Il Giorno della Vittoria della Russia assume un nuovo significato per Putin quest’anno. NATIONAL PUBLIC RADIO, RADIO PUBBLICA:

I carri armati stanno girando in cerchio giovedì durante le prove della parata militare del Giorno della Vittoria il 9 maggio nella Piazza del Palazzo di San Pietroburgo.

Dmitrij Lavetsky / AP


nascondi titolo

abilita titolo:

Dmitrij Lavetsky / AP


I carri armati stanno girando in cerchio giovedì durante le prove della parata militare del Giorno della Vittoria il 9 maggio nella Piazza del Palazzo di San Pietroburgo.

Dmitrij Lavetsky / AP

MOSCA – I russi celebreranno lunedì il Giorno della Vittoria, un evento annuale per commemorare la sconfitta dell’Unione Sovietica della Germania nazista nella seconda guerra mondiale, che quest’anno ha ricevuto ulteriori intrighi e importazioni sulla guerra russa in Ucraina.

Durante la presidenza del presidente russo Vladimir Putin, l’evento del 9 maggio ha avuto un significato politico su larga scala, con una parata militare in stile sovietico nella Piazza Rossa di Mosca, dove è stato consegnato un messaggio presidenziale.

Il Giorno della Vittoria di quest’anno arriva tra le speculazioni sia in Russia che in Occidente secondo cui Putin vuole dichiarare almeno una vittoria simbolica in Ucraina. La grande domanda è se Putin possa cercare o meno di ispirare i russi a combinare la gloria ei sacrifici del passato sovietico con un nuovo appello a combattere il regime “neo-nazista” in Ucraina.

Il Cremlino afferma che la sua “operazione militare speciale” in Ucraina sta andando “secondo i piani”. Due mesi dopo, i funzionari della sicurezza occidentale affermano che Mosca ha lottato per raggiungere i suoi obiettivi. Con poche vittorie evidenti, alcuni russi temono che Putin possa invece cogliere l’occasione per dichiarare la mobilitazione nazionale, per dichiarare formalmente guerra non solo all’Ucraina ma, eventualmente, ad altri paesi occidentali.

La Russia si è affrettata a catturare Mariupol

Tracce della ricerca del Cremlino per l’ottica della vittoria potrebbero provenire da una visita di un alto funzionario, Sergei Kiriyenko, alla città ucraina assediata di Mariupol la scorsa settimana. La sacca della resistenza ucraina è rimasta all’interno dell’acciaieria locale, ma Putin ha ufficialmente dichiarato il controllo russo di Mariupol, scatenando il flusso dei media statali russi.

I cadetti della Marina russa partecipano alla parata militare del Giorno della Vittoria il 5 maggio nella città di Sastopol, in Crimea. La parata si svolgerà il 9 maggio per commemorare la sconfitta della Germania nazista nella seconda guerra mondiale da parte dell’Unione Sovietica.

SM:


nascondi titolo

abilita titolo:

SM:


I cadetti della Marina russa partecipano alla parata militare del Giorno della Vittoria il 5 maggio nella città di Sastopol, in Crimea. La parata si svolgerà il 9 maggio per commemorare la sconfitta della Germania nazista nella seconda guerra mondiale da parte dell’Unione Sovietica.

SM:

Kirienko, vice capo di stato maggiore di Putin, ha svelato la statua di un’anziana donna ucraina che è stata trasformata in un simbolo del sostegno ucraino alle truppe russe dai media statali russi. Una donna di nome Babushka Anya è stata apparentemente uccisa dai soldati ucraini mentre li salutava con un poster sovietico, credendo erroneamente che fossero russi. Nel video rifiuta il cibo offertogli dalle truppe quando si rende conto che sono ucraini.

“È un simbolo vivente della lotta in corso contro il nazismo e il fascismo per le generazioni a venire”, ha detto Kiriyenko, facendo eco all’affermazione di Putin secondo cui le truppe russe erano in Ucraina per “disarmare” il Paese. “È diventata la nonna di tutto il Donbass, la nonna di tutta la Russia”.

La presenza di Kiriyenko a Mariupol è arrivata tra le voci russe secondo cui un consigliere del Cremlino, che normalmente sovrintende alla politica interna, è stato incaricato di integrare politicamente il territorio ucraino mentre passa alle forze russe.

Putin ha riconosciuto l’indipendenza dell’Ucraina separatista Donetsk-Lugansk poche ore prima della decisione della Russia di inviare truppe in Ucraina a febbraio. Putin ha giustificato la mossa come una missione umanitaria in difesa dei russofoni nell’area. L’intelligence occidentale afferma che il Cremlino potrebbe ora cercare l’annessione dei territori come possibile ricompensa.

La gente cammina attraverso un tunnel di stelle, che è stato creato come ornamento per il Giorno della Vittoria della Russia giovedì nel centro di Mosca. La Russia terrà una parata militare annuale il 9 maggio nella Piazza Rossa.

Alexander Nemenov / AFP Getty Images


nascondi titolo

abilita titolo:

Alexander Nemenov / AFP Getty Images


La gente cammina attraverso un tunnel di stelle, che è stato creato come ornamento per il Giorno della Vittoria della Russia giovedì nel centro di Mosca. La Russia terrà una parata militare annuale il 9 maggio nella Piazza Rossa.

Alexander Nemenov / AFP Getty Images

Il Cremlino ha avvertito della possibilità di un conflitto più ampio

La recente attenzione della Russia su quelle regioni ucraine del Donbass orientale è rallentata poiché gli Stati Uniti, i suoi alleati europei stimolano il flusso di armi e altri aiuti all’Ucraina.

L’esercito russo ha preso di mira il carico mentre il Cremlino ha intensificato avvertimenti e critiche, affermando che gli aiuti militari minacciano uno scontro militare tra le “forze NATO” russe.

Sottolineando questo messaggio, mercoledì la Russia ha condotto esercitazioni militari, imitando un attacco nucleare tattico nella sua exclave occidentale di Kaliningrad, che confina con l’Unione Europea.

Putin ha già avvertito di ritorsioni “fulminee” se l’Occidente interviene direttamente nel conflitto ucraino, l’ultimo di una retorica crescente che alimenta le teorie secondo cui Putin sta cercando un accordo pubblico per una guerra più ampia. Alla domanda se Putin avrebbe formalmente dichiarato guerra all’Ucraina il 9 maggio, un portavoce del Cremlino ha definito l’idea “una sciocchezza”.

A Mosca sono in corso i preparativi per la sfilata

Nei giorni scorsi l’esercito russo ha fatto le prove per una parata sulla Piazza Rossa, facendo rivivere la tradizione militare sovietica dell’era Putin.

Ogni 9 maggio, i russi segnano la fine della Grande Guerra Patriottica del 1945, in cui più di 20 milioni di cittadini sovietici furono uccisi in patria e all’estero. Celebrazioni e sfilate si svolgono in dozzine di città russe.

La manifestazione militare di Mosca di lunedì dovrebbe essere ridotta agli anni precedenti per riflettere la guerra in Ucraina, sulla base delle dichiarazioni del ministro della Difesa russo Sergei Shoigu. Tuttavia, Shoigu ha detto che la parata includerà 11.000 soldati, mostrerà 77 aerei, 131 veicoli, comprese le ultime basi missilistiche della Russia.

L’aeronautica russa ha promesso di fare una corsa festosa sotto forma di Z, una lettera usata per contrassegnare l’esercito russo in Ucraina. La lettera Z è apparsa anche come un simbolo controverso sia per sostenere le truppe russe che per intimidire le voci dissidenti in patria.

Ci sarà anche un aereo di epoca sovietica noto come il Cremlino volante. Questo è un centro di comando presidenziale aviotrasportato che verrà utilizzato in caso di attacco nucleare alla Russia.

Nel frattempo, Putin e il suo discorso saranno all’interno. I più accaniti sostenitori del presidente sono convinti che il loro leader troverà le parole giuste.

“La vittoria arriverà, ma non finché non sconfiggeremo tutti i nazisti in Ucraina”, ha detto Andrei, una guida turistica della Piazza Rossa di 60 anni, ansiosa di dare il suo nome completo a un giornalista occidentale.

“Putin è un uomo intelligente”, ha aggiunto mentre i caccia sorvolavano la parata. “Non annuncerà nulla senza una vera vittoria”.

Charles Mainz ha riferito da Mosca. Alina Selyukh ha contribuito a questa storia da Washington

Leave a Comment

Your email address will not be published.