confronti del governo con una maggioranza semplice dei voti degli attuali membri delle Nazioni Unite, può solo riorganizzare il governo dall’attuale Knesset superando un’ulteriore barriera chiamata sfiducia costruttiva.

Prima del voto, ci si aspettava che l’evento avesse buone possibilità di ottenere una simbolica maggioranza semplice a causa di una spaccatura della coalizione interrotta dal partito islamista Ra’am di destra del MK che congelava la cooperazione intorno a Gerusalemme. tensioni.

Il 9 maggio 2022 il leader dell’opposizione Benjamin Netanyahu affronta una mozione di sfiducia contro il governo alla Knesset. (Jonathan Sindel / Flash90)

Yamina MK Edith Silman, che ha estromesso la coalizione il mese scorso quando si è dimessa, era assente dal voto. Allo stesso modo era assente l’MK Amichai Chikli, espulso da Yamina due settimane fa. Chikli ha precedentemente affermato che intende fare appello alla sua cacciata da Yamina, che ha avuto un impatto significativo sulla sua carriera politica personale. Potrebbe essersi astenuto dal votare per evitare di votare contro la coalizione.

Ma a differenza di Chickley, Silman ha anche cercato di non bruciare i suoi legami con Yamina Partecipato La seduta della fazione si terrà lunedì.

Allo stesso modo, l’islamista Raam, ancora congelato per tre settimane durante il voto con la coalizione, non ha partecipato, rifiutando i suoi 4 voti nella coalizione.

Tuttavia, la Lista unita araba a maggioranza di sei membri ha contribuito attivamente a contrastare l’evento guidato dal Likud, a cui i legislatori hanno votato contro o non hanno partecipato. Si è astenuto dall’iniziativa di Shas. Canale 12 riferisce che due membri della Lista Unita valuteranno la possibilità di votare con la coalizione per respingere la lettura preliminare del disegno di legge di scioglimento della Knesset, che dovrebbe essere presentato mercoledì.

Per usare il voto di sfiducia per cambiare il governo, i legislatori devono proporre un governo alternativo all’attuale governo, che guadagnerebbe poi il sostegno di almeno 61 membri della Knesset, non solo la maggioranza semplice presente nella dichiarazione. richiede il voto. La proposta del Likud avrebbe dovuto includere una clausola sulla nomina del leader dell’opposizione Benjamin Netanyahu a primo ministro.

“Bibi è una linea rossa”, ha detto Ayman Odeh, portavoce del partito United List, usando Netanyahu come era conosciuto.

Nella corsa al voto, Netanyahu ha cercato di unire l’opposizione schernendo Bennett dicendo che “Naftali, tutto è finito”.

“La fisica della politica non deve essere ingannata. Fine, Naftali. “Il tuo governo ha terminato la sua breve e marcia carriera”, ha detto Netanyahu dal podio.

“Io e i miei amici riporteremo Israele in carreggiata”, ha aggiunto l’ex primo ministro. “L’hai rovinato, lo correggeremo. Con l’aiuto di Dio, in breve tempo creeremo un forte governo nazionale guidato dal Likud, garantiremo la sicurezza, ripristineremo il potere, assicureremo il benessere di tutti i cittadini di Israele”.

Netanyahu ha anche attaccato la coalizione per aver collaborato con Ram, sostenendo che stava costringendo il governo a inchinarsi ai leader di Hamas, il consiglio di Shura, un organo consultivo che fa parte del movimento religioso di Ram.

Il primo ministro Naftali Bennett (davanti) Il ministro dell’edilizia abitativa e dell’edilizia Ze Elkin partecipa al dibattito alla Knesset il 9 maggio 2022. (Jonathan Sindel / Flash90)

Dando la risposta del governo, il ministro per l’edilizia abitativa e il patrimonio di Gerusalemme, Ze Elkin, ha osservato che Netanyahu aveva precedentemente negoziato con Raam per unirsi a una potenziale coalizione sotto la sua guida, prima che l’accordo fosse silurato dal leader del sionismo religioso MK. Bezalel di Smotrich.

“Mi sono chiesto se Netanyahu risponde al telefono ogni mattina”, ha detto. “Grazie mille, Betzel, amico mio, mi hai salvato.” Perché se MK “Netanyahu ha ragione nella sua descrizione, quindi questo è proprio il governo che ha cercato di formare solo un anno fa”, ha detto Elkin.

In un dibattito prima del voto, il deputato della United List Ahmad Tibi ha affermato che il suo partito intende sostenere la lotta della coalizione contro la criminalità economica nella legislazione della società araba, anch’essa prevista per il voto lunedì. I leader della coalizione hanno deciso di concentrarsi sulle questioni economiche e sociali indiscusse nel primo giorno della sua legislazione.

“Il nostro punto di vista sulla coalizione è negativo, è stato molto negativo ultimamente”, ha detto Tibi, alludendo alla frustrazione del partito della Lista Unita per il conflitto in corso nel complesso del Monte del Tempio / Moschea di Al-Aqsa a Gerusalemme.

Tuttavia, ha detto, questioni come il costo della vita, il Neg, sono al centro della Joint List, insieme ad al-Aqsa.

L’elenco comune è stato in disaccordo nelle ultime settimane sul fatto che la fazione tripartita lavorerà con una coalizione portabandiera per sostenere una legislazione specifica.

Lista congiunta MK Ahmad Tibi durante il dibattito alla Knesset sulla mozione di sfiducia al governo, 9 maggio 2022. (Jonathan Sindel / Flash90)

L’opposizione potrebbe usare una seconda tattica questa settimana per fare pressione sul governo accettando di sciogliere la Knesset mercoledì. Trattandosi di un disegno di legge privato, il disegno di legge deve essere approvato a maggioranza semplice in lettura preliminare, oppure essere presentato con forza entro i sei mesi successivi.

Se la Knesset scioglie la legge, forzando un’elezione anticipata e un voto preliminare mercoledì, verrà quindi inviata a un comitato della Knesset prima che possano essere preparate tre ulteriori votazioni. Solo se supererà la terza lettura o la quarta votazione con il sostegno di almeno 61 deputati la Knesset verrà sciolta e verranno indette nuove elezioni.

Dopo aver vinto il primo posto in entrambi i sondaggi, Bennett և Lapid ha registrato una dichiarazione congiunta in cui ridevano dell’ipotesi che la loro coalizione sarebbe crollata il primo giorno della sessione estiva. “Tutti dicevano. “Lunedì vedrai che tutto andrà in pezzi”. “Poi è arrivato lunedì e abbiamo vinto entrambi i voti”, ha detto Lapid.

“Esatto”, ha risposto Bennett. “Continueremo queste vittorie, per preservare questo meraviglioso governo a nome del popolo di Israele”.

Leave a Comment

Your email address will not be published.