Il clamoroso ingresso di Boris Becker nel piano pensionistico del tennis և, andato terribilmente storto.

La leggenda del tennis in bancarotta Boris Becker è andato in tribunale poche settimane fa per aver nascosto ai suoi creditori, tra gli altri preziosi successi, la Coppa di Wimbledon, che ha vinto all’età di 17 anni. Quell’aggiornamento di Becker è stata una sorpresa per un mondo che considera persino le medaglie Lemon & Spoon dei tempi della scuola come un cimelio di famiglia. Potevi sentire il suo dolore, potresti capire il suo attaccamento ai ricordi del suo glorioso passato.

Tuttavia, c’è stato un senso di inevitabile quando l’ex campione di Wimbledon è stato condannato venerdì a due anni e mezzo di carcere per non aver rimborsato un prestito di 3 milioni di euro nella sua villa di lusso a Maiorca, in Spagna.

Chi ha vissuto l’estate dell’85 non avrebbe mai voluto che un tedesco biondo fragola si separasse dalla coppa d’oro che aveva vinto, rischiando le sue membra su quei sacri ma duramente battuti prati inglesi. Quel giorno, ha giocato a un marchio di tennis che ha trasformato i giocatori forti del giorno, John McEnron և e Jimmy Connors, in ex stelle dell’era della racchetta di legno.

Era raro che nell’arena sportiva si trasmettesse meglio l’ansia dei giovani o la loro audacia promettesse tanto. All’età di 54 anni, Becker non invecchiò con grazia. Il suo viso gonfio e teso testimonia la sua vita feroce, le relazioni pericolose, le disgrazie finanziarie e i capricci di armadi costosi.

Becker, come tutti gli altri, deve affrontare le conseguenze delle sue azioni, ma solo per quella notte magica, ritieni che la legge dovrebbe evitare il processo di intrufolarsi nella sua credenza.

Più o meno nel periodo in cui Becker è apparso in tribunale il mese scorso per evitare il carcere, un altro campione di Wimbledon ha anche diffuso shock e ansia nel mondo del tennis. Solo il 25enne Ash Barty ha annunciato di non avere altra scelta che ritirarsi.

C’è un filo sottile che unisce Becker և Barti. Entrambi erano sotto i riflettori quando non erano pronti. Tuttavia, la storia mostra che i due talentuosi tennisti hanno reagito in modo diverso alla situazione dal punto di vista delle personalità opposte simili al gesso.

Nel suo ultimo addio su Instagram, Barty ha menzionato come ha cambiato il suo titolo a Wimbledon l’anno scorso come atleta umano. “Era il mio unico vero sogno che volevo nel tennis, mi ha davvero cambiato idea, mi sono sentito solo (di ritirarmi) dopo Wimbledon, ne ho parlato molto con la mia squadra”.

https://www.youtube.com/watch?v=fVZROvO50K8:

Se il Grande Slam 2021 ha fatto sentire il giocatore del Queensland come se stesse giocando sull’erba, qualche mese fa il titolo degli Australian Open gli ha dissetato. Per il poliedrico Barty, che ha raggiunto il Big Bash qualche anno fa dopo alcuni seri colpi, è arrivato il momento di cercare nuove sfide.

L’ex tennista Boris Becker arriverà al Southwark Crown Court di Londra con Lilian de Carvalho Monteiro venerdì 29 aprile 2022. / Sovvenzione per l’Alaster)

Quindi, a differenza di Becker, Bartin non aveva la forza mentale per mantenere la corona di Wimbledon dopo aver giocato a tennis competitivo per quasi due decenni? O Bart voleva di più dalla sua vita, non voleva vivere in una valigia o tornare in un hotel che in uno stadio durante la sua giovinezza?

Percorrere i percorsi di Becker և La carriera di Barty fornisce informazioni sulle priorità dell’ecosistema sportivo in evoluzione և stelle. Risponde anche ad alcune domande importanti.

