In almeno 12 stati 12 12 negozi della metropolitana hanno il 40% o più di latte artificiale nei negozi.

La carenza di alimenti per l’infanzia è aumentata nelle ultime settimane, con almeno 12 stati che devono affrontare scorte del 40% o superiori mentre i genitori cercano disperatamente di mantenere l’aumento dei prezzi del latte.

La carenza di latte artificiale iniziata con Covid è peggiorata a febbraio dopo che le formule anormali di Abbott Labs Alimentum, Similac և EleCare dopo che cinque bambini allattati con latte artificiale sono stati infettati da Cronobacter sakazakii. Uno dei bambini è morto.

Livelli di risorse nazionali da allora Tra il 3 aprile e il 24 aprile, è aumentato di nove punti percentuali dal 31% al 40%, secondo un’analisi di Datasembly che ha monitorato le forniture di latte per bambini in oltre 11.000 punti vendita al dettaglio.

In: Entro la fine della settimana terminata il 24 aprile, CBS News ha riferito che dal 40 al 50 percento della formula per bambini più venduta era fuori dai negozi in tutto il paese, secondo Datasembly.

Al 3 aprile, almeno 12 stati avevano raggiunto oltre il 40% delle loro azioni, tra cui Connecticut, Delaware, Montana, New Jersey, Rhode Island e Washington, secondo Datasembly.

Nello stesso periodo, Iowa, South Dakota e North Dakota avevano il 50-51% in meno, Missouri – 52%, Texas – 53%, Tennessee – un enorme 54%.

Durante la settimana del 3 aprile, almeno 12 stati sono scesi con tassi di interesse superiori al 40%, inclusi Connecticut, Delaware, Montana, New Jersey e Rhode Island.

MASSACHUSETTS.  Allo stesso tempo, le riserve nazionali sono aumentate di 9 punti percentuali dal 31% al 40% tra il 3 e il 24 aprile.

MASSACHUSETTS. Allo stesso tempo, le riserve nazionali sono aumentate di 9 punti percentuali dal 31% al 40% tra il 3 e il 24 aprile.

INDIANA.  Alcuni rivenditori nazionali stanno ora limitando il numero di formule per bambini disponibili alla volta.

INDIANA. Alcuni rivenditori nazionali stanno ora limitando il numero di formule per bambini disponibili alla volta.

Allo stesso tempo, oltre il 40% delle scorte viene consumato nelle 12 principali aree metropolitane, tra cui Baltimora, Charlotte, De Moyes, Greenville, Hartford-New Haven, Houston, Minneapolis, Nashville, New Orleans, Mobile e Oahon.

Le azioni nelle tre aree metropolitane sono superiori del 50%, tra cui De Moyes con un deficit del 50%, Minneapolis con il 55% e San Antonio con il 56%.

La carenza ha portato le persone a vendere formule di domanda ad alta domanda, con i genitori che si sono rivolti ai social media per condividere il loro disgusto per l’aumento dei prezzi.

Su Facebook, Lori Elaine del Delaware ha condiviso una foto della formula Good Start, che di solito viene venduta a $ 18,49 per 12,4 once, che può essere venduta a $ 50 ciascuna su Facebook.

“Queste persone mi fanno stare assolutamente male.” scrisse. “60,80 una scatola di latte artificiale per un bambino, che fa tre X, quanto costa la formula?” Ho anche chiesto se qualcuno poteva, ասաց ha detto di sì, WTF ERA SBAGLIATO CON IL PREZZO DI UN BAMBINO COMPRESO IL PREZZO. C’è una mancanza di latte vero e proprio, le persone sono preoccupate di come allattare il loro bambino, և le persone sì. Questo è disgustoso a così tanti livelli.

In un altro post di Facebook, Alyssa Delos Santos ha pubblicato una foto della formula Similac, che vende a $ 25 più $ 10,99, quando, secondo i commenti, di solito viene venduta al dettaglio a soli $ 10.

“Penso che sia triste che le persone apprezzeranno la formula di cui i genitori hanno tanto bisogno. “Questo ricordo è diventato così difficile per i genitori”, ha scritto Delos Santos. “Attente mamme”.

In Virginia, Jill Bradford, la madre adottiva di una bambina di 5 mesi con esigenze mediche, ha dichiarato: Ha trovato otto lattine di latte artificiale su eBay, ma si vende a $ 800. Le banche di solito costano $ 43- $ 47.

Su Facebook, Lori Elaine del Delaware ha condiviso una foto della formula Good Start, che di solito viene venduta a $ 18,49 per 12,4 once, che può essere venduta a $ 50 ciascuna su Facebook.

Su Facebook, Lori Elaine del Delaware ha condiviso una foto della formula Good Start, che di solito viene venduta a $ 18,49 per 12,4 once, che può essere venduta a $ 50 ciascuna su Facebook.

In un post su Facebook, Alisa Delos Santos ha pubblicato una foto della risoluzione Similac, che viene venduta a $ 25 più $ 10,99 di spedizione, quando, secondo i commenti, di solito viene venduta al dettaglio a soli $ 10.

In un post su Facebook, Alisa Delos Santos ha pubblicato una foto della risoluzione Similac, che viene venduta a $ 25 più $ 10,99 di spedizione, quando, secondo i commenti, di solito viene venduta al dettaglio a soli $ 10.

Un latte artificiale Enfamil Gentlease per pignoleria, gas e pianto venduto per oltre $ 40 su eBay.

Un latte artificiale Enfamil Gentlease per pignoleria, gas e pianto venduto per oltre $ 40 su eBay.

Per mantenere le loro riserve, i rivenditori nazionali come Walgreens և CVS ora limitano i clienti a un solo acquisto di latte artificiale per consumatore, su Target.com i consumatori possono acquistare fino a quattro alimenti per lattanti contemporaneamente, lasciando ai genitori: Quasi tre quarti dei bambini negli Stati Uniti vengono allattati al seno nei primi sei mesi.

La situazione è peggiore per coloro i cui bambini vengono allattati con latte artificiale a causa di allergie o esigenze nutrizionali.

Ashley Olsen, anche lei di Jacksonville, in Florida, afferma che il suo bambino di 9 mesi è limitato a una formula speciale che ordina direttamente dal produttore, poiché suo figlio potrebbe avere una reazione allergica ad altri. Ma non si sa quando sarà di nuovo disponibile.

“Fortunatamente, l’ho salvato per l’ultima volta.” Quindi oggi, quando ho aperto la mia ultima lattina, mi ha acceso un po’ il fuoco”, ha detto Olsen.

E nel Midwest, Cassidy Hillard, che ha un bambino di 2 mesi che ha bisogno di Similac Pro-Advance, ha detto a WDRB che “ha guardato in tutti i negozi dell’Indiana qui nel Kentucky e non ha trovato la sua formula”. negozio

“È un po’ stressante perché se non riesci a trovare una formula, sembra che non possano mangiare nient’altro”, ha detto Hillard. “Non possono mangiare pappe, non possono avere cibo solido, non possono avere quello che mangiamo, quindi non è davvero facile passare”.

Emily Payet, 22 anni, del Texas, ha scritto su Facebook che recentemente è andata in otto negozi per cercare formule per il suo bambino di 8 mesi.

“Questa è la cosa più orribile che abbia mai provato”, ha scritto il 30 marzo. “Come dovremmo nutrire i nostri figli quando non c’è RISOLUZIONE SUGLI SCAFFALI?”

In seguito ha detto al Washington Post che quando era pronta per le sue ultime tre lattine, stava rendendo più facile per suo figlio mangiare cibi più solidi perché non produceva abbastanza latte per allattare.

“È stata una decisione molto straziante smettere. Penso che sia triste per qualcuno dirlo”, ha detto Payet. “Prego per le donne che hanno figli che non sono abbastanza grandi per mangiare cibi solidi”.

Daniel Arzola, 27 anni, anch’egli del Texas, ha detto al Post che quando ha cercato di cambiare la sua marca di prodotti lattiero-caseari, il suo bambino di 6 mesi si è ammalato e ora ha dovuto guidare per la città per trovare la marca di cui aveva bisogno. Andò persino a comprare latticini da persone in altri stati.

La società ha annunciato a marzo Cronobacter sakazakii non è stato trovato in nessuno dei campioni della formula che invia, viene testato regolarmente.

Ma ha detto di aver trovato prove di batteri “nell’area non prodotta” nel suo stabilimento di Sturgis nel Michigan.

I produttori di latte artificiale stanno ora lavorando per aumentare la produzione di un fattore uno.

“Sappiamo che questo richiamo ha esacerbato la carenza di formula istantanea nel settore”, ha affermato Abbott Labs in una dichiarazione al Washington Post.

“Stiamo facendo tutto il possibile per risolverlo”, ha affermato la società, incluso l’aumento della produzione di Similac, il trasporto aereo dall’Europa e la collaborazione con gli operatori sanitari per trovare formule alternative.

Allo stesso tempo, secondo gli esperti, i genitori non dovrebbero diluire la formula del loro bambino, provare a prepararla in casa o sostituirla con latte vaccino.

Secondo Brian Dietmeyer, direttore senior delle politiche pubbliche presso la WIC National Association, “non è paragonabile dal punto di vista nutrizionale al latte materno o al latte artificiale”, può causare carenze nutrizionali che possono “avere un profondo effetto sulla crescita e lo sviluppo del bambino” . ‘

Ha detto che tutti i genitori che lottano per trovare la formula possono contattare le loro agenzie WIC locali e banche alimentari per aiutarli a trovarne alcune nelle loro comunità.

L’American Newborn Nutrition Council incoraggia i genitori a mantenere la formula a casa per 10 giorni o due settimane, ma li esorta a non bloccare il prodotto poiché la carenza continua, affermano gli esperti, e la fine non è in vista.

Leave a Comment

Your email address will not be published.