Il “genius bar” di Apple vicino a Baltimora sta cercando di formare un’unione

Quando si carica un’azione articolo del patto

Martedì un gruppo di dipendenti Apple ha lanciato un’azione sindacale nel Maryland, diventando il terzo negozio a gestire l’azienda più costosa del mondo.

Gli organizzatori del Towson Mall vicino a Baltimora affermano di fornire supporto da circa un anno in coordinamento con l’Associazione internazionale dei lavoratori aerospaziali, hanno affermato due dipendenti del sindacato. Dicono di avere le firme di oltre il 65% dei dipendenti che probabilmente saranno competenti, dando loro una “maggioranza schiacciante” che sarà difficile da superare per l’azienda.

Martedì, il rappresentante di Apple ha ripetuto la risposta dell’azienda alla petizione presentata in precedenza ad Atlanta, dicendo: “Siamo fortunati ad avere membri incredibili nel nostro team di vendita al dettaglio e apprezziamo profondamente tutto ciò che portano ad Apple. Siamo lieti di offrire compensi molto elevati, vantaggi per i lavoratori part-time a tempo pieno, tra cui assistenza sanitaria, rimborso delle tasse scolastiche, nuovo congedo parentale, congedo familiare retribuito, sovvenzioni azionarie annuali e molti altri vantaggi.

Esso: Si informano gli organizzatori Il CEO di Apple Tim Cook in una lettera datata martedì, una copia della quale è stata esaminata da The Post, ha annunciato l’intenzione di formare una Coalition of Organized Retail Employees, abbreviata in AppleCore. Il sindacato intende presentare documenti al Consiglio nazionale per i rapporti di lavoro nei prossimi giorni, secondo l’organizzatore dell’IAM David DiMaria.

La spinta sindacale è l’ultimo segno di a vivace movimento lavorativo. Lo shock dell’epidemia ha spinto molti americani a riconsiderare le proprie carriere: priorità, mentre la mancanza di manodopera qualificata ha dato ai lavoratori una nuova leva. Quei venti di coda hanno aiutato i sindacati ad avanzare lavori tradizionalmente non sindacali, tra cui: Starbucks, Amazon և Apple. (Il fondatore di Amazon Jeff Bezos è di proprietà del Washington Post).

All’inizio di quest’anno, The Post ha riferito che diversi negozi Apple statunitensi stavano cercando di organizzarsi. I dipendenti del principale negozio Grand Central Terminal di New York stanno raccogliendo firme, riporta The Post, mentre il negozio con sede ad Atlanta è stato il primo a presentare documenti all’NLRB.

In una recente intervista con The Post, nove membri dello staff del Towson Mall hanno affermato di sperare che l’organizzazione desse loro un posto al tavolo su questioni come la sicurezza del coronavirus, gli orari e la retribuzione. Si sono lamentati del fatto che il sistema di pianificazione dell’azienda, gestito da un ufficio aziendale ad Austin, offre un controllo insufficiente su negozi specifici, rendendo difficile per le persone conciliare il lavoro con altri obiettivi della vita.

Alcuni hanno detto che volevano benefici essere adeguato per l’ufficio. Discutono anche Competenze tecniche sul lavoro և esperienza del prodotto li distingue dagli altri lavori di vendita al dettaglio. Altri si sono lamentati del fatto che Apple avesse aumentato il suo libro paga troppo lentamente con l’aumento dei profitti. La società ha registrato un fatturato record di 97,3 miliardi di dollari nel suo secondo trimestre la scorsa settimana, in aumento del 9% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, quasi il doppio rispetto a cinque anni fa. Ha una capitalizzazione di mercato di oltre $ 2,5 trilioni.

Ivan Barankai, professore di management presso la Wharton School dell’Università della Pennsylvania, afferma che l’ultima ondata di sindacati è dovuta a questioni che vanno ben oltre le semplici controversie su salari e benefici.

“Il problema più importante è che i dipendenti non hanno voce in capitolo”, ha detto. Le decisioni che possono avere un impatto significativo sulla vita di migliaia di dipendenti a volte vengono prese da persone che hanno pochi contatti con loro; i dipendenti spesso cadono vittime di “scelte casuali e arbitrarie”, ha affermato, senza prendere alcuna decisione. realizzati da sedi aziendali remote.

