La Bielorussia prepara le truppe mentre l’Ucraina teme che Putin dichiari una guerra su vasta scala

La Bielorussia ha lanciato mercoledì un’inaspettata esercitazione militare su larga scala, ha affermato il ministero della Difesa del paese, tra i crescenti timori che il presidente russo Vladimir Putin dichiarerà formalmente guerra all’Ucraina il 9 maggio.

Il ministero della Difesa bielorusso ha rilasciato una dichiarazione in cui afferma che l’esercitazione dovrebbe testare la sua prontezza al combattimento e non rappresentare una minaccia per i suoi vicini o per la comunità europea.

“Il test (di preparazione al combattimento) prevede di coinvolgere il movimento di un numero significativo di veicoli militari, che potrebbero rallentare il traffico sulle strade pubbliche”, ha affermato il ministero.

L’esercitazione dovrebbe “valutare la prontezza del personale per essere in grado di rispondere rapidamente a potenziali situazioni di crisi”, afferma la dichiarazione, aggiungendo che la Bielorussia valuterà la sua capacità di “resistere alle minacce militari sia terrestri che aeree”.

Il presidente russo Vladimir Putin si rivolge alla cerimonia di apertura del Forum tecnico-militare internazionale “Army-2021”, che si è svolto il 23 agosto 2021 nel Parco patriottico di Kubinka, fuori Mosca.
RAMIL SITDIKOV / SPUTNIK / AFP / Getty Images:

Ciò avviene tra i crescenti timori che il leader russo dichiarerà formalmente guerra all’Ucraina nel Giorno della Vittoria, che cade il 9 maggio, l’annuale commemorazione russa della fine della seconda guerra mondiale, secondo un’analisi dei funzionari della difesa del Regno Unito all’inizio di questo mese. . Vuole mostrare un significativo successo militare prima delle vacanze.

Il presidente della Bielorussia Alexander Lukashenko ha ripetutamente negato che il paese abbia intenzione di unirsi all’invasione russa dell’Ucraina.

L’Ucraina afferma che le truppe russe stanno attaccando il paese dal territorio della Bielorussia. Prima dell’invasione di Putin a febbraio, la Russia aveva schierato truppe ed equipaggiamento militare nel paese e le forze bielorusse non erano state schierate nell’offensiva in corso.

Il 9 marzo, il comando dell’aviazione ucraina ha accusato la Russia di voler coinvolgere la Bielorussia nella guerra.

“L’obiettivo è coinvolgere le forze armate della Repubblica di Bielorussia nella guerra con l’Ucraina. A quel tempo, la dichiarazione del comando diceva:

A pochi giorni dalla vittoria della Russia, i funzionari della difesa si chiedono come potrebbe reagire Putin alla sua invasione dell’Ucraina.

Parlando alla radio LBC il 28 aprile, il segretario alla Difesa britannico Ben Wallace ha citato le dichiarazioni di Putin nelle ultime settimane. “Questa sta diventando una guerra, questa è una guerra per procura, ma non è così… I nazisti sono per lo più ovunque. Sono. ” “Non solo in Ucraina, la NATO è piena di nazisti”.

“E penso che quello che farà è che lascerà la sua ‘operazione speciale’. Ho bisogno di più persone. “Ho principalmente bisogno di più carne da cannone russa”, ha detto Wallace.

“Putin probabilmente annuncerà il 1 maggio che ora siamo in guerra con i nazisti del mondo; dobbiamo mobilitare il popolo russo in massa”, ha aggiunto.

Giornata della vittoria della Russia
Gli aerei da guerra prendono parte alle prove finali della parata del Giorno della Vittoria il 7 maggio 2015 a Mosca, in vista delle celebrazioni del 70° anniversario della vittoria sulla Germania nazista il 7 maggio 1945. Cresce il timore che il 9 maggio il presidente russo Vladimir Putin dichiarerà ufficialmente guerra all’Ucraina.
Alexander Aksakov / Getty Images:

Durante la sua pre-invasione dell’Ucraina, la Russia ha ripetutamente affermato che uno dei suoi obiettivi principali è quello di “denazionalizzare” il Paese. Putin ha accusato falsamente il governo ucraino di aver commesso un genocidio contro la popolazione ucraina di lingua russa.

Se Putin dichiara formalmente guerra, secondo la legge russa, il leader sarà autorizzato a richiamare coscritti e mobilitare le forze di riserva.

Il portavoce del Dipartimento di Stato americano Ned Price ha dichiarato lunedì in una conferenza stampa che “ci sono buone ragioni per credere che i russi faranno di tutto per utilizzare” il Giorno della Vittoria a fini di propaganda.

“Sarebbe una grande ironia se Mosca sfruttasse l’occasione del “Giorno della Vittoria” per dichiarare guerra, che di per sé consentirebbe ai coscritti di ricostituire l’uovo, che ora non è in grado, che sarà uguale. “Rivelando al mondo che i loro sforzi militari stanno fallendo, che stanno fallendo nelle loro campagne militari”, ha aggiunto Price.

Quotidiano:k ha contattato il ministero degli Esteri russo per un commento.

Aggiornato il 05/04/22, 4:05 EDT. Questo articolo è stato aggiornato con ulteriori informazioni, inclusi i commenti del Segretario alla Difesa britannico Ben Wallace e del portavoce del Dipartimento di Stato americano Ned Price.

Leave a Comment

Your email address will not be published.