I prezzi del gas raggiungono $ 4,37 per gallone dopo essere aumentati di 17 centesimi a settimana a causa dell’aumento dell’inflazione

I prezzi del gas sono aumentati di 17 centesimi in una sola settimana negli Stati Uniti, raggiungendo un livello record a causa dell’aumento della domanda e dell’aumento dei prezzi del petrolio.

Il prezzo medio nazionale per un gallone di benzina normale è stato di $ 4,37, ha riportato l’AAA martedì.

Questo è superiore al precedente record di $ 4,33 stabilito l’11 marzo. I conducenti avevano una media di $ 2,94 al gallone un anno fa in questo momento.

Gli analisti affermano che è improbabile che i prezzi delle materie prime scendano finché l’offerta è limitata.

La portavoce di AAA Mid-Atlantic Tracy Noble afferma che la ricarica per i conducenti negli Stati Uniti ora costa in media $ 23 in più rispetto a un anno fa.

Il record arriva poco più di una settimana dopo che un sondaggio ha rilevato che circa il 44% degli americani disapprova il trattamento riservato da Biden all’economia statunitense, secondo un sondaggio Reuters/Ipsos.

I prezzi del gas negli Stati Uniti sono aumentati di 17 centesimi in una sola settimana, quando hanno raggiunto livelli record a causa dell’aumento della domanda e dell’aumento dei prezzi del petrolio.

Il record di $ 4,37 è superiore al precedente record di $ 4,33 dell'11 marzo.  I conducenti stavano pagando una media di $ 2,94 per gallone un anno fa in questo momento.

Il record di $ 4,37 è superiore al precedente record di $ 4,33 dell’11 marzo. I conducenti stavano pagando una media di $ 2,94 per gallone un anno fa in questo momento.

Gli analisti affermano che è improbabile che i prezzi delle materie prime scendano finché l'offerta è limitata

Gli analisti affermano che è improbabile che i prezzi delle materie prime scendano finché l’offerta è limitata

Biden intende tentare di attaccare l’inflazione dividendo ancora una volta i repubblicani “ultra MAGA” su una questione che sta emergendo come responsabilità del suo partito nelle elezioni suppletive.

Biden, che ha fatto il suo debutto contro l’AIEA la scorsa settimana, rimprovererà ancora una volta il senatore repubblicano del Wisconsin Rick Scott per il suo piano per assicurarsi che ogni americano sia “magro nel gioco” e paghi almeno alcune tasse.

“Ai repubblicani piace usare l’inflazione come punto di conversazione politica, ma qualcuno sa qual è il loro piano per ridurre i prezzi?” ha detto un funzionario della Casa Bianca, che ha chiesto di non essere nominato.

I mercati si sono indeboliti questa settimana dopo che la Fed ha aumentato i tassi di interesse di mezzo punto percentuale per controllare l’inflazione, con i prezzi al consumo in aumento dell’8%.

La questione dell’aborto viene sollevata come un fattore X nelle elezioni a seguito della fuga di una bozza di sentenza della Corte Suprema che rovescerebbe Ron v. Wade. Ma i repubblicani affermano che gli elettori incolperanno Biden e il suo partito per l’inflazione record, secondo Biden.

Secondo il volantino informativo della Casa Bianca. “Il presidente Biden ha un piano per combattere l’inflazione riducendo la spesa delle famiglie, riducendo il deficit federale e chiedendo alle grandi società, gli americani più ricchi, di pagare la loro giusta quota. “I repubblicani al Congresso, guidati dal senatore Rick Scott, hanno chiesto una nuova tassa minima per i vigili del fuoco e gli insegnanti della classe media, il che significherebbe una media di 1.500 dollari in meno nelle tasche delle famiglie ogni anno”.

Un nuovo sondaggio mostra che gli americani

Un nuovo sondaggio mostra che gli americani “non approvano l’economia di Biden” e la considerano il problema principale del Paese, circa sei mesi prima delle elezioni di medio termine di novembre.

Le turbolenze economiche degli elettori potrebbero essere un potenziale ostacolo agli sforzi dei Democratici per mantenere il controllo del Congresso a novembre.

Le turbolenze economiche degli elettori potrebbero essere un potenziale ostacolo agli sforzi dei Democratici per mantenere il controllo del Congresso a novembre.

Questa è solo una delle poche questioni, come l'immigrazione և la classe media, di cui gli intervistati sono insoddisfatti di Biden.

Questa è solo una delle poche questioni, come l’immigrazione և la classe media, di cui gli intervistati sono insoddisfatti di Biden.

Il presidente Joe Biden ha incolpato Vladimir Putin per l'aumento dell'inflazione dopo che l'indice dei prezzi al consumo ha raggiunto il livello più alto degli ultimi 40 anni.

Il presidente Joe Biden ha incolpato Vladimir Putin per l’aumento dell’inflazione dopo che l’indice dei prezzi al consumo ha raggiunto il livello più alto degli ultimi 40 anni.

Secondo le ultime statistiche disponibili del Dipartimento del Lavoro, i prezzi dei beni di consumo sono aumentati in media dell’8,5% a livello nazionale a marzo, il livello più alto dal 1981.

A ciò si aggiunge la sfortunata invasione russa dell’Ucraina, giunta alla sua settantaseiesima giornata.

Il rapporto sull’inflazione del mese scorso, il primo quadro completo dell’impatto della guerra sulla catena di approvvigionamento globale, mostra che i prezzi alla pompa sono aumentati drasticamente del 49%.

Un sondaggio condotto mercoledì mostra che un enorme 