Il famoso venditore allo scoperto Elon Musk acquista azioni Twitter, riducendo la sua offerta

Il venditore nero, noto per aver rivelato una frode a Nikola Motor, ha scommesso contro Twitter, avvertendo pubblicamente che Elon Musk ha “tutte le carte da gioco” per negoziare nuovamente un prezzo più basso.

In una dichiarazione di lunedì, Hindenburg Research ha concluso che la commissione di interruzione di $ 1 miliardo non era un deterrente sufficiente, dato il cocktail malizioso di utenti gonfiati con scarsi risultati del primo trimestre. numeri per la piattaforma di social media, nonché per il continuo crollo del mercato azionario tecnologico.

Ciò consente al CEO di Tesla di esercitare pressioni sul consiglio di amministrazione di Twitter affinché accetti condizioni più favorevoli, minacciando di abbandonare del tutto l’offerta e consentire la negoziazione delle azioni, ha affermato Hindenburg.

“Riteniamo che se l’applicazione Twitter di Elon Musk scomparirà domani, il capitale di Twitter sarà ridotto del 50% rispetto al livello attuale”, ha scritto, aggiungendo che ora sta attivamente tagliando la società di social media. “Di conseguenza, vediamo un rischio significativo che l’accordo fallisca”.

Il miliardario ha risposto con una non dichiarazione segreta, che ha mostrato poco se non fosse d’accordo con l’analisi di fondo. “È interessante”, ha scritto tramite Twitter. “Non dimenticare di guardare il lato positivo della vita a volte.”

Lo studio Hindenburg è probabilmente meglio conosciuto per aver fischiato il camion a celle a combustibile a idrogeno dolcetto o scherzetto che è arrivato fino al Treasure Milton del CEO di Nicola Motors come tecnologia di propulsione proprietaria. Milton è ora in attesa di processo con l’accusa di aver mentito agli investitori.

Miliardi di potenziali risparmi

Grazie all’applicazione Twitter di Muskie, che è stata approvata all’unanimità dal consiglio alla fine del mese scorso e annunciata dal presidente Brett Taylor, le sue azioni sono state in grado di staccarsi ampiamente dal mercato tecnologico. Il valore delle azioni è ora, infatti, leggermente superiore al barometro della fiducia degli investitori nell’affare Musk, che viene offerto a 54,20 dollari.

Twitter è aumentato del 22% dal 1 aprile, quando sono state rilasciate voci su un’acquisizione del 9,2% delle azioni di Musk, chiudendo la sessione di lunedì a $ 47,96. Sebbene ciò dimostri che il mercato vede ancora rischi significativi nella transazione, è molto più resiliente rispetto al più ampio settore tecnologico. Questo eccesso non è dovuto a basi solide, ma esclusivamente alla presenza dell’offerta di Musk, che fornisce il prezzo.

Per fare un confronto, il Nasdaq Composite ha perso quasi un quinto del suo valore nello stesso periodo.

Un calo simile nell’offerta di $ 44 miliardi significherebbe che Musk potrebbe tagliare l’affare di $ 7 miliardi dopo aver pagato il dividendo. Anche un taglio conservativo del 10% dei prezzi, che riflette le condizioni di mercato prevalenti, gli farebbe comunque risparmiare miliardi.

Con l’attuale accordo che sovraccarica Twitter con circa $ 13 miliardi di debiti o quasi nove volte il suo profitto in contanti annuale (EBITDA), Hindenburg Research afferma che un prezzo più basso con un profilo di finanziamento meno aggressivo aumenterà acquistando più forte. base finanziaria.

“Il pesante onere del debito renderà ancora più difficile per Musk ridurre la sua dipendenza da Twitter dalla pubblicità, che ora rappresenta la stragrande maggioranza delle sue entrate”, ha scritto.

“Leva incredibile” per rinegoziare

Il fatto è che Musk non è l’unico accordo principale nell’accordo, quindi non è l’unico a chiedere la sparatoria.

Per evitare un’ulteriore liquidazione delle sue azioni in Tesla o per impegnare azioni in eccesso, ha recentemente chiesto aiuto ai punti vendita di Wall Street per finanziare l’accordo con oltre $ 7 miliardi da solo.

Il miliardario saudita Prince Alwaleed Bin Talal, le società di capitale di rischio Sequoia Capital e Andreessen Horowitz, così come l’exchange di criptovalute Binance, sono stati gli unici tentati da obiettivi di crescita come Twitter fino a cinque volte il loro fatturato annuo.

È probabile che questi investitori sostengano condizioni più favorevoli se vedono qualcosa di aperto a fare concessioni significative, secondo Hindenburg Research.

Poiché l’attuale offerta del CEO di Tesla era “di gran lunga superata dalle alternative”, il venditore allo scoperto ha avvertito che non c’era alternativa al consiglio di Twitter che accettare termini rivisti, una situazione che rappresentava un grave rischio per gli azionisti esistenti.

“Musk ha un’incredibile leva per rinegoziare se decide di farlo”, ha concluso Hindenburg Research.

Questa storia è stata originariamente pubblicata su Fortune.com

Leave a Comment

Your email address will not be published.