Israele condanna l’affermazione di Lavrov secondo cui Hitler è in parte ebreo

Il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov prenderà parte a una conferenza stampa congiunta l’8 aprile dopo i colloqui con il suo omologo armeno a Mosca.

Alexander Zemlianichenki / PISCINA / AFP Getty Images


nascondi titolo

abilita titolo:

Alexander Zemlianichenki / PISCINA / AFP Getty Images


Il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov prenderà parte a una conferenza stampa congiunta l’8 aprile dopo i colloqui con il suo omologo armeno a Mosca.

Alexander Zemlianichenki / PISCINA / AFP Getty Images

Funzionari israeliani hanno criticato la Russia e chiesto scuse per i suoi commenti sul nazismo durante il fine settimana. Questa è la più dura condanna di Israele nei confronti della Russia dall’inizio della guerra in Ucraina a febbraio.

Tutto è iniziato domenica, giorni dopo la Giornata della memoria dell’Olocausto, quando il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov ha fatto commenti antisemiti in un’intervista al canale televisivo italiano Zona Bianca.

A Lavrov è stato chiesto dell’affermazione della Russia di aver invaso l’Ucraina per “liberare” un presidente ebreo democraticamente eletto.

“Quindi quando dicono: ‘Come può esistere il nazismo se siamo ebrei?’ “Penso che Hitler fosse di origine ebraica, quindi non significa assolutamente nulla”, ha detto a una stazione radio russa riferendosi alla religione del presidente ucraino Vladimir Zelensky, ha riferito l’Associated Press. “Per un po’ abbiamo sentito dal popolo ebraico che i più grandi antisemiti erano gli ebrei”.

La risposta è stata rapida, con i funzionari israeliani e ucraini che hanno criticato le parole di Lavrov come profondamente offensive e storicamente imprecise. (Alcune persone ipotizzano che il nonno sconosciuto del nonno di Hitler fosse un ebreo, una notizia non provata che la BBC spiega proviene da affermazioni fatte nel 1953 dalle memorie dell’avvocato di Hitler Hans Frank).

Il ministro degli Esteri israeliano Yair Lapid. Figlio di un sopravvissuto all’Olocausto թ Il nipote della vittima dell’Olocausto ha definito le parole di Lavrov “imperdonabili” և “oltraggiose”.

“Gli ebrei non si sono uccisi durante l’Olocausto”, ha detto ha scritto in un tweet. “Il livello più basso di razzismo contro gli ebrei è accusare gli ebrei di antisemitismo”.

Il primo ministro israeliano Naftali Bennett ha rilasciato lunedì una dichiarazione chiedendo la fine immediata dell’uso dell’Olocausto come “colpo politico”, ha riferito il Jerusalem Post.

“Tali bugie hanno lo scopo di accusare gli ebrei dei crimini più efferati della storia commessi contro di loro, sollevando così gli oppressori degli ebrei dalla loro responsabilità”, ha aggiunto.

Danny Dayan, presidente del Memoriale dell’Olocausto israeliano Yad Vashem ha scritto su Twitter che Lavrov stava “predicando il contrario dell’Olocausto”, facendo un’affermazione infondata che trasforma le sue vittime in criminali.

“Chiamare Zelensky ությանը il pubblico ucraino in generale un nazista è una completa distorsione della storia, un grave insulto alle vittime del nazismo”, ha aggiunto.

La Russia ha spesso citato il nazismo, la seconda guerra mondiale, per giustificare la sua aggressione in Ucraina, causando critiche, accuse di ipocrisia, soprattutto quando le sue forze hanno attaccato i memoriali dell’Olocausto e l’uccisione di molti sopravvissuti all’Olocausto.

La rapida e ferma condanna di Israele dei commenti di Lavrov è particolarmente degna di nota, poiché il paese è stato criticato per aver fatto abbastanza per mostrare il suo sostegno all’Ucraina.

Bennett evita generalmente di criticare la Russia per la sua invasione su larga scala. E mentre altri funzionari hanno espresso sostegno all’Ucraina, Israele non ha inviato equipaggiamento militare né ha accettato pienamente le sanzioni occidentali contro la Russia.

Secondo NPR, Zelensky ha espresso la sua impazienza in un discorso ai legislatori israeliani a marzo, confrontando l’incursione della Russia all’Olocausto, esortando Israele a intraprendere azioni più dure, incluso l’invio di armi in Ucraina e l’accettazione di rifugiati non ebrei in fuga dalla guerra.

I commenti di Lavrov lo hanno fatto arrabbiare al di fuori di Israele.

Esso: Hackera il campionato di diffamazione ha condannato il suo “abuso nazista, Hitler և Olocausto” come parte dei suoi “sforzi trasparenti e disperati” per giustificare la guerra della Russia in Ucraina.

Un portavoce del governo tedesco ha affermato che l’idea che l’eredità ebraica di Hitler fosse una propaganda “assurda”, secondo Reuters, con evidente antisemitismo”.

Ministro degli Affari Esteri dell’Ucraina Dmitro Kuleba ha scritto nei tweet Oltre a insultare Zelensky, l’Ucraina, Israele, il popolo ebraico, le parole di Lavrov “mostrano che la Russia di oggi è piena di odio verso le altre nazioni”.

Questa storia è apparsa dall’inizio Edizione mattutina blog in diretta.

Leave a Comment

Your email address will not be published.