Intuit per pagare milioni ai clienti che hanno imbrogliato per pagare TurboTax – ProPublica

Milioni di americani riceveranno 141 milioni di dollari dal produttore di TurboTax Intuit nell’ambito del progetto da 141 milioni di dollari della Silicon Valley in tutti i 50 stati del Distretto di Columbia.

L’azienda invierà fino a $ 90 ciascuno a più di 4 milioni di persone che hanno pagato per il software TurboTax o che ne avevano diritto gratuitamente.

Un’indagine da parte di avvocati statali guidati da Leticia James di New York è stata avviata nel 2019 da storie di ProPublica che hanno scoperto come l’intuizione abbia sistematicamente indotto milioni di persone a pagare per la preparazione delle tasse.

“Per anni, Intuition ha fuorviato i più vulnerabili di noi per realizzare un profitto”, ha detto James in una nota. “Oggi, ogni stato della nazione è responsabile dell’intuizione di milioni di contribuenti. Stiamo restituendo milioni di dollari alle tasche degli americani afflitti”.

L’azienda, che da tempo difende le sue pratiche di marketing, non ha ammesso le proprie colpe. In una dichiarazione, Intuit ha affermato di aver “accettato di pagare $ 141 milioni per respingere la questione”.

L’accordo copre coloro che hanno pagato TurboTax per archiviare i documenti per gli anni fiscali dal 2016 al 2018, anche se erano idonei per la versione gratuita del software offerta tramite il programma Free File, lanciato dall’industria all’IRS in collaborazione con 2003. I beneficiari al di sotto di una certa soglia ($ 34.000 per l’anno fiscale 2018) erano idonei per i prodotti TurboTax offerti attraverso il programma, così come quelli idonei per un Earned Income Credit federale, nonché i membri del servizio militare attivo a basso reddito.

La stragrande maggioranza della transazione sarà indirizzata direttamente alle vittime. Per ogni anno, la persona paga a Intuit che se ha il diritto di presentare documenti gratuitamente, l’azienda invierà loro circa $ 30. A parte il compenso da pagare agli utenti TurboTax, l’azienda non deve affrontare alcuna multa.

L’accordo segue un’indagine e negoziati di tre anni con Intuit che coinvolgono avvocati di New York, Tennessee, Pennsylvania e altri stati.

L’approccio ingannevole di Intuit ha preceduto il 2016. ProPublica riferisce che hanno più di un decennio. Una persona che ha familiarità con le indagini sui funzionari statali ha affermato che il calcolo non include gli anni fiscali precedenti al 2016 a causa della prescrizione in alcuni stati. TurboTax è il principale motore di profitto per l’azienda. Intuit ha generato circa $ 3 miliardi di ricavi netti tra il 2016 e il 2018.

I dettagli di quando verranno effettuati i pagamenti non sono ancora chiari. Il processo sarà supervisionato da una terza parte che si occuperà della logistica della distribuzione del denaro, secondo il regolamento, che prevede che i pagamenti verranno effettuati tramite assegno o servizi online come PayPal և Venmo. Nel solo Texas, si prevede che oltre 465.000 consumatori riceveranno pagamenti compensativi da Intuit ai sensi del regolamento. Si prevede che più di 371.000 acquirenti in California riceveranno pagamenti; più di 176.000 a New York.

Secondo i termini dell’accordo, Intuit deve anche compiere alcuni passi per migliorare la divulgazione dei suoi prodotti nell’ambito della sua campagna pubblicitaria “gratuita e gratuita” lunga anni. La società ha dichiarato in una dichiarazione di essere “già impegnata nella maggior parte di queste pratiche pubblicitarie e si aspetta un impatto minimo sulla propria attività dall’apportare ulteriori modifiche”.

Le recenti storie di ProPublica raccontano di come Intuit addebitasse regolarmente agli americani che erano idonei a presentare le tasse gratuitamente, a volte tentandoli con marketing ingannevole. ProPublica riferisce che Intuit ha persino aggiunto del codice al suo sito Web per nascondere il suo software gratuito di dichiarazione dei redditi da motori di ricerca come Google. L’azienda ha successivamente rimosso il codice.

Intuit sta ancora affrontando molte altre battaglie legali derivanti dal suo marketing “gratuito”.

La Federal Trade Commission continua a citare in giudizio Intuit per questioni simili dopo aver citato in giudizio la società a marzo ai sensi della legge federale che vieta le pratiche commerciali sleali o fraudolente.

Su richiesta dell’agenzia, il tribunale ha chiesto un’ordinanza urgente, costringendo Intuit a interrompere la commercializzazione del proprio prodotto come “gratuito” fino al termine per la dichiarazione dei redditi del 18 aprile. Ma i procedimenti interni della FTC su questi temi continuano, con le udienze previste per settembre.

Intuit ha affermato oggi in una dichiarazione di ritenere che “questo accordo del procuratore generale dello stato con il Distretto di Columbia affronti anche le questioni alla base del contenzioso FTC, il che rende la causa completamente superflua”. Tuttavia, siamo completamente pronti a citare in giudizio l’FTC per provare la sostanza del nostro caso “.

Come riportato in precedenza da ProPublica, più di 150.000 cause individuali di arbitrato sono state intentate contro la società da persone in cerca di denaro dopo aver pagato un software che secondo loro avrebbe dovuto essere gratuito. All’ultimo deposito di titoli, Intuit ha affermato di aver stipulato un accordo transattivo con i consumatori il 23 febbraio per risolvere la “maggioranza” delle richieste arbitrali pendenti senza commettere alcun illecito. La società non ha pubblicato i termini della transazione.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *