Il nutrizionista ha parlato di perdere peso al Met Gala di Kim K

“Uno dei maggiori problemi con i social media è l’idea che devi fare tutto in nome della perdita di peso. È una storia terribile che deve essere perpetuata”.

All’inizio di questa settimana, Kim Kardashian è arrivata al Met Gala con lo stesso vestito che Marilyn Monroe indossava alla festa di compleanno del presidente Kennedy nel 1962.

Jeff Kravitz / FilmMagic / Getty Images:

In un’intervista con La La Anthony sul tappeto del Met Gala, Kim ha detto di aver perso 16 libbre in 21 giorni per adattarsi al vestito di Marilyn.

Quando ha provato il vestito per la prima volta, Kim ha pensato che sarebbe stato un po’ troppo grande perché pensava che Marilyn fosse “troppo storta”. Ma Kim ha detto che quando il vestito non le andava bene, “voleva piangere perché [the dress] Non si può assolutamente cambiare”.

Per adattarsi al vestito, Kim ha detto: “Due volte al giorno indosserà una tuta da sauna, correrà sul tapis roulant, eliminerà zucchero e carboidrati, mangerà le verdure e le proteine ​​​​più pure”.

Immagini Getty:

“Non sono morto di fame”, ha concluso Kim. «Ma ero così severo.

Ora voglio prendermi un momento per te, lettore, per scusarti per come abbiamo trattato per la prima volta questa storia. Mi ci è voluto un po’ per farlo veramente Renditi conto di quanto le parole e le azioni di Kim fossero dannose per le persone che guardavano la copertura di Gala Reading. E in retrospettiva, vorrei che condannassimo direttamente le sue azioni, senza fingere di glorificare la sua perdita di peso in alcun modo.

Cercando di scoprire quanto sia pervasiva la cultura della dieta, quanto siano pericolose le azioni di Kim, non solo per il suo corpo, ma per i milioni di persone che la guardano, ho parlato con Elena Effird, RD, CEDRD, CSSD. Un importante nutrizionista registrato presso la Kahm Clinic di Burlington, nel Vermont, specializzato nel trattamento dei disturbi alimentari.

Per prima cosa, se potevo indovinare la risposta, ho chiesto a Elena come è possibile che Kim dimagrisca bruscamente, è stabile? “Perdere 16 libbre in 21 giorni significa. tecnicamente “È possibile, ma solo attraverso mezzi estremi e molto malsani, come la fame o la mezza fame”, ha detto a BuzzFeed. “Non è affatto stabile և MAI dovrebbe essere un obiettivo o un’esperienza da parte di un individuo.”

Poi Elena ha parlato dei pericoli che si possono cambiare negli abiti, non indossando abiti adeguati. Voi?. “I problemi che derivano dal fatto che Kim Kardashian perpetua la storia per cambiarti per adattarti ai vestiti hanno conseguenze molto negative”.

Immagini Getty:

“È la cosa più notevole perpetua la storia che non dovresti indossare vestiti della tua taglia attuale, che dovresti invece cambiare il tuo corpo. Perpetua la storia che la magra è “migliore”. Perpetua la storia che devi guardare un certo cavallo per indossare bei vestiti, il che NON è assolutamente vero. Puoi indossare bei vestiti di qualsiasi taglia»:

Ci sono effetti evidenti sulla salute mentale di una persona և autostima che questo tipo di pensiero può avere, ma volevo parlarne anche con Elena. Salute I pericoli della perdita di peso chimica. “I rischi per la salute di ciò che ha fatto Kim includono molti gravi effetti collaterali della fame, come elettroliti alterati, disidratazione, vertigini, affaticamento e vertigini”. Perdita և il rischio che gli elettroliti del nucleo cadano quando potrebbe essere necessario essere ricoverato in ospedale per reintegrare quegli elettroliti. L’effetto del rifiuto di questi alimenti è quello di aumentare le ossessioni, i pensieri negativi sull’immagine corporea e le relazioni spesso malsane. con il cibo և con il corpo. ”

Poi ho chiesto a Elena, in qualità di esperta, quale messaggio ha per le persone che, vedendo cosa ha fatto Kim, potrebbero sentirsi spinte a perdere peso. “Questo è un terribile esempio che dà, il suo comportamento perpetua i disturbi alimentari”.

“Usa le sue azioni per dire che è normale morire di fame, se per qualche motivo non è affatto vero”, ha continuato Elena. “Non fa mai bene morire di fame, in nessuna circostanza. Non dovresti mai sentirti male per non essere come un’altra persona. Siamo tutti unici, abbiamo corpi speciali, è un’occasione per festeggiare. “Ognuno è bello.”

Elena ha concluso le sue riflessioni sulla cultura della dieta e il suo impatto sulla società. “È davvero un peccato che vediamo ancora celebrità, grandi creatori di social media che promuovono abitudini alimentari orribili come Kim K. È ancora più triste. che i mass media condividano queste diete. Uno dei maggiori problemi con i social media è l’idea che devi fare qualcosa con il pretesto di perdere peso: è una storia terribile che deve andare avanti. Vorrei che le piattaforme mediatiche smettessero di farlo”.

Leave a Comment

Your email address will not be published.