Il Cremlino sta cercando di assumere ex militari in pensione per controllare le terre ucraine necessarie. giornalista:

NUOVO:Ora puoi ascoltare gli articoli di Fox News.

Il giornalista russo ha informazioni secondo cui Mosca sta attivamente cercando di reclutare persone per governare i suoi territori occupati in Ucraina.

E non sta cercando nessuno. Prega i pensionati militari di tornare al loro lavoro.

PUTIN CREDE CHE LA CHIAVE PER VINCERE IN UCRAINA SIA “RIPETUTA”, DICE CHE NON PUO’ “PERDERE DEBOLEMENTE”, avverte il capo della CIA.

“Sembrano non avere risorse sufficienti per gestire quei territori occupati. Ed è per questo che cercano pensionati di 60 anni. “E sembrano avere problemi”, ha detto Roman Anin a Fox News. .

Anin è l’editore della rivista “Strong Stories” o “STORIES”, che fa parte del coraggioso mondo dei media indipendenti della Russia, ora in gran parte in esilio.

Afferma che alle potenziali reclute viene offerto uno stipendio che è il doppio della media nazionale di circa $ 500 al mese.

“Poiché hanno problemi in queste aree”, dice Anin, “in termini di governo del popolo, organizzazione di quei referendum, hanno bisogno di persone con esperienza militare, che in realtà sono lavori civili”.

Gli agenti di polizia hanno arrestato i manifestanti con un poster “Sono contro la guerra” a Mosca, in Russia, il 24 febbraio 2022, dopo l’attacco della Russia all’Ucraina.
(Foto AP / Dmitry Lavetsky)

Le “storie” sono state dichiarate “organizzazione indesiderabile” dal governo russo, il che significa che coloro che collaborano con l’organizzazione possono essere multati o imprigionati. La rivista mette un’etichetta di avvertimento sulle sue storie, avvertendo che la ripubblicazione di storie potrebbe essere un reato penale.

“Immaginate un giornalista che viene dal suo pubblico e dice: ‘Per favore, non ripubblicarci, per favore, non diffondere le informazioni.’ “Ma leggere e pensare, questo è quello che dobbiamo dire ai nostri lettori”, ha detto Anin, la cui squadra, come la maggior parte degli altri giornalisti russi indipendenti, ha dovuto lasciare dopo l’inizio della guerra.

Anin aveva già un procedimento contro di lei per alcuni dei suoi lavori investigativi. Ha detto che in realtà ci sono tre opzioni.

“Resta in Russia, vai in galera. Resta in Russia, smetti di lavorare. E la terza opzione è immigrare e continuare il tuo lavoro”, ha spiegato Amin. “Abbiamo deciso che tutte e tre le opzioni sono pessime, ma abbiamo pensato. “Sai, non possiamo tacere in questo momento.”

I russi che parlano chiaro non sono al sicuro a casa, dice, ma spesso non sono accettati in altri paesi.

“Avere un passaporto russo è una grande sfida”, afferma Anin. “Le sanzioni in altre parti del mondo non fanno distinzione tra giornalisti e ‘propagandisti’.

LA GIORNATA DELLA VITTORIA DELLA RUSSIA IL 9 MAGGIO.

Vediamo che la polizia arresta così rapidamente tutti coloro che esprimono anche solo un sussurro di dissenso, anche quelli che escono con un poster in bianco o semplicemente dicono “Nyet”.

Ad Anini è stato chiesto perché pensa che il presidente russo Putin sia così paranoico.

“Penso che il motivo principale sia il passato di Putin. La gente dei servizi segreti, il KGB, questo è il loro modo di lavorare. “Questo è qualcosa bloccato nei loro cervelli”, ha detto Amin. “Non si fidano di nessuno. “Non credono che nessuno possa avere le proprie convinzioni”.

Anin dice che Putin e la compagnia credono che coloro che non sono ideologicamente rinchiusi nel Cremlino siano controllati dalla CIA o dal Dipartimento di Stato americano.

“L’altro motivo (per la paranoia) è che stanno invecchiando”, ha aggiunto. “Sono al potere da più di vent’anni, perdi il senso della realtà quando sei costantemente circondato da un esercito di guardie del corpo e vivi costantemente nei bunker”.

Il presidente russo Vladimir Putin ha incontrato il suo omologo bielorusso Alexander Lukashenko al Cremlino l'11 marzo.

Il presidente russo Vladimir Putin ha incontrato il suo omologo bielorusso Alexander Lukashenko al Cremlino l’11 marzo.
(Via Mikhail Klimentև / SPUTNIK / AFP Getty Images)

“Sai, penso che questa sia una guerra giovanile contro i sovietici”, ha aggiunto Anin, nato negli ultimi giorni dell’URSS. “L’età media dei politici ucraini è di circa 40 anni, l’età media dei politici russi è di 67 anni”.

Anin non ha previsto cosa sarebbe successo lunedì quando la Russia celebrerà la sua vittoria sulla Germania nazista nella seconda guerra mondiale. Si dice sempre più che la Russia di Putin ha modellato la sua identità su questa parte del suo passato, che più diffonde una falsa storia sui nazisti e sui genocidi degli ultimi giorni, più appanna la gloria dell’eroismo del passato .

CLICCA QUI per scaricare l’app FOX NEWS

“Non parlano mai del futuro”, dice Anin del governo, “perché non possono offrire nulla al pubblico russo o al resto del mondo”. Non c’è niente di sbagliato in questa idea del “mondo russo”. Sai, ecco perché sono così concentrati sul 9 maggio su altri simboli dell’Unione Sovietica”.

Leave a Comment

Your email address will not be published.