Il telefono del Primo Ministro spagnolo è “mirato dallo spyware Pegasus” | Spagna:

Il governo spagnolo ha affermato che i telefoni cellulari del primo ministro Pedro Sanchez e del ministro della Difesa Margarita Robles sono stati entrambi infettati dallo spyware Pegasus l’anno scorso, che i produttori affermano sia disponibile solo per le agenzie governative.

In una frettolosa conferenza stampa lunedì mattina, il presidente Felix Bolanyos ha affermato che il telefono di Sanchez è stato preso di mira nel maggio-giugno 2021 e quello di Robles nel giugno 2021. I dati sono stati presi da due telefoni.

Bolanյos ha affermato che l’obiettivo “illegale” և “esterno” sarà indagato dalla più alta corte penale spagnola, l’Audiencia Nacional, aggiungendo che l’obiettivo deve provenire dall’estero, poiché qualsiasi monitoraggio del genere in Spagna richiederebbe un’ingiunzione del tribunale.

“Questi fatti sono confermati, sono innegabili”, ha detto Bolanyos. “Non credo sia il momento di soffermarsi sulle ipotesi o supposizioni che sono state fatte sulla motivazione”.

Si stanno controllando i telefoni di altri membri del governo per vedere se possono essere presi di mira anche loro.

Le accuse arrivano quando il governo spagnolo solleva la questione di come Pegasus, venduto dalla società israeliana NSO Group, sia stato utilizzato per controllare dozzine di membri del movimento indipendentista catalano, incluso il presidente della regione nord-orientale della Spagna. Per Aragones և i suoi tre predecessori.

Aragones ha dichiarato al Guardian il mese scorso che il presunto bersagli, scoperto dagli esperti di sicurezza informatica di Citizen Lab, era una violazione dei diritti individuali, un attacco alla democrazia e una minaccia al dissenso politico.

Il governo regionale della Catalogna ha indicato il Centro nazionale di intelligence spagnolo (CNI), che afferma che le sue azioni sono supervisionate dalla Corte suprema, che opera “nel pieno rispetto della legge, nell’assoluto rispetto della legge applicabile”.

Il governo spagnolo ha promesso un’indagine interna della CNI sulla presunta presa di mira di attivisti catalani, mentre il difensore civico spagnolo ha anche avviato un’indagine indipendente.

Aragonés ha invitato Robles, che sovrintende al CNI come ministro della Difesa, a dimettersi, e il suo Partito Repubblicano della Catalogna di sinistra ha minacciato di tagliare il sostegno al governo nel parlamento nazionale.

Lo ha detto il presidente della Catalogna in una nota. “Qualsiasi spionaggio politico è molto serio. Abbiamo denunciato lo spionaggio qualche giorno fa, ma il governo spagnolo non ci ha dato spiegazioni. Quando si tratta di spionaggio di massa delle istituzioni catalane շարժ il movimento indipendentista, era tutto silenzio և scuse. Con questo, tutto va molto veloce. La responsabilità deve essere confermata immediatamente. “Rimane urgente un’indagine approfondita e indipendente e bisogna assumersi la responsabilità”.

Il gruppo NSO ha dichiarato in una dichiarazione che indagherà su “qualsiasi sospetto di abuso” del suo software e coopererà con qualsiasi indagine governativa.

“Sebbene non abbiamo visto alcuna informazione su questo presunto abuso, non conosciamo i dettagli di questo caso particolare, la ferma posizione dell’NSS su questi temi è quella di utilizzare strumenti informatici per monitorare politici, dissidenti, attivisti e giornalisti. “È un uso improprio grossolano di qualsiasi tecnologia; contraddice l’uso auspicabile di strumenti così cruciali”, ha affermato.

“NSO è un fornitore di software. L’azienda non utilizza la tecnologia, non dispone dei dati raccolti. L’azienda non sa, non può sapere a chi sono rivolti i suoi clienti, ma adotta misure per garantire che questi sistemi siano utilizzati esclusivamente per uso autorizzato.

Il gruppo NSO afferma che Pegasus viene venduto ai governi solo per rintracciare criminali e terroristi. Due anni fa, un’indagine congiunta del Guardian և El País ha rivelato che il presidente del parlamento regionale della Catalogna առնվազն almeno altri due attivisti indipendentisti erano stati avvertiti dell’uso di spyware per prenderli di mira.

Il gruppo NSO è stato inserito nell’elenco degli Stati Uniti nel novembre 2021, tre mesi dopo che un consorzio di giornalisti che lavora con il gruppo no-profit Forbidden Stories francese ha scoperto numerosi casi di giornalisti-attivisti che sono stati hackerati da governi stranieri utilizzando spyware, compresi cittadini americani.

Il Guardian, altri membri del consorzio, hanno scoperto che i numeri di cellulare del presidente francese Emmanuel Macron և quasi tutto il suo gabinetto sono stati selezionati per una possibile sorveglianza.

L’NSO afferma che il suo spyware viene utilizzato da clienti di governi stranieri per prendere di mira criminali seri. Ha negato che qualcuno dei suoi clienti avesse mai preso di mira Macron o qualsiasi funzionario del governo francese.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *