Il “top censor” di Twitter, che guadagna 17 milioni di dollari l’anno, potrebbe essere licenziato

L’avvocato capo di Twitter, considerato il principale sostenitore della censura dei conservatori sul social network, è uno dei dirigenti più pagati che perderanno il lavoro se Elon Musk assumerà la direzione dell’azienda.

Vijaya Gade, che l’anno scorso ha guadagnato $ 17 milioni come principale consulente legale di Twitter, potrebbe affrontare battute d’arresto poiché secondo quanto riferito Musk ha intenzione di tagliare i posti di lavoro e tagliare lo stipendio del CEO mentre cerca di assicurarsi il finanziamento dell’applicazione del suo account Twitter.

In seguito alla rivelazione dei piani per acquisire la società all’inizio di questo mese, Musk ha espresso “sfiducia” nei confronti dell’attuale leadership di Twitter, che non fa ben sperare per il loro futuro quando prenderà il timone entro la fine dell’anno.

Tuttavia, Gheddafi può anche ottenere un buon prezzo di consolazione se viene licenziato. Il pacchetto di rilascio da $ 12,5 milioni include un’acquisizione accelerata delle sue azioni Twitter.

Gadd, 48 anni, che secondo quanto riferito è scoppiato in lacrime quando ha parlato con i suoi colleghi del futuro di Twitter, è recentemente diventato oggetto di una disputa su Musk, che ha scritto un meme su Twitter descrivendolo mentre ignorava i “pregiudizi liberali” su Twitter.

Musk, l’amministratore delegato di Tesla, che è l’uomo più ricco del mondo, crede di voler tagliare i posti di lavoro, tagliare gli stipendi degli amministratori delegati su Twitter.
REUTERS:
Gad è apparso con il suo allora capo Jack Dorsey, l'ex CEO di Twitter, nell'episodio del 2019 del podcast di Joe Rogan, in cui ha sostenuto una politica di moderazione dei contenuti del sito, negando i pregiudizi liberali.
Gad è apparso con il suo allora capo Jack Dorsey, l’ex CEO di Twitter, nell’episodio del 2019 del podcast di Joe Rogan, in cui ha sostenuto una politica di moderazione dei contenuti del sito, negando i pregiudizi liberali.
REUTERS:

Il meme si basa sull’apparizione dell’allora CEO di Gaddy, l’ex CEO Jack Dorsey, nel podcast “Joe Rogan Experience” di Joe Rogan del 2019.

Durante il discorso, il giornalista conservatore Tim Poole ha affrontato Dorsey e Gaddy sui casi in cui le voci di destra sono state bandite da Twitter.

Il tweet di Muskie, così come una nota critica del giornalista Saagar Enjeti, che ha definito Gadde un “grande sostenitore della censura” che “ha censurato la storia del taccuino di Hunter Biden”, ha spinto gli utenti di Muskamet Twitter a criticarlo.

Musk ha anche criticato indirettamente Gade, definendo la decisione di Twitter di bloccare i collegamenti alla copertura del laptop di Hunter Biden da parte del New York Post “ovviamente incredibilmente inappropriata”.

Nelle settimane precedenti le elezioni, l’articolo è stato bandito dai principali siti di social network, con Twitter che ha giustificato le sue accuse di censura, etichettando l’articolo come “intercettazioni di contenuti contenenti informazioni private”.

Molti media mainstream hanno anche cercato di screditare l’articolo del Post fino a quando non è stato successivamente riferito che fosse vero molto tempo dopo l’elezione del presidente Joe Biden.

In risposta a una raffica di critiche online nei confronti di Gade all’inizio di questa settimana, un altro alto dirigente di Twitter lo ha difeso, accusando Musk di “mesoginia”.

I sostenitori di Gade, che guadagna 17 milioni di dollari l'anno, hanno criticato l'esercito online di sostenitori di Muskie, dicendo: "gay" per la loro critica nei suoi confronti.
I fautori del suo caso hanno lavorato per rendere disponibile online la trascrizione effettiva di questa dichiarazione I fautori del suo caso hanno lavorato per rendere disponibile online la trascrizione effettiva di questa dichiarazione.
REUTERS:
L'avvocato capo di Twitter Vijaya Gade, che è stato accusato di aver bloccato la storia del laptop di Hunter Biden del New York Post, potrebbe essere licenziato se Elon Musk rilevasse l'azienda.
L’avvocato capo di Twitter Vijaya Gade, che è stato accusato di aver bloccato la storia del laptop di Hunter Biden del New York Post, potrebbe essere licenziato se Elon Musk rilevasse l’azienda.
Bloomberg tramite Getty Images

Lara Cohen, partner globale di Twitter, ha anche inviato messaggi di supporto al chief marketing officer dell’azienda, Leslie Berland, che è stata sorpresa a far trapelare voti, sostenendo che i programmi di libertà di parola di Musk li stavano mettendo in una “posizione molto difficile”.

“Dipingimi, sono rimasto scioccato dal fatto che le persone siano venute per le nostre due famose leader donne il primo giorno di questo incidente”. Cohen ha twittato martedì in ritardo.

Ha anche condiviso un tweet in cui attaccava il senatore del Missouri Josh Hawley, dicendo che Gadd in lacrime era “la stessa persona che ha guidato l’accusa di censurare il rapporto sul laptop di Hunter Biden”. Dice tutto».

Hawley ha invitato l’uomo più ricco del mondo a indagare sui vecchi metodi dell’azienda, comprese le diffuse sospensioni dei conti, nonché i rapporti sulla soppressione dei voti ombra.

In una lettera ufficiale, ha invitato Musk a indagare su “chi è il responsabile sopprimendo deliberatamente i rapporti ormai fondati del New York Post Sul taccuino di Hunter Biden և affari. “

Leave a Comment

Your email address will not be published.