I senatori contrattano su Visa և I dirigenti di Mastercard sulle commissioni di slip

Mercoledì, i senatori hanno testato Visa և Mastercard per aumentare le commissioni per scivolare sui commercianti, che secondo loro saranno trasferite ai consumatori a causa dell’aumento dell’inflazione.

Il presidente della commissione giudiziaria del Senato Dick Durbin (D-Ill.), critico di lunga data dei giganti delle carte di credito, ha chiesto nuove regole per competere nel settore delle carte di credito per prevenire pagamenti “irragionevoli” durante un’audizione Visa. և Gestori di Mastercard. domande sulle commissioni di slip.

“I sistemi di carte di credito e di debito non sono mercati competitivi”, ha affermato Durbin. “È un buon affare per le reti dominanti, le banche più grandi, alcuni titolari di carte che hanno programmi di ricompensa ritmici, ma la piccola impresa media և il consumatore paga per questo.”

Il 22 aprile, Visa և Mastercard ha modificato le commissioni di cambio per ogni transazione con carta di credito per rimborsare le banche emittenti, pagare bonus per i consumatori e combattere le frodi.

Visa ha annunciato una riduzione delle commissioni per la maggior parte delle piccole imprese, mentre Mastercard ha affermato di aver ridotto le commissioni di transazione al di sotto di $ 5, ma le modifiche sono ancora un aumento di $ 475 milioni di commissioni annuali per i trader, secondo CMSPI. : Secondo l’Association of Retail Industry Leaders, si tratta di un calo relativamente piccolo per i rivenditori che hanno già pagato 138 miliardi di dollari in pagamenti con carta l’anno scorso.

I cambiamenti hanno innescato un’ondata di lobby da parte dei rivenditori big-box e dei loro gruppi commerciali, esortando i legislatori a reprimere le pratiche anticoncorrenziali di Visa e Mastercard, che insieme controllano circa l’80% del mercato del credito e del debito.

I loro messaggi si concentrano sui 40 anni di alta inflazione del paese. La National Retail Federation stima che la famiglia americana media paghi più di $ 700 all’anno per aumentare i prezzi per coprire le spese di slip, una cifra che aumenterà con l’aumento dell’inflazione, poiché i pagamenti in genere rappresentano dall’1 al 3% di ogni transazione.

“Quando i prezzi delle materie prime salgono, ciò che accade è che le società di carte di credito ottengono tassi di interesse più elevati su vendite più elevate. Quindi significa che ci sono più costi che dobbiamo sostenere per trasferire ai nostri clienti “, ha affermato Laura Shapira Carrett, CEO di Giant Eagle Supermarkets.

Durbin cita il CEO di Visa Al Kelly dicendo che il gigante delle carte di credito è un “beneficiario dell’inflazione” poiché costi più elevati portano a pagamenti più elevati.

I Democratici nel panel hanno affermato che i pagamenti con scontrino sono i più dannosi per gli americani a basso reddito, che hanno meno probabilità di beneficiare dei premi delle carte di credito ma devono comunque affrontare lo stesso aumento di prezzo che viene trasferito ad altri clienti. Hanno anche risposto alle preoccupazioni dei rivenditori secondo cui in molti casi i commercianti non erano in grado di negoziare le tariffe di pagamento.

“Mentre alcune aziende davvero grandi come Amazon և Walmart potrebbero essere in grado di negoziare commissioni di cambio inferiori, le piccole imprese non hanno tale potere”, ha affermato il senatore Mazi Hirono (D-Hawaii).

Durbin ha suggerito diversi modi per regolamentare il settore, come richiedere alle aziende di mostrare ai consumatori quanto denaro viene speso per le commissioni di slip, vietare le transazioni esclusive che bloccano l’emissione di più di una carta di credito alle banche e prevenire le commissioni di “addebito”. raggiungere livelli infondati”.

Ha osservato che l’Unione Europea, l’India, Israele e altri paesi hanno stabilito restrizioni sulle commissioni di cambio.

I dirigenti della carta Visa և Mastercard hanno confutato le critiche dei legislatori durante l’audizione և hanno sostenuto che limitare le commissioni di cambio potrebbe avere conseguenze indesiderate.

“Quando gli scambi sono regolati dai prezzi nei governi di tutto il mondo, si vede che l’emissione di carte di credito in quei paesi è in calo, le commissioni per quei consumatori sono in aumento e le caratteristiche e i vantaggi di quelle carte sono in calo. “Pensiamo che sarà un risultato terribile”, ha detto Bill Kidney, consigliere senior di Kelly.

I dirigenti delle carte di credito affermano che mentre Visa և Mastercard controlla gran parte del mercato delle carte di credito, quella cifra non tiene conto di altre opzioni di pagamento più comuni, come criptovalute, portafogli digitali և acquista ora, paga dopo i fornitori.

“L’ecosistema dei pagamenti non è mai stato così competitivo come lo è oggi”, ha affermato Linda Kirkpatrick, Presidente di Mastercard per il Nord America.

Diversi senatori repubblicani della giuria si sono chiesti se ci fosse abbastanza concorrenza nel settore delle carte di credito e hanno espresso preoccupazione per il fatto che i piccoli rivenditori stessero lottando con l’aumento dell’inflazione e problemi della catena di approvvigionamento. Ma hanno detto che i pagamenti degli scontrini non erano la forza trainante dell’inflazione storica del paese.

“Se stiamo parlando di avere un impatto significativo sulla riduzione dei prezzi al consumo, allora dobbiamo parlare di una serie di altre politiche. Non fa molta differenza “, ha affermato il senatore Tom Tillis (RN.C.), riferendosi alle proposte per regolamentare le commissioni di cambio.

I repubblicani sono stati cauti riguardo alla regolamentazione dei pagamenti con carta di credito, citando uno studio del Government Accountability Office che ha rilevato che il cambiamento di Durbin nel Dodd-Frank Wall Street Consumer Reform Act, che limita gli scambi di carte di debito, ha spinto le banche a spingere per più credito. controlli. dopo l’entrata in vigore dei conti.

“C’è un atto di equilibrio qui che dobbiamo approvare, che qualsiasi azione futura deve essere attentamente considerata per un possibile impatto”, ha affermato il senatore Chuck Grassley (R-Iowa), un membro della commissione.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *