Il regista di Moon Knight parla del mistero delle personalità, dei poteri di Leila

[Ed. note: The following contains spoilers for Moon Knight.]

Quelli che pensano di sapere com’era la scorsa settimana Cavaliere della Luna Il finale è giù, potresti voler ripensarci. Quando la miniserie si è conclusa con una certa chiusura, poiché il contraddittorio Mark Spector և Steven Grant (entrambi con Oscar Isaacs) si è finalmente accettato e ha sconfitto Arthur Harrow (Ethan Hawke) come Cavaliere della Luna, c’erano ancora molti di sane petroglifi. pensare. E, come il regista della serie Mohamed Diab vorrebbe che i fan ricordassero, c’era molta ambiguità.

Dopo la fine della nuova ambiziosa miniserie Marvel, Diab ha parlato brevemente con Polygon dei colpi di scena finali, delle sue speranze per il futuro Cavaliere della Luna e di come lo spettacolo potrebbe non essere così chiaro come alcuni potrebbero pensare.

Questa intervista è stata modificata per semplicità e brevità.

Poligono: Cavaliere della Luna è una storia a parte, ma ti manca molto. Come si bilancia questo dando agli spettatori un inchino narrativo chiuso lasciando lo stato finale di Mark/Steven in uno stato di incertezza?

Mohamed Diab. Era molto importante per noi vedere il mondo attraverso gli occhi di qualcuno che lo faceva [dissociative identity disorder]. Un tale disorientamento. non è un trucco, sbattono le palpebre. In azione, non è tanto un trucco quanto la vita, come se potessi semplicemente oscurarla, scoprendo che è successo qualcosa che non avresti mai pensato di fare, che sei responsabile di qualcosa che non hai fatto. Quindi è molto importante.

Foto di Gabor Kotschy / Marvel Studios

Ma penso che dopo un po’ la gente penserà [Moon Knight] secondo spettacolo di visualizzazione o terzo spettacolo di visualizzazione. Ci sono così tanti anelli, così tanti strati. Ci sono così tante cose a cui pensare, Bene, capisco cosa è reale e cosa non lo è. Ma quando torni, ne dubiti, Mi sembra di sapere esattamente cosa sta succedendo. E ancora, questo significherebbe che devi spendere per questi processi per essere pazzo di tutto ciò che pensiamo che sia.

Parliamo di quel grande rock. Lo spettacolo si conclude con Mark e Steven che si accettano, credendo di aver fatto i conti con la loro situazione, ma poi Jake Lockley, terza persona, è presentato. Come concili quel viaggio di guarigione con l’idea di una nuova persona di cui Mark և Steven non è a conoscenza?

penso [Moon Knight] un giorno c’è spazio per l’espansione perché pensiamo che alla fine del viaggio, prima di vedere la scena successiva, sembra Bene, l’arco dell’immagine è pieno. Mark: Steven impara a vivere insieme. Ecco di cosa tratta questo viaggio. Ma forse c’è un altro trauma di cui non siamo a conoscenza [that brings about] Jake si ferma. Non puoi capire l’intera storia senza capire cosa sta succedendo a Jake, cosa che alla fine ci siamo buttati, perché sentivamo che meritava uno studio completo dei personaggi da solo.

O forse ce ne sono altri? Forse? Chi ha detto che Khonshu non ha voce? [Marc’s] testa? … ti dico che ci sono tante cose, quando torni և guardalo, penserai. Bene, ci sono molte teorie qui. Questo non è un trucco. Forse la mente di questo ragazzo è così distrutta che non ci rendiamo nemmeno conto di quanto sia eccitato.

Leyla nel suo vestito Scarlet Scarabeo con le sue ali e le sue lame

Immagine di Marvel Studios

Voglio anche chiedere di Leila. ottiene i poteri di un avatar, ma a differenza di Mark, rifiuta la schiavitù richiesta da Khonshu. In che modo è diverso il suo viaggio? Cosa può aver cambiato la sua immagine rispetto a quella di Mark?

Prima di tutto, è associato al suo personaggio opposto, dove [Taweret] Tutto è come, femminile, frizzante. È il contrario [what] È Leyla և Amo i contrasti. Immagina solo che Leyla senta la voce di Taweret nella sua testa, la farà impazzire, cercando di convincerla a rimanere un avatar, magari imparare o meno se dovrebbe essere un avatar o meno.

Ma voglio dirti una cosa molto importante. Non sai come Leila diventerà un supereroe nel Grande Egitto, nel Medio Oriente e nel sud-est asiatico. Per mia figlia, quando aveva 5 anni, ha sempre voluto lisciarsi i capelli perché non si era mai vista in nessuna animazione. E oggi, le ragazze che assomigliano a Leila possono guardarla e credere di poter essere ciò che vogliono che sia. Gli egiziani fanno uno spettacolo con la telecamera “Davanti alla telecamera” Gli egiziani usano la musica egiziana. Le persone credono di poter fare qualsiasi cosa. Sai, come parte del mondo in via di sviluppo, a volte sentono che l’Occidente è così alto che la nostra arte è inutile. Sembra che non siamo abbastanza bravi per fare uno spettacolo del genere. Ma ora credono di poter fare un bello spettacolo. Ora credono che questa sia la loro musica di cui le persone sono innamorate nello show, il compositore egiziano Hesham Nazih. Quindi diventa un orgoglio nazionale, այնքան ne sono così orgoglioso.

Leave a Comment

Your email address will not be published.