L’85° Wimbledon di Becker è stata una pietra miliare molto più significativa nella storia del gioco rispetto al titolo di Barty del 2021 sull’erba. Un ragazzo tedesco troppo cresciuto in pantaloncini bianchi attillati ha camminato nel cortile centrale di Wimbledon come se fosse nel suo soggiorno. Si è tuffato sull’erba per accendere le raffiche, si è alzato rapidamente in piedi per terminare il rally. Becker era un uomo che il mondo del tennis non aveva mai visto.

È stato il primo paese del paese a vincere Wimbledon. “Il meglio dell’ingegneria tedesca”, così lo ha descritto il suo allenatore. Più di 50.000 tedeschi arrivarono a Leyme, la città natale di Becker di 10.000 persone, per ricevere un grande ricevimento.

Ma Becker aveva al suo fianco il suo allenatore, Ion Tiryak, noto come il “Brasov Bulldozer” nella cerchia dei ciclisti rumeni intimidatori. Anni dopo, Becker ricorderà la conversazione che ha avuto con lui dopo il ballo dei campioni, le apparizioni televisive mattutine britanniche e la campana del cancelliere tedesco. Il giovane Becker ascolterebbe e assorbirebbe la saggezza del Signore. L’allenatore ha elencato la sequenza che seguirà il suo successo, come dovrebbe essere pronto ad affrontare le trappole della gloria.

Ha aiutato il fatto che Becker avesse fili diversi. Aveva una comprensione profondamente filosofica della gloria. Qualche anno fa, ha parlato di come tutti vogliono essere famosi senza capire il motivo della loro ricerca. “Ho iniziato a giocare a tennis perché amo il gioco, amavo le competizioni. “Lo spettacolo secondario che accade quando vinci un grande titolo è più importante per le altre persone di te”, ha detto.

Direbbe che i “media” e i fan, che definiscono la fama, non potrebbero essere per lui. Ha detto che i giornali non avrebbero mai potuto immaginare quale sforzo avesse fatto per vincere, in più che poteva fare del suo meglio anche davanti a un campo centrale vuoto perché amava il gioco e la competizione.

“A 18 anni ero un campione multiplo del Grande Slam, avevo soldi in banca, avevo successo, ero famoso, quindi perché tornare indietro all’età di 19, 20, 21, 25 և 28? Perché amo lo sport. “Se fosse stato solo per fama, denaro o ricchezza, non avrei giocato all’età di 25 anni”, ha detto.

Quindi, quando Bart ha lasciato il gioco all’età di 25 anni, significava che gli piaceva di meno il gioco. No, anche la sensibilità degli sport cambia nel tempo.

Anche Becker è d’accordo. “Quando giocavo vivevi molto il momento, ora non puoi immaginarlo. Non c’era internet, non c’era il cellulare. A quei tempi avevamo appena The Times, The Telegraph և The Mail. Era un tipo diverso di anca. Non ci sono state lunghe conferenze stampa, non ci sono stati titoli enormi”.

Il mondo è cambiato. Partire all’inizio del 2022 è stato un atto di amore per il tuo sport preferito. Quando l’attenzione invadente per la vita personale, gli infiniti impegni aziendali, gli agenti ossessionati dai numeri diventano troppo opprimenti, quella che una volta era una passione può trasformarsi in azione.

Lo sport, al primo segnale di successo, può trasformarsi in un pozzo velenoso, quando tutto il finale del titolo sui social si trasforma in un anarchico claustrofobico, libertà di opinione per tutti. Questi giovani atleti che sono stati bombardati lotteranno sempre sotto la dura և estrema attenzione che può essere repressa dalla semplice gioia di colpire la palla con una racchetta, la semplicità di cui Becker potrebbe ripiegare in quel momento.

Bartin: I giovani di oggi sono più prudenti riguardo alla prima reputazione; hanno imparato a dare la priorità alla salute mentale. Becker potrebbe aver avuto una carriera da giocatore più lunga e più brillante, ma Bart aveva un piano di pensionamento migliore.

Leave a Comment

Your email address will not be published.