Il primo giorno del New Orleans Jazz Fest 2022. molti uomini երկար serie lunga և Lionel Richie |: Festival della Louisiana

The Legendary Rocks of Harmony ha contribuito a dare vita al New Orleans Jazz & Heritage Festival.

Alle 11:15 di venerdì, le Rocce, adornate con abiti blu navy abbinati e cravatte rosse, hanno iniziato rispettivamente la resurrezione nella tenda del Vangelo.

“Tutto ciò che accade in questo mondo, potremmo essere tutti morti, scomparire.” ispirato da Andrew Jackson Sr., parte di una famiglia che faceva parte della New Orleans Evangelical Institution più di 70 anni fa.

Dopo due anni di cancellazioni dovute all’epidemia, il Jazz Fest torna in cielo. Il sito era sostanzialmente, ma non del tutto, lo stesso di prima dell’epidemia. Le grandi gradinate verdi sono scomparse dal Festival principale, l’ex Acura Stage Field. I dispositivi di sbiancamento vicino al palco di Congo Square sono stati ridotti.

L’inizio del Jazz Fest e la partecipazione al festival non è stato privo di sfide e delusioni. Il festival ha utilizzato per la prima volta axs.com, non Ticketmaster, per regolare i suoi biglietti, che includevano braccialetti per il fine settimana. Alcuni degli acquirenti dei biglietti hanno riferito che i loro braccialetti sono stati consegnati in tempo, a causa dei problemi che sono stati consegnati.

Il New Orleans Jazz Festival 2022 si è aperto venerdì non solo come un ritorno, ma come una “rinascita”. Leggi la storia qui.

E gli arrivi anticipati di venerdì variavano da 30 minuti a più di un’ora all’ingresso di Sauvage Street. Per un momento la linea scese in Fortin Street.

È probabile che il giorno di apertura di qualsiasi festival sia un trucco. È probabile che il giorno dell’inaugurazione sia più difficile dopo essere stato licenziato per tre anni.

“Le prime ore di montaggio e lavoro su questa cosa sono la cosa più difficile dell’anno. Non lo fai da un anno”, ha detto il produttore del Jazz Fest Quint D’Jes poche ore dopo l’apertura dei cancelli. “Cerco di farlo funzionare tre anni è senza precedenti. Ci sono tutti i tipi di sfide.

“Ci sono milioni di parti mobili, piccoli dettagli. “Rimettere tutto al lavoro tre anni dopo è una testimonianza delle persone che lo hanno inserito, i musicisti, la gente del cibo, gli artigiani”.

“Ho fatto il mio turno”

Dice, che ha indossato una maschera durante il festival come barriera all’infezione da COVID, è stato felice come chiunque altro di vedere il 51esimo numero.

Opening Day Venerdì, il primo fine settimana del New Orleans Jazz Heritage Festival (29 aprile). Musica, cibo, arte և և

“Mi sono girato. Tutto quello che devi fare è giocare e giocare in tempo. L’intero motore della musica dal vivo di questo festival sta funzionando. ”

Si lo era.

Sul palco dello Sheraton Fais Do-Do, il fisarmonicista Cajun Steve Riley ha guidato un Mamou Playboy ridisegnato alimentato da suo figlio di 12 anni, Burke, con strumenti a percussione. Il violinista co-fondatore David Greley si è unito ai Playboys.

La band, ha detto Riley, esiste da 34 anni, la maggior parte dei quali sono stati suonati dal Jazz Fest. “Negli ultimi due anni è successo qualcosa, non siamo stati in grado di farlo”, ha detto, riferendosi al riferimento più secco all’epidemia. “Siamo felici di essere tornati. Siamo felici che tu sia tornato. ”

Corni և cantare

Ceello Green e PJ Morton, che hanno suonato l’uno contro l’altro sui palchi del festival in Congo Square, hanno lavorato in un posto simile. Green ha guidato un folto gruppo di trombettisti, coristi e ballerini, tutti in rosso, per rendere omaggio a James Brown. Si sudò la maglietta, “Alzati, mi sento come una macchina del sesso”, poi perse slancio mentre la sua collezione rallentava.

Allo stesso tempo, l’amato PJ Morton stava cantando al sindaco Latoya Cantrelli in Congo Square. Morton ha anche allestito una grande e pesante banda di corna che era pesante sui solchi ma senza abiti adeguati.

Morton ha pubblicato il suo ultimo album, Watch the Sun, su Maroon 5, quando non stava perseguendo una carriera da solista.

Era chiaro che stava giocando con la folla nella sua città natale. Ha cantato le lodi della “Ragazza di New Orleans” ed esclamato ai suoi compagni studenti, la St. Augustine High School, il Santo Nome di Gesù. Ha notato da quest’ultimo. “Ero l’unico ragazzo della classe quando sono entrato per la prima volta.”

La band alt-rock di Seattle Death Cab for Cutie non è stata la scelta più ovvia per Gentilly Stage. Ma i pensieri melodici sulla morte del frontman Ben Gibbard sono stati ben tradotti all’aria aperta, da “I Will Follow You Into the Dark” a “Soul Meets Body” toccando chitarre acustiche e linee di basso.

“Mi fa impazzire”, ha detto Gibbard. “Puoi guardare Lionel Ritchie adesso.”

Comfort musicale con un sorriso

Quaranta minuti fa, Ritchie è arrivato sul palco del Festival con una giacca arancione scintillante con la scritta “All Night”.

“Vedrete tutti questa giacca per queste due canzoni”, ha detto dopo l’apertura di Running With the Night. “Allora ci è semplicemente venuto a conoscenza. “Ma dovevo sembrare intelligente.”

Richie non è altro che un professionista. È vero, racconta la stessa barzelletta sulla pronuncia di New Orleans di Lio-NEL da almeno 20 anni. Ma si può sperare che fornirà cibo musicale confortevole con un sorriso.

Ad esempio, il classico dei Commodores “Easy Like Sunday Morning”. Accompagnandosi con un pianoforte, Richie ha navigato senza intoppi nella canzone quando il suo chitarrista ha eliminato il suo assolo caratteristico.

È venuto giù, sì, facile come domenica mattina.

O facile come un piovoso venerdì pomeriggio al Jazz Fest.

Gli acquisti effettuati tramite i link del nostro sito possono farci guadagnare una commissione di affiliazione

Leave a Comment

Your email address will not be published.