I registri del tribunale mostrano la sparatoria di Adrian Payne, nel Michigan

Dettagli più tragici sono emersi dalla sparatoria di Adrian Payne a Orlando, in Florida, lunedì.

L’ex star del basket del Michigan, secondo i documenti del tribunale, è andato con la sua ragazza per aiutare una conoscente, che avrebbe avuto una relazione violenta, quando il sospetto, Lawrence Dorothy, ha sparato e ucciso Payne. I deputati dell’ufficio dello sceriffo della contea di Orange hanno affermato che il 31enne Payne era disarmato.

Payne, che ha giocato per gli Spartans dal 2010 al 2014, è stato ucciso a colpi di arma da fuoco all’1:33 di lunedì ed è stato dichiarato morto alle 2:23 dopo essere stato portato all’AdventHealth Hospital East di Orlando.

Il Michigan Senior Center Adrian Payne porta la sua ospite speciale Lacey Holsworth in tribunale, dove è stato premiato il 6 marzo 2014 presso l'Arcelian Lansing Center di Breslin.

[ Social media floods with tributes for former MSU star, Atlanta Hawk Adreian Payne ]

Dorit, 29 anni, è stato arrestato nella sua abitazione sul luogo della sparatoria ed è stato accusato di omicidio di primo grado con arma da fuoco. Dorothy si è dichiarata non colpevole martedì mattina e si è dichiarata non colpevole, secondo i documenti del tribunale.

In una dichiarazione, la ragazza di Payne ha detto agli investigatori di aver chiesto a Payne di venire a casa dell’assassino. Il suo nome era scritto nel rapporto. Erano lì, secondo la testimonianza, per aiutare la ragazza di Dorothy, Tatiana Mesa.

Leave a Comment

Your email address will not be published.