“L’epidemia ha fatto capire alle persone che lavorano in prima linea quanto valgono”, ha affermato Ken Gallagher, un impiegato di un negozio Towson da sette anni. “Più soldi vanno bene, ma ha davvero a che fare con l’agenzia”.

Definito “creativo”, Gallagher dice di trascorrere la maggior parte della sua giornata insegnando alle persone come utilizzare le funzionalità avanzate sui loro iPhone, MacBook, iPad e Apple Watch che c’erano voci su una possibile unione anche prima dell’epidemia. Ha detto che l’argomento è emerso in un gruppo di chat che ha avviato nell’app di messaggistica di Signal prima che il negozio, come molti rivenditori, fosse temporaneamente chiuso per precauzione Covid-19 nel marzo 2020.

Più di un anno dopo, Gallagher fu avvicinato da Billy Jarboe di lunga data di Apple, i quali dissero entrambi: Jarboe, un manager operativo a tempo pieno con un lavoro part-time come insegnante di yoga, era in contatto con persone che avevano precedentemente formato insegnanti di yoga a New York. È stato attraverso il contatto con lo yoga che Jarboe ha incontrato David Dimaria, l’organizzatore del sindacato dei conducenti.

Il sindacato dei macchinisti, che è più spesso associato all’industria pesante, si sta espandendo in una serie di settori, inclusi i negozi Apple, ha affermato il presidente dell’IAM Robert Martinez Jr. in un’intervista. “Quando queste parti non tradizionali verranno da noi, lavoreremo con loro”, ha detto.

dipendenti Apple Al Cumberland Mall di Atlanta il 20 aprile, ha presentato domanda per le elezioni sindacali, diventando il primo a farlo con oltre il 70% di sostegno, secondo l’American Communications Officer, che li rappresenta.

I dipendenti degli Apple Store sono al crocevia tra vendita al dettaglio e alta tecnologia. Dicono che si occupino di molti dei tipici mal di testa della vendita al dettaglio, ma molti di loro sviluppano anche competenze tecniche, coloro che hanno l’ambito status di “genio”. esempio:, sono qualificati per riparare i dispositivi dei clienti rotti.

Lindsay King, un altro sostenitore del sindacato dei negozi Towson, è un rivenditore da oltre 11 anni. All’inizio è stato commovente, ha detto. Il rilascio del nuovo prodotto ha attirato molta attenzione e lunghe code. “Era come questo posto d’élite in cui tutti volevano essere ammessi”. Tuttavia, negli ultimi anni, ha affermato, gli atteggiamenti nei confronti dei dipendenti sono diminuiti. “Ha iniziato a sembrare come qualsiasi altro lavoro in un rivenditore”, ha detto.

Il nuovo orario, meno flessibile, le ha reso più difficile essere la madre di tre figli, costringendola a prendersi dei giorni di riposo per malattia per le sue consuete esigenze di assistenza all’infanzia. Ha anche affermato che la società non ha adeguato il proprio stipendio per riflettere il mercato. I dipendenti più nuovi e inesperti, ha detto, guadagnano quasi quanto guadagnano ora.

Jarboe ha detto che l’epidemia gli ha fatto capire che si era assunto molte responsabilità manageriali senza essere adeguatamente pagato. Sentiva di avere troppo poco controllo sul suo programma. “Ho sempre avuto l’intuizione che apprezzo più di quanto vengo ricompensato. Questo è ciò che il covid mi ha aiutato ad aprire la confezione. “Ero molto preoccupato per questo”, ha detto.

Jarboe ները Altri dicono di voler avere qualcosa da considerare al lavoro, soprattutto vista la rapida crescita di Apple. “Quando è stato il nostro trimestre più importante? Quanto profitto abbiamo visto nei nostri negozi individuali come il livello più basso di dipendenti Apple?” ha detto Chaya Barrett, che detiene il titolo di “specialista creativo”.

Altri coinvolti negli sforzi del sindacato affermano che l’epidemia è stata una fonte di pressione poiché iPhone e Mac sono diventati un’ancora di salvezza quando le aziende sono improvvisamente passate al lavoro a distanza.

“Hai frustrato le persone perché qualcosa non funziona – è molto importante per loro – o ne hanno bisogno per fare il loro lavoro. “Alcune persone pensano a noi come sacchi da boxe”, ha detto Eric Brown, il cui titolo è “Genius”. “Pensano ‘il mio computer non funziona, è di Apple, tu lavori in Apple, è colpa tua.’

Leave a Comment

Your email address will not be published.