La Cina ordina al governo di estromettere i PC stranieri dalle società statali

(Bloomberg) – La Cina ha ordinato alle agenzie del governo centrale, alle società sponsorizzate dallo stato, di sostituire i personal computer di marca straniera con alternative interne entro due anni, segnando uno degli sforzi più aggressivi di Pechino per sradicare la tecnologia straniera chiave dai suoi organi più sensibili. .

I più letti da Bloomberg

Dopo una settimana di pausa a maggio, al personale è stato chiesto di fornire computer stranieri per alternative locali che eseguono software nel paese, hanno detto persone che hanno familiarità con il programma. È probabile che le esercitazioni, che sono state ordinate dal governo centrale, alla fine sostituiranno almeno 50 milioni di PC solo a livello di governo centrale, hanno affermato, chiedendo l’anonimato per discutere di una questione delicata.

La decisione ha stimolato la campagna decennale della Cina per sostituire le tecnologie importate con alternative locali, che sta lavorando duramente per ridurre la sua dipendenza dai rivali geopolitici come gli Stati Uniti, dai semiconduttori ai server e ai telefoni. È probabile che ciò abbia un impatto diretto sulle vendite di HP Inc. և Dell Technologies Inc., il più grande marchio di PC del paese dopo il campione locale Lenovo Group Ltd. HP և Le azioni Dell sono scese entrambe vicino al 2,5% venerdì mattina a New York.

Lenovo ha compensato le perdite fino al 5% a Hong Kong venerdì, mentre lo sviluppatore di software Kingsoft Corp. ha anche compensato il suo precedente calo del 3,3%. Inspur Electronic Information Industry Co., un produttore di server, ha guadagnato il 6% sulle borse della Cina continentale, mentre Dawning Information Industry Co., un peer, ha guadagnato oltre il 4%. Inspur Software Co., una sussidiaria di Inspur Group, National China National Software & Service Co., hanno entrambe aumentato il limite giornaliero del 10%.

La spinta a sostituire i fornitori stranieri fa parte dello sforzo di lunga data della Cina per liberarsi dalla sua dipendenza dalla tecnologia americana. La vulnerabilità è stata rivelata dopo le sanzioni contro aziende come Huawei Technologies Co., che hanno colpito aziende e imprese locali. L’iniziativa ha subito un’accelerazione dal 2021, quando il governo centrale cinese ha silenziosamente autorizzato un’organizzazione segreta sponsorizzata dal governo a testare e confermare i fornitori locali in aree sensibili, dal cloud ai semiconduttori.

Esplicativo. Il grande progetto della Cina per la superiorità tecnologica sugli Stati Uniti

L’ultimo progetto di sostituzione del PC riflette anche le crescenti preoccupazioni di Pechino sulla sicurezza delle informazioni, nonché la sua dipendenza dalle proprie apparecchiature di produzione. I maggiori produttori mondiali di laptop և server oggi includono Lenovo, Huawei և Inspur Ltd., mentre sviluppatori locali come Kingsoft և Standard Software. Software per ufficio frenetico e Microsoft Corp. և Adobe Inc.

La campagna sarà estesa ai governi statali in futuro, così come il mandato di due anni, ha detto la gente. Il Ministero dell’Industria, dell’Information Technology e l’Ufficio Informazione del Consiglio di Stato non hanno risposto alle richieste di commento via fax.

Cosa dice Bloomberg Intelligence?

Secondo Bloomberg News, Lenovo potrebbe aumentare notevolmente le vendite ordinando a Pechino alle agenzie del governo centrale, alle società sponsorizzate dallo stato, di sostituire i computer di marca straniera. Ciò ammonterà a oltre 50 milioni di PC nei prossimi due anni. Il produttore di PC n. 1 del paese si affida ai chip statunitensi, ma ha creato un proprio produttore di chip, investendo in almeno 15 società di semiconduttori.

– Nathan Naidu, analista

Clicca qui per la ricerca.

Leggi di più. Il Comitato Segreto Cinese sta compilando un elenco che sostituirà il Tech statunitense

Per almeno un decennio, la Cina ha incoraggiato l’uso di prodotti IT fatti in casa da parte delle agenzie governative, vietando regolarmente alcuni prodotti dagli elenchi ufficiali degli appalti. In risposta, giganti IT statunitensi come Hewlett Packard Enterprise Co. e Microsoft hanno creato joint venture con società sostenute dal governo cinese per assicurarsi gli ordini delle più ricche società statali.

Questo processo è stato a lungo accompagnato dalla mancanza di schemi software cinesi, che ha costretto gli utenti a fare affidamento su apparecchiature importate. La situazione è cambiata negli ultimi anni, quando campioni locali come Inspur e Lenovo hanno guadagnato quote di mercato globale e i loro prodotti sono ancora basati sui più recenti componenti americani, come i semiconduttori Intel Corp. o Advanced Micro Devices Inc. . Marchio HP da venerdì. Le auto erano ancora disponibili per l’acquisto su un sito Web utilizzato dalle agenzie centrali per gli appalti pubblici e non era chiaro se gli accordi sarebbero stati raggiunti.

È probabile che l’ultima direttiva del governo includa solo marchi e software di computer, esclusi i componenti difficili da sostituire, inclusi i microprocessori, dice la gente. La Cina incoraggerà principalmente la sostituzione dei sistemi operativi basati su Linux con Microsoft Windows. Standard Software con sede a Shanghai è uno dei migliori fornitori di tali strumenti, ha affermato una persona.

Alcune agenzie, inclusi i media statali e le agenzie di sicurezza informatica, potrebbero continuare ad acquistare attrezzature straniere avanzate con permessi speciali, come è sempre stato il caso, ha affermato una persona. Ma il sistema di quei permessi può essere rafforzato in futuro, dice la persona.

(Aggiornamenti con azioni Dell, HP nel terzo paragrafo).

I più letti da Bloomberg Businessweek

© 2022 Bloomberg LP:

Leave a Comment

Your email address will not be published.