Il jamboree di Berkshire Hathaway affronta la sfida del successore di Warren Buffett

L’incontro annuale di Berkshire Hathaway in Nebraska, Omaha, è stata la prima volta che gli azionisti hanno sentito personalmente il fondatore del miliardario del gruppo, Warren Buffett, dallo scoppio dell’epidemia.

Un gruppo di investitori istituzionali ha spinto il Berkshire a saperne di più sul cambiamento climatico poco dopo, mentre il 91enne ha chiarito che avrebbe potuto rifiutare l’approvazione del consiglio quando ha fatto grandi affari. America.

“Se Warren pensa che l’accordo vada bene, l’accordo è buono”, ha detto Buffett del pensiero del consiglio quando ha citato in giudizio in una riunione di sabato, ricordando agli azionisti che il Berkshire era ancora il display di Warren. “Potrei fare un accordo con chiunque, non interferisce con il processo”.

Mentre molti investitori si sono divertiti a ignorare la convenzione che da tempo caratterizza Buffett alla guida del Berkshire, il primo raduno a Omaha dalla crisi del Coronavirus ha anche aperto le porte a come la vita può cambiare quando un miliardario ne guida un altro.

Il suo successore unto, Greg Abel, vicepresidente del Berkshire, che gestisce l’enorme raccolta di attività della compagnia al di fuori delle assicurazioni, è stato in grado di vagare per la sala congressi senza riconoscersi mentre parlava con le filiali del Berkshire.

Mentre i media si avvicinavano, Abel si strinse rapidamente la mano prima di andare avanti. Il dirigente, che Buffett ha nominato vicepresidente nel 2018 insieme al capo assicurativo Ajit Jane, non ha cercato di sviluppare un’aura come Buffett e Charlie Munger, che hanno contribuito a costruire il Berkshire.

Greg Abel, Centro, Vicepresidente del Berkshire Hathaway, all’incontro annuale di Omaha. © Dan Bruellet / Bloomberg

Alcuni azionisti si sono detti delusi dalle risposte alle domande di Abel, incluso il motivo per cui la Burlington Northern Railroad, che lui sovrintende, ha perso la concorrenza.

“Tutto su Abel è stato ingannato”, ha affermato Cole Smith, presidente di Smead Capital Management, azionista di lunga data del Berkshire che sta tagliando.

Buffett ha aggiunto la risposta di Abel al BNSF, dicendo che il gruppo è stato metodico nell’apportare modifiche al suo percorso di 20.000 miglia. Ma qualsiasi scetticismo sulle risposte dell’AGM del Berkshire è oscurato dalla domanda più ampia di come sarà gestito il conglomerato quando il suo fondatore se ne andrà.

Alcuni investitori e analisti affermano che la fiducia che Buffett ha costruito nel corso dei decenni, il gruppo da 713 miliardi di dollari, nel modo in cui vuole guidare, difficilmente sarà immediata, o forse quando verrà data ad Abel.

Ci sono già segni di cambiamento. Berkshire ha concordato che le cariche di CEO e presidente, entrambe ricoperte da Buffett, saranno cedute quando se ne andrà.

Smith teme che la mossa possa scoraggiare il Berkshire, che da tempo fa affidamento su Buffett per concludere affari multimiliardari nel giro di pochi giorni. “Parte del potere del Berkshire è la velocità [in decision making]”Buffett e Munger hanno un passato che suggerisce fiducia”, ha detto.

Ha funzionato per il Berkshire a marzo, quando si è assicurata un’acquisizione da 11,6 miliardi di dollari di Allegan Insurance Company. L’accordo è stato rapidamente concluso dopo una cena con il CEO di Alleghany. Gli azionisti sono preoccupati che Abel non avrà la stessa larghezza.

Buffett ha detto che la sua “presunzione” era che il suo successore sarebbe stato collocato internamente in un altro consiglio, il che “avrebbe imposto più restrizioni, o avrebbero avuto più consultazioni su determinate questioni che con me”.

L’analista del CFRA Investment Research Group Katie Seifert spera che tali consultazioni affronteranno i problemi del cambiamento climatico, un problema su cui gli investitori del Berkshire Calpers, Federated Hermes e il piano pensionistico canadese CDPQ hanno presentato una risoluzione.

Insistendo sul fatto che i gestori patrimoniali che propongono la risoluzione non rappresentassero realmente le opinioni dei pensionati di cui gestiscono i soldi, Buffett ha affermato che “sono interessati a controllare le loro caselle”.

Seifert ha descritto la risposta di Buffett come “leggermente inquietante”, aggiungendo: “Non è il caso del capo di una società importante. [should act]. Questo deve essere preso molto sul serio”. La risoluzione sulla scoperta del clima è fallita.

Poiché gli ultimi risultati di Berkshire mostrano che il gruppo è entrato nel mercato azionario statunitense con $ 51,1 miliardi nell’ultimo trimestre և riportando un reddito operativo rispetto allo stesso periodo di un anno fa, Buffett ha offerto una forte protezione contro le operazioni della società.

“Il Berkshire è solo diverso”, ha detto agli azionisti, aggiungendo che il consiglio “capisce che la nostra cultura è il 99,99% della gestione aziendale”.

I partecipanti alla riunione annuale di Berkshire Hathaway entrano nel sito del CHI Health Center di Omaha.
I partecipanti alla riunione annuale di Berkshire Hathaway entrano nel sito del CHI Health Center di Omaha. © Dan Bruellet / Bloomberg

La domanda sollevata sabato all’AGM era se il fatto che gran parte della ricchezza di Abel provenisse dalla Berkshire Hathaway Energy piuttosto che dalla società madre abbia creato un conflitto di interessi. Abel è entrato a far parte del Berkshire nel 2000, quando il conglomerato ha acquisito MidAmerican Energy, che ha aiutato a gestire.

Questo è un problema che Buffett ha riconosciuto che il consiglio di amministrazione potrebbe un giorno prendere in considerazione. Munger, che è spesso più feroce del suo socio in affari di lunga data, ha scherzato dicendo che avrebbe voluto “avere un conflitto di interessi del genere”.

Buffett sapeva che il cambiamento era inevitabile quando se ne andò, ma alcuni investitori affermano che il consiglio ha già adottato misure per preservare una cultura che aiuta a unire un grande conglomerato di oltre 370.000 persone.

L’anno scorso, il Berkshire ha aggiunto al suo consiglio di amministrazione Chris Davis, un gestore di denaro e azionista di terza generazione del Berkshire. Anche la figlia di Buffett, Susan, è stata eletta direttrice.

“I cambiamenti del consiglio riguardano la garanzia della continuità sia dei valori che del patrimonio”, ha affermato Christopher Rosbach, chief investment officer di J Stern & Co., azionista di lunga data del Berkshire. “Ma mettono in atto persone e processi per garantire la governance [and] che quando si verifica la successione, il Berkshire mantiene l’agilità necessaria per fare i suoi investimenti. ”

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *