Il presidente di SpaceX aggiorna il programma di lancio orbitale dell’astronave

Il CEO di SpaceX և Il presidente Gwyn Shotwell afferma che la società ora si aspetta che Starbase sia pronta per il primo lancio orbitale di Starship a giugno o luglio, ritardando il programma di un altro mese o due.

Per raggiungere questo obiettivo, SpaceX deve sottoporsi a test più o meno difficili e non provati, sottoporsi a una serie di approfondite revisioni burocratiche, aumentando notevolmente le probabilità che il lancio orbitale di Starship richiederà effettivamente circa 3-6 mesi. Se SpaceX può tecnicamente fare miracoli o addirittura provare a lanciare un dispositivo che è stato solo parzialmente testato, anche il più ottimistico degli scenari ipotetici dipende ancora da cose che sono in gran parte al di fuori del controllo dell’azienda.

La FAA lo farà o no?

Entrambi ruotano attorno alla Federal Aviation Administration (FAA), che, nel caso di SpaceX, è responsabile del completamento della Planned Environmental Assessment (PEA) da Boca Chica, in Texas. և: concesso in licenza per lanciare il missile più grande e potente mai costruito. In un certo senso, entrambi i compiti sono senza precedenti, ma i processi burocratici coinvolti sono ancora in gran parte gli stessi che SpaceX ha navigato con successo negli ultimi due decenni.

In primo luogo, la revisione ambientale della FAA. Fino a poco tempo, il destino di Starbase PEA era quasi del tutto incerto; poteva andare in diverse direzioni, molte delle quali non sarebbero favorevoli per SpaceX. Tuttavia, solo pochi giorni prima che la FAA annunciasse il differimento del PEA negli ultimi uno o due mesi, l’agenzia ha aggiornato la sua dashboard online per mostrare che il quarto dei cinque processi chiave del PEA è stato completato con successo. La parte più importante dell’aggiornamento è il suggerimento che SpaceX և FAA ha ora completato quasi tutti gli aspetti del PEA che richiedono la cooperazione con altre agenzie federali և stakeholder locali.

Solo un altro processo collaborativo per garantire la conformità con la Sezione 4 (f) deve ancora essere completato. Senza entrare nei dettagli, non ci sono prove convincenti che questa particolare mossa dimostrerebbe che SpaceX potrebbe compromettere alcuni aspetti dell’attività della base stellare per completarla. Quando la Sezione 4 (f) rimane con loro, l’unica cosa che si frappone tra FAA և SpaceX և Final PEA և è il completamento e l’approvazione di tutta la documentazione pertinente. In altre parole, quando per la prima volta la data di fine obiettivo della FAA, attualmente il 31 maggio 2022, potrebbe essere effettivamente disponibile?

Tuttavia, come la stessa FAA ha più volte affermato, “Il completamento del PEA non garantisce che la FAA rilasci una licenza di rilascio. L’applicazione di SpaceX deve inoltre soddisfare i requisiti FAA di sicurezza, rischio e responsabilità finanziaria.»: Anche se il PEA è perfetto, SpaceX deve comunque ottenere una licenza di lancio FAA per il razzo più grande e potente della storia. Non è chiaro se SpaceX և FAA abbia già iniziato questo doloroso avanti e indietro, o se le noiose scritte in piccolo ne stiano ritardando il lancio fino a quando non verrà eseguita una revisione ambientale. Senza ulteriori indugi, la licenza operativa può richiedere giorni o mesi.

Un certo numero di tubi

Senza una licenza operativa FAA con approvazione ambientale, qualsiasi build di Starship SpaceX non può essere lanciata legalmente da Starbase. Dall’altro lato della medaglia, tuttavia, è altrettanto vero che i marchi di approvazione della FAA valgono quanto un pezzo di carta senza un razzo pronto per il lancio. Nel mondo perfetto, SpaceX avrebbe un amplificatore Starship և Super Heavy completo su una piattaforma di lancio della base stellare quando la FAA ha finalmente dato il via libera. Tuttavia, questo non è il caso abbastanza Qual è la realtà di SpaceX oggi?

SpaceX ha compiuto progressi significativi nell’ultimo mese e mezzo, ma contrariamente alle aspettative del CEO Elon Musk, a partire dal 21 marzo la società sarà completamente impreparata per un lancio orbitale entro la fine di maggio. Tuttavia, la stima “giugno o luglio” di Shotwell potrebbe non essere completamente disponibile. Dopo il tweet di Musk, SpaceX ha completato l’assemblaggio del Super Heavy Booster 7, ha lanciato il razzo il 31 marzo e ha completato diversi test importanti all’inizio di aprile. Tuttavia, in un recente test, un evidente errore dell’operatore ha danneggiato in modo significativo la maggior parte dell’amplificatore integrato, costringendo SpaceX a restituire il Super Heavy B7 al cantiere della Starbase. Dopo due settimane e mezzo di riparazioni, Booster 7 è tornato in funzione il 6 maggio, completando un altro test “crio-resistente”, come a confermare che la riparazione rapida ha fatto il suo lavoro.

https://www.youtube.com/watch?v=Jcs0lMva0Bg:

Se Booster 7 non avesse bisogno di essere riparato, è impossibile (ma comunque difficile) immaginare che SpaceX possa avere un amplificatore Super Heavy che sarebbe pronto entro la fine di maggio. Tuttavia, il test di fuoco statico di Booster 7 da completare è quasi completamente senza precedenti e può richiedere mesi. Ad oggi, SpaceX non ha mai sparato più di sei Raptor su un prototipo di astronave, mentre Super Heavy dovrà probabilmente testare diversi 33 motori prima che possa essere considerato sicuro per il volo. Peggio ancora, non vi è alcuna garanzia che SpaceX voglia effettivamente far volare Booster 7 dopo il danno subito. Se invece Booster 8 lanciasse la torcia, il lancio orbitale di Starship potrebbe facilmente slittare entro la fine del terzo o quarto trimestre del 2022.

Super Heavy, d’altra parte, è solo metà del razzo. Quando Musk ha twittato la sua valutazione “Spero di maggio”, SpaceX era vicino al completamento della Starship-24, che avrebbe dovuto essere lanciata in orbita. Tuttavia, SpaceX ha finalmente accelerato l’assemblaggio della nave 24 nelle ultime settimane, completando infine l’assemblaggio della nave stellare potenziata l’8 maggio. C’è ancora molto lavoro da fare per completare davvero la 24a navicella spaziale, ma SpaceX dovrebbe essere pronta per inviarla a un arresto di prova in una o due settimane. Mentre il test della nave 24 da completare è già stato eseguito dalla nave 20, rendendo i suoi progressi meno rischiosi rispetto al Booster 7, la nave 24 debutterà con una serie di importanti modifiche progettuali և probabilmente necessitano di almeno due mesi di test per raggiungere. Il livello principale di prontezza al volo.

https://www.youtube.com/watch?v=_12ePNH0wTc:

Ultimo ma non meno importante, il problema OLS. Lo starter è pronto a sopravvivere al fuoco superstatico? La fattoria dei carri armati Starship è pronta a riempire Super Heavy con diverse migliaia di tonnellate di motore criogenico infiammabile ed esplosivo? Se questo è lo scopo di un volo di prova, la torre di lancio è pronta per l’atterraggio del Super Heavy Amplifier in grembo? C’è motivo di credere che la risposta ad alcune di queste domande sia sì, tuttavia c’è ancora molta incertezza, molto lavoro è ancora incompleto.

Dopotutto, l’obiettivo di Shotwell per giugno è quasi certamente irraggiungibile. La fine di luglio, tuttavia, potrebbe essere nel regno delle possibilità, ma solo nell’improbabile eventualità che tutte le prove del Booster 7 և Ship 24 siano completate quasi perfettamente և senza ulteriori ritardi. Agosto o settembre sono scommesse più sicure per il lettore pragmatico. Per fortuna almeno una cosa è certa. Le attività alla Base Stellare diventeranno significativamente più interessanti.

Il presidente di SpaceX aggiorna il programma di lancio orbitale dell’astronave






Leave a Comment

Your email address will not be published.