Il governatore della California ha firmato un ordine esecutivo sulle criptovalute

Il governatore della California Gin Newsom si rivolge a una conferenza stampa a Oakland, in California, mercoledì 9 febbraio 2022.

Gruppo Medianews / East Bay Times Via Getty Images |: Gruppo Medianews |: Immagini Getty:

Gli investitori tecnologici e le aziende in California scommettono sulle criptovalute da oltre un decennio. Ora il governatore dello stato americano con la più grande economia si unisce al partito.

Il governatore della California Gin Newsom mercoledì ha emesso un ordine esecutivo sulle criptovalute definendo una tabella di marcia per la “protezione dei consumatori” ed esplorando i modi in cui lo stato potrebbe utilizzare la tecnologia blockchain e le risorse digitali.

“Circa un quarto delle 800 aziende blockchain del Nord America si trovano in California, molto più di qualsiasi altro stato”, ha detto alla CNBC DiD Myers, direttore del consulente senior dell’Office of Economic Development di Businessom. “Abbiamo sentito da così tanti che vogliono essere qui, vogliamo aiutarli a farlo in modo responsabile”.

Newsom dirige l’Office of Business and Economic Development dello stato in collaborazione con il Dipartimento per le imprese, i servizi ai consumatori, l’edilizia abitativa e l’innovazione finanziaria della California.

L’ordine è progettato per creare un ambiente commerciale “trasparente” per le società basate su blockchain, inclusi asset crittografici, tecnologie finanziarie correlate, armonizzazione della legge federale della California, bilanciamento di benefici e rischi per i consumatori e includendo l’equità della California. “Inclusione և Tutela dell’ambiente”.

Bitcoin l’anno scorso

CNBC:

Le agenzie presenteranno le loro conclusioni e suggeriranno i passi successivi. Secondo l’ordine, “rifletterà la consultazione con le agenzie governative competenti sui prossimi rapporti federali su risorse crittografiche, priorità energetiche, prevenzione del clima e prevenzione della criminalità”.

Myers ha affermato che le agenzie intendono organizzare tavole rotonde con leader del settore, sostenitori dei consumatori e persino critici.

“Le possibilità sono quasi illimitate”, ha detto Myers. “Possiamo fare cose come rimuovere i broker dagli immobili o persino dalle offerte di auto. Possiamo usarlo per proteggere le identità delle persone e fornire vantaggi alle persone attraverso i servizi del governo. Se vendiamo le compensazioni di carbonio, possiamo assicurarci che la foresta non sia la stessa. “È in vendita due volte, perché c’è una certa registrazione che è trasparente”.

Secondo il piano della California, l’ordine sarà in linea con la proposta dell’amministrazione Biden di marzo di studiare i rischi e i benefici delle criptovalute.

Secondo la Conferenza nazionale dei legislatori statali, ci sono leggi in sospeso sulle criptovalute e altre risorse digitali in circa 37 stati. A febbraio, il New Hampshire ha emesso un ordine esecutivo proponendo nuove leggi sui bitcoin.

Aaron Klein, ricercatore presso la Brookings Institution of Economic Studies, afferma che la parte più influente del programma di Newsom è trovare il modo di trovare “soluzioni crittografiche ai problemi esistenti”.

“Sembra che la California stia cercando di far avanzare lo stato adottando nuove tecnologie assicurandosi che consumatori e investitori siano adeguatamente protetti”, ha affermato Klein.

Newsom sarà senza dubbio scettico sulle preoccupazioni speculative sugli asset digitali della criptovaluta. L’anno scorso i criminali hanno rubato la cifra record di 14 miliardi di dollari in criptovalute, secondo un rapporto della società di dati Chainalysis, e martedì la SEC ha affermato che avrebbe quasi raddoppiato il suo personale responsabile della protezione degli investitori in criptovalute.

“La blockchain esiste da decenni, non è mai stata ampiamente adottata”, ha affermato Stephen Diamond, professore di giurisprudenza all’Università di Santa Clara. “C’è un’ossessione di andare in California, per dire che ha davvero un enorme potenziale, per me alimentano l’ossessione”.

Myers ha affermato che potrebbero esserci “blocchi” per eliminare la possibilità di esaminare i cattivi attori, “assicurandosi che ci siano linee guida chiare applicabili alla protezione di tutti”.

Timothy Masad, ex presidente della Commodity Futures Trading Commission degli Stati Uniti, ha affermato che stati e governi potrebbero essere sulla stessa linea.

“Quello che non vorremmo vedere è una situazione in cui gli stati competono tra loro per impegnarsi in affari abbassando gli standard o fornendo incentivi”, ha affermato Masad.

GUARDA. La SEC promuove la criptovaluta

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *