Il GM di Maple Leafs Kyle Dubas si scioglierà finalmente dopo quattro anni di crepacuore?

Mi sono registrato sui social dopo il primo round del 5° gioco sul canale “Trend”.

I Maple Leafs sono stati in un’altra sconfitta ingloriosa che ha colpito Tampa Bay Lightning և, fortunatamente sfuggendo ai primi 20 minuti solo 2-0 nonostante una vittoria per 14-4.

L’atmosfera a Toronto, come al solito in questo periodo dell’anno, era cupa.

La tendenza numero 1. Non “Leafs” o “Auston Matthews” o qualsiasi altra star che non è bastata per 20 minuti.

Era “Step Dubas”. Ovviamente.

I Maple Leafs si sono riuniti martedì in uno dei ritorni più impressionanti del franchise degli ultimi decenni. Contro i campioni in carica per due volte, in svantaggio nel secondo e nel terzo turno, hanno dominato la partita, segnando il 71% dei gol previsti negli ultimi 40 minuti.

Le loro stelle hanno segnato uno dopo l’altro: John Tavares, Morgan Riel, William Nylander, poi Matthews, inclusa una feroce serie di tre gol in 10 minuti nel terzo periodo.

La folla aveva dimenticato per un’altra notte il licenziamento del direttore generale.


Era l’11 maggio 2018, quattro anni fa, oggi, quando Leafs ha reso Dubai uno dei più giovani grandi maestri nella storia della NHL.

La decisione è stata molto controversa. Il presidente del team Brendan Shanahan ha appena svelato Lou Lamoriello, che è stato premiato come CEO della Hall of Fame, che ha vinto tre titoli della Stanley Cup con i Devils.

Dubas, che aveva solo 32 anni, ha rotto la base di fan essendo stato promosso nel grande club dal GM Marley della piccola lega. Alcuni volevano che Lamorillo, che ha trascorso tre anni aiutando a trasformare quello che era l’ultimo nel 2016, rimanesse. Ad altri è piaciuta l’opzione che Mark Hunter dell’AGM fosse promosso sul grande podio perché hanno insistito sulla sua intelligenza di scouting.

Dubas ha avuto i suoi sostenitori lungo la strada, ma il fatto che fosse giovane, inesperto, beh, diverso, cioè usasse dati analitici, significava che ogni passo da quel giorno nel 2018 è accompagnato da uno studio aggiuntivo.

Quindi non è stata una sorpresa che prima dell’inizio dei playoff, anche dopo che i Leafs avevano raggiunto il record di 115 punti della stagione, ci fossero titoli che chiedevano la rimozione di Dubai se non avessero battuto i campioni in carica. 1a fase.

E hey, quelle colonne potrebbero ancora uscire di nuovo. I maestri potrebbero ancora farlo saltare. Abbiamo sicuramente guardato quel gioco più e più volte, proprio come sembrava all’inizio del gioco 5.

Questa è una squadra che non è mai stata in grado di esibirsi al massimo, una franchigia che non ha vinto un solo round dalla sua nascita a Dubai, che deve cercare di eliminare Lightning, il miglior talento del cast. L’era della soglia salariale NHL. I Leafs possono vincere la partita 6 di Tampa, o se non possono, giocare in casa o morire, è una domanda giusta e onesta.

Il fatto che siano così vicini a raggiungerlo dice qualcosa, però. Come il fatto che abbiano messo insieme le due migliori stagioni regolari nella storia del franchise, e solo Avalanche ha vinto più partite su base regolare dall’inizio della stagione 2020-21.

Il successo nei playoff è il protagonista di tutto. Ma il progresso è stato innegabile.


Step Dubas և Brendan Shanahan. (Credito: Bruce Bennett / Getty Images)

Dubai ha ereditato una squadra talentuosa ma imperfetta nel 2018 con una linea blu porosa e alcuni veterani che non hanno prestazioni elevate con grandi contratti. Raccogliere fondi per aprire la strada a (di nuovo) controversi secondi contratti per le sue giovani stelle è stata una priorità molto precoce.

In quel processo, ovviamente, sono stati commessi degli errori. Dubai ha scambiato ottimi giocatori (Nazem Kadri) per il primo turno, a volte senza abbastanza. Ha anche fatto scommesse su giocatori di prim’ordine come Tyson Barry che non hanno funzionato.

E la firma di Tavares è quella che continuerà a essere dibattuta quando il capitano dei Leafs entrerà nell’ultima metà del suo mandato di sette anni.

Ma anche nella filosofia del team building di Dubai c’è stata una chiara evoluzione sotto GM, probabilmente perché il front office ha visto i propri dati dietro le quinte, o forse solo vedendo i risultati così come sono. per avere un post-stagione.

Per qualsiasi motivo, le ultime due stagioni sono state notevoli passi avanti per i Leafs poiché le loro giovani stelle sono maturate e il loro cast di supporto è migliorato, specialmente nella parte posteriore.

Il focus di questa squadra è sui quattro big, rispettivamente, che hanno ereditato come grandi maestri: Matthews, Mitch Marner, Nylander և Rielli. I “Lords” sarebbero probabilmente sempre stati una squadra rispettabile, che era il loro nucleo. Il compito di Dubai, a partire dalla primavera del 2018, era quello di completare il quartetto così bene da poter un giorno battere le squadre d’élite della NHL.

Come il fulmine del 2021-22.

Il club di Lamoriello, formato quattro anni fa, dove Nikita Zaitz di Ron Hines ha giocato i migliori quattro minuti in difesa, non è riuscito a farlo, anche quando le giovani stelle giocavano per Peanut in base all’ordine di arrivo. E quello che è successo di recente a Long Island sembra sottolineare come i suoi metodi possano funzionare a Toronto nel lungo periodo.

È chiaro che la linea azzurra dei Leafs di fila sia notevolmente migliorata, grazie agli accordi di Jake Muszin (2019), Marc Giordano, Ilya Lyubushkin (entrambi in questa stagione), nonché al brillante accordo con il free agent TJ Brody. 2020): Puoi aggiungere due rivelazioni analitiche in Justin Hall (avvistato all’ECHL nel 2015) և Timothy Lillegren (bozza 2017) che Dubas era la forza trainante.

C’è anche il fatto che i Leafs hanno trovato un diamante grezzo nella memoria di rete di Jack Campbell (2019), che ha recitato nel 5° gioco con diversi incredibili salvataggi.

In generale, è un nucleo difensivo, che è stato raccolto su un budget. I sette giocatori insieme costituiscono meno di $ 20 milioni, il miglior gruppo che i Leafs abbiano avuto dai tempi delle squadre di Pat Quinn nei primi anni 2000.

I Leafs sono riusciti in qualche modo a riempire il cast della canzone aggiungendo Michael Bunting, Ilya Miche, David Kempf, Ondrej Casey, Jason Spez e Colin Blackwell per $ 1,65 milioni o meno negli ultimi anni.

Indipendentemente dal fatto che le Stelle dei Lord siano o meno il fulcro di questa lista, ora hanno più aiuto che mai, un aiuto che era inseparabile da Lightning per diventare il leader di questa serie 3-2.

È abbastanza? Եւ I migliori giocatori di Leafs possono finalmente giocare nel gioco ad eliminazione, in un modo o nell’altro la risposta verrà data nei prossimi giorni.

Indipendentemente dal fatto che Kyle Dubas abbia fatto un buon lavoro come Leafs GM è stata una risposta abbastanza comune nelle ultime due stagioni.

Non vinci così tanto per sbaglio in questo campionato.

Questo può essere controverso in questo mercato, dato che ci sono voluti quattro anni per arrivare qui. Ma al momento è difficile negarlo.

E vincere questa serie sarà la conferma finale.

(Foto in alto di Renee Johnston / Toronto Star via Getty Images)

Leave a Comment

Your email address will not be published.