John Doer dona 1,1 miliardi di dollari alla Stanford School of Stability

Quando si carica un’azione articolo ciuccio

Mercoledì la Stanford University ha annunciato un regalo di 1,1 miliardi di dollari per una nuova ambiziosa scuola progettata per accelerare le borse di studio interdisciplinari su clima e sostenibilità.

La Stanford Doerr School of Sustainability, la prima nuova scuola dell’università in 70 anni, dovrebbe aprire a settembre per affrontare questioni urgenti sul pianeta. La portata dell’iniziativa consente all’università di intensificare i propri sforzi per combattere il cambiamento climatico in tutto il mondo.

“Siamo di fronte a un problema cruciale del 21° secolo”, ha affermato Arun Majumdar, che è stato nominato primo preside della scuola. Il problema include clima, acqua, cibo e altri problemi complessi che il pianeta deve affrontare, quindi l’obiettivo è avere un “movimento globale per affrontare queste sfide su larga scala”. “Questo decennio è il più importante”, ha detto.

“Più siamo in ritardo, peggio siamo”.

Il dono di John J. Doer è il più grande nella storia dell’università. È il secondo dono più grande all’istruzione superiore, secondo la Chronicle of Higher Education, che tiene traccia delle donazioni di beneficenza al mondo accademico. Supera la donazione di $ 1,8 miliardi di dollari degli studenti di Mike Bloomberg alla Johns Hopkins University nel solo 2018.

Bloomberg offre a John Hopkins un record di $ 1,8 miliardi di finanziamenti per gli studenti

E l’obiettivo è ancora più ambizioso.

“Il nostro obiettivo è assicurarci che i nostri figli abbiano un pianeta natale”, ha affermato Anne Doer.

“Ci siamo chiesti. “Stiamo facendo del nostro meglio per affrontare la questione centrale del nostro tempo?” “- ha affermato il presidente di Stanford Mark Tessier-Lavigne sulla questione del cambiamento climatico e della necessità di creare un futuro sostenibile per il nostro pianeta.

“Sappiamo che questo è un decennio cruciale”, ha affermato John Doer, un venture capitalist e ingegnere della Silicon Valley che ha scritto libri di successo sull’impatto del cambiamento climatico. Lui: Ha detto che non vedeva l’ora di ottenere risultati immediati, visioni a lungo termine e tecnologie rivoluzionarie.

In totale, $ 1,69 miliardi con regali combinati per la scuola Stanford ha annunciato mercoledì. La scuola si concentrerà su otto aree accademiche, tra cui il cambiamento climatico, le città sostenibili, le tecnologie energetiche, la società umana e il comportamento. Avrà istituti interdisciplinari per colmare queste aree. Il nuovo Institute for Sustainable Societies si unirà agli istituti esistenti focalizzati sull’energia.

“E avrà un acceleratore che fornisce sovvenzioni per il rapido lancio di iniziative tecnologiche e politiche, portandole ‘dall’idea all’impatto’ per consentire all’idea di essere prototipata più velocemente in laboratorio di quanto non avvenga normalmente nel mondo accademico”, ha affermato Tessie -Lavino.

La scuola si concentrerà sia sul breve che sul lungo termine, dai progetti di accelerazione immediati nei prossimi 5-10 anni, ai problemi che gli istituti risolveranno nei prossimi 15-20 anni, alle questioni accademiche. I dipartimenti stanno lottando con questo, che potrebbe avere il maggiore impatto sulla prossima generazione, ha affermato Tessier-Lavigne.

Sarà ospitato in una serie di edifici con giardini pensili nella nuova area Sustainability Commons sul lato ovest dell’università, dove si prevede che nel prossimo decennio si uniranno altri 90 60 docenti. Il regalo aumenterà l’aiuto finanziario agli studenti laureati.

Majumdar è professore di ingegneria meccanica e ricercatore presso lo Stanford Precourt Institute for Energy. Ha anche lavorato nel governo e nell’industria, servendo come vicepresidente dell’energia di Google, e ha affermato che la scuola unirà le capacità intellettuali di studenti e scienziati con organizzazioni esterne per trovare soluzioni innovative. Non abbiamo ereditato la Terra dai nostri antenati, ha detto. lo prendiamo in prestito dai nostri figli. “Dobbiamo creare un futuro in cui le persone e la natura si sviluppino insieme”.

In che modo il cambiamento climatico sta cambiando il mondo?

La scuola non esclude i regali delle compagnie di combustibili fossili, ha detto Majumdar. “Lavoreremo con coloro che vogliono essere parte della soluzione”.

Il mese scorso, alcuni dei principali ricercatori mondiali hanno avvertito che le persone affrontano gli effetti del cambiamento climatico incontrollato se non hanno il coraggio di intraprendere un’azione collettiva decisiva, secondo un rapporto del Gruppo intergovernativo delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici.

E molte scuole come la Colombia և Harvard Università և L’Università della California, Berkeley, ha posto la ricerca ambientale come una priorità.

Nessuna istituzione può risolvere il problema, ha affermato Majumdar. Ci vorrà un intero team di università, imprese, organizzazioni senza scopo di lucro, governi e altri per mobilitarsi. “Giocheremo il nostro piccolo ruolo in quella mobilitazione”, ha detto, al fine di unire quelle partnership e “darle vita”.

Jason Bordoff, co-fondatore decano della Columbia School of Climate, ha affermato che l’istituto accoglie con favore l’opportunità di Stanford di lavorare con molti altri negli anni a venire. Quando la Colombia ha istituito la Climate School nel 2020, “la visione del successo era che negli anni a venire ci sarebbero state molte scuole incentrate sui cambiamenti climatici; ci saremmo guardati indietro e avremmo pensato a come avremmo mai pensato di poter risolvere questo problema senza le università”. Possono impegnarsi al massimo per l’azione per il clima attraverso scuole incentrate sui problemi”, ha affermato Bordoff. “Ora abbiamo tutti bisogno di enti di beneficenza per il clima e borse di studio per il clima. Il dono storico di John Doer è un impegno straordinario per quel lavoro”.

“Doerner Stanford ha attirato la sua attenzione combinata su ‘politica, comportamento umano, giustizia ambientale և tecnologia'”, ha affermato John Doer, “perché sappiamo che questa non è solo una questione di invenzione ma di spiegamento”. ֆ Stanford ha esperienza nel portare innovazione nel mondo.

“Siamo di fretta”, ha detto.

Leave a Comment

Your email address will not be published.