Il presidente dell’Uzbekistan ha firmato un decreto che regola le criptovalute, il mining e il commercio.

Il governo dell’Uzbekistan ha ampliato i suoi regolamenti sulle criptovalute attraverso un decreto firmato dal presidente Shavkat Mirziyo. Il documento definisce termini come criptovalute, scambio և mining, ում definisce il principale organismo di regolamentazione del settore.

Sotto il presidente Mirziyo, l’agenzia supervisionerà il mercato delle criptovalute in Uzbekistan

Il capo dello stato dell’Uzbekistan Shavkat Mirziyo ha firmato un nuovo decreto, che amplia l’ambito di regolamentazione del criptospazio del Paese dell’Asia centrale. Il suo obiettivo dichiarato è sviluppare ulteriormente le tecnologie digitali, creare condizioni favorevoli per l’imprenditorialità, migliorare la legislazione in questo campo.

L’Agenzia nazionale di gestione del programma sotto il presidente è stata trasformata nell’Agenzia nazionale per i progetti di prospettiva, riferisce Forklog, citando il documento. NAPP diventerà il principale cripto-controllore del Paese.

Il regolatore è stato incaricato di attuare la politica statale nel campo della criptoeconomia, per garantire la protezione dei diritti degli investitori. Si occuperà dell’introduzione delle tecnologie blockchain nel settore pubblico, della lotta al riciclaggio di denaro, al finanziamento del terrorismo e alla diffusione di armi attraverso le criptovalute.

Il decreto definisce le criptovalute come diritti di proprietà, che rappresentano una raccolta di record digitali in un registro distribuito che hanno un valore և proprietario. Dal 1 gennaio 2023, i cittadini dell’Uzbekistan և le aziende potranno acquistare, vendere e scambiare criptovalute tramite fornitori di servizi di criptovaluta.

Il decreto presidenziale elenca una serie di organizzazioni che rientrano in questa categoria, inclusi scambi di risorse digitali, pool minerari, depositi di criptovalute e negozi di criptovalute. Saranno tenuti a registrarsi come imprenditori locali, ottenere licenze o certificati minerari da un’agenzia governativa.

L’Uzbekistan ha legalizzato il commercio di criptovalute nel 2018, ma alla fine del 2019 il governo ha vietato alla gente del posto di acquistare criptovalute. Potevano solo vendere. Nel novembre 2021, i cittadini potevano scambiare criptovalute con criptovalute nazionali con licenza nella valuta nazionale, mentre i non residenti potevano scambiare monete digitali con fiat stranieri.

Il decreto vieta il mining non autorizzato, l’estrazione di criptovalute “anonime”.

Solo le società registrate potranno estrarre criptovaluta in Uzbekistan. Le economie minerarie pagheranno una tariffa elettrica più alta durante le ore di punta. L’estrazione non autorizzata sarà vietata. Il divieto si applica alla produzione di “criptovalute anonime” così come a qualsiasi transazione con esse.

Come prima, i residenti dell’Uzbekistan non potranno utilizzare o accettare criptovalute come mezzo di pagamento per beni e servizi all’interno del paese. Tra i lati positivi, tuttavia, le criptovalute per privati ​​e società non sono tassabili, secondo il documento del 27 aprile 2022.

Saranno inoltre forniti vantaggi fiscali ai partecipanti alla nuova sandbox normativa, che NAPP creerà per un progetto pilota sui progetti crittografici. I soggetti coinvolti nelle prove saranno inoltre svincolati da altri obblighi verso il bilancio dello Stato, compresi i dazi doganali, oltre alle tasse importate per apparecchiature e software.

Tag in questa storia:

Crypto, scambi di criptovalute, minatori di criptovalute, mining di criptovalute, criptovalute, criptovaluta, decreto, scambi, investitori, licenze, minatori, mining, pagamenti, registrazione, regolamentazione, regolamentazione, commercio, uzbekistan, Uzbekistan,

Cosa ne pensi delle nuove normative sulle criptovalute in Uzbekistan? Fatecelo sapere nella sezione commenti qui sotto.

Lubomir Dieci!

Lubomir Ten è un giornalista esperto di tecnologia dell’Europa orientale a cui piace la citazione di Hitchens. “Essere uno scrittore è quello che sono, non quello che faccio.” Oltre a criptovalute, blockchain e fintech, la politica e l’economia internazionali sono altre due fonti di ispirazione.

Crediti immagine: Shutterstock, Pixabay, Wiki Commons:

DisclaimerQuesto articolo è solo a scopo informativo. Non è un’offerta diretta o un’offerta di acquisto o vendita, né un’offerta o un’approvazione di alcun prodotto, servizio o azienda. Bitcoin.com non fornisce consulenza in materia di investimenti, fiscali, legali o contabili. Né la società né l’autore sono direttamente o indirettamente responsabili per eventuali danni o perdite causati o che si presume siano causati dall’uso o dall’uso di uno qualsiasi dei contenuti, beni o servizi menzionati in questo articolo.

Leave a Comment

Your email address will not be published.