In che modo ingredienti economici possono aiutare a distruggere le macchine per la combustione?

LONDRA/BERLINO, 30 mag. (Reuters) – Il filo piegato, un componente economico che collega i cavi, è diventato un’incredibile piaga dell’industria automobilistica. Alcuni prevedono che ciò potrebbe accelerare il declino delle auto in fiamme.

Le forniture di ricambi per auto sono state soffocate dalla guerra in Ucraina, dove si trova gran parte della produzione mondiale, con cablaggi prodotti lì, che vengono installati in centinaia di migliaia di nuovi veicoli ogni anno.

Queste parti low-tech e a basso margine di filo, plastica, gomma e fatte a mano a un costo molto basso potrebbero non godere di microchip e motori, ma senza di essi non si possono costruire automobili.

Iscriviti ora per un accesso illimitato GRATUITO a Reuters.com

Secondo più di una dozzina di attori del settore, interviste con esperti, l’interruzione della fornitura potrebbe accelerare i piani di alcune vecchie case automobilistiche di passare a una nuova generazione di cinture di sicurezza per auto più leggere progettate per le auto elettriche.

“Questa è una motivazione per l’industria di passare più velocemente all’elettricità”, ha affermato Sam Fiorani, capo della società di previsione della produzione AutoForecast Solutions.

Le auto a benzina costituiscono ancora la maggior parte delle vendite di auto nuove in tutto il mondo. I veicoli elettrici sono raddoppiati a 4 milioni l’anno scorso, ma secondo JATO Dynamics rappresentano ancora solo il 6% delle vendite di auto.

Makoto Uchida, CEO di Nissan (7201.T), ha dichiarato a Reuters che i guasti della catena di approvvigionamento, come la crisi in Ucraina, hanno costretto la sua azienda a parlare con i fornitori dell’abbandono del modello di cablaggio a basso costo.

Immediatamente, tuttavia, i fornitori di automobili և hanno spostato la produzione di armature in altri paesi a basso costo.

Secondo una persona che ha familiarità con le sue attività, Mercedes-Benz (MBGn.DE) è stata in grado di volare con cinture dal Messico per colmare la carenza di forniture. Alcuni fornitori giapponesi stanno aumentando la potenza in Marocco, mentre altri sono alla ricerca di nuove linee di prodotti in paesi come Tunisia, Polonia, Serbia e Romania.

MODELLO TESLA

I cablaggi delle cinture di combustibili fossili collegano cavi che si estendono fino a 5 km (3,1 miglia) in un veicolo medio, collegando qualsiasi cosa, dai riscaldatori dei sedili ai finestrini. Sono laboriosi, quasi tutti i modelli sono unici, quindi è difficile cambiare rapidamente la produzione.

Le interruzioni dell’approvvigionamento in Ucraina sono state un importante campanello d’allarme per l’industria automobilistica. Case automobilistiche e fornitori hanno affermato che all’inizio della guerra le fabbriche sono rimaste aperte solo per la determinazione dei lavoratori lì, che hanno mantenuto una riduzione del flusso di parti, in caso di interruzioni di corrente, avvisi di attacco aereo e coprifuoco.

Adrian Holmark, CEO di Bentley, afferma che la casa automobilistica britannica inizialmente temeva di perdere il 30-40% della sua produzione di automobili nel 2022 a causa della mancanza di cinture di sicurezza.

“La crisi ucraina ha minacciato di chiudere completamente il nostro stabilimento per diversi mesi, molto più a lungo di quanto abbiamo fatto per COVID”.

Holmark ha affermato che la ricerca di fonti di produzione alternative è stata complicata dal fatto che le stesse cinghie convenzionali avevano 10 parti diverse da 10 diversi fornitori in Ucraina.

Ha aggiunto che i problemi di fornitura hanno esacerbato l’investimento di Bentley nello sviluppo di una semplice cintura per veicoli elettrici che sarà alimentata da un computer host. La casa automobilistica, una sussidiaria di Volkswagen (VOWG_p.DE), prevede di costruire una serie completamente elettrica entro il 2030.

“Il modello Tesla, che è un concetto di fili completamente diverso, non potevamo cambiarlo dall’oggi al domani”, ha aggiunto Halmark. “Questo è un cambiamento fondamentale nel design dell’auto”.

La nuova generazione di cablaggi utilizzati da elettricisti come Tesla può essere realizzata con sezioni di linea di produzione automatizzate “più leggere”, il che è un fattore importante poiché la riduzione del peso dell’EV può ampliare la gamma.

Molti dei leader e degli esperti intervistati affermano che i veicoli a combustibili fossili, che minacciano di essere banditi in Europa e in Cina, non dureranno abbastanza per giustificare riprogettazioni per consentire loro di utilizzare le cinture di sicurezza di nuova generazione.

“Non investirei un centesimo in motori a combustione interna in questo momento”, ha affermato Sandy Munro, un consulente automobilistico con sede nel Michigan che stima che entro il 2028 i veicoli elettrici rappresenteranno la metà delle vendite globali di auto nuove.

“Il futuro si sta avvicinando terribilmente velocemente.”

“CAMBIAMENTO DI PARADIGMA”

Walter Gluck, responsabile del settore cinghie di Leoni, ha affermato che il fornitore sta lavorando con le case automobilistiche su nuove soluzioni di cablaggio automatizzato per auto elettriche.

Leoni si concentra su cinghie o cinghie modulari, che saranno divise in da sei a otto parti, abbastanza corte da automatizzare l’assemblaggio և per ridurre la complessità.

“È un cambio di paradigma”, ha detto Gluck. “Se vuoi ridurre i tempi di produzione nella tua fabbrica di automobili, il filo modulare aiuta.”

Tra le case automobilistiche, la BMW sta anche valutando l’uso di cablaggi modulari, che richiedono meno semiconduttori, meno cavi, che faranno risparmiare spazio, li renderanno più leggeri, secondo qualcuno che conosce il problema.

La persona che ha rifiutato di pubblicare il suo nome, in quanto non autorizzato a parlare pubblicamente, ha affermato che le nuove cinture di sicurezza faciliteranno anche la modernizzazione wireless dei veicoli. l’area in cui ora domina Tesla.

La startup californiana CelLink ha sviluppato una “cintura di sicurezza flessibile” completamente automatizzata, liscia e facile da installare che ha raccolto $ 250 milioni all’inizio di quest’anno da aziende tra cui BMW, Lear Corp. (LEA.N) e Robert Bosch. (ROBG.UL): leggi di più

Il CEO Kevin Coquelie non ha identificato i clienti, ma ha affermato che le cinture di sicurezza CelLink sono state installate in circa un milione di veicoli elettrici.

Solo Tesla ha quella scala, ma la casa automobilistica non ha risposto a una richiesta di commento.

Cockley ha affermato che l’impianto CelLink da 125 milioni di dollari in Texas avrà 25 linee di produzione automatizzate in grado di modificare il design in circa 10 minuti poiché i componenti sono realizzati da file digitali.

La società sta lavorando con un certo numero di case automobilistiche su auto elettriche e sta cercando di costruire un altro stabilimento in Europa, ha affermato.

Sebbene la sostituzione dei cablaggi convenzionali possa durare fino a 26 settimane, Cockley ha affermato che la sua azienda può fornire prodotti riprogettati entro due settimane.

Quel tipo di velocità è ciò che le vecchie case automobilistiche cercano quando si parla di impianto elettrico, afferma Dan Ratliff, CEO della società di venture capital Fontinalis Partners con sede a Detroit, fondata dal presidente della Ford (FN) Bill Ford.

Per decenni, l’industria non ha avuto bisogno di muoversi velocemente per reinterpretare un tale pezzo di filo, ma Tesla lo ha cambiato, ha aggiunto Ratliff.

“Con EV, vai, vai, vai.”

Iscriviti ora per un accesso illimitato GRATUITO a Reuters.com

Report di Nick Kerry a Londra և di Christina Aman a Berlino; Rapporto aggiuntivo di Satoshi Sugiyama a Tokyo; A cura di Pravin Evil

I nostri standard. Principi di Thomson Reuters Trust.

Leave a Comment

Your email address will not be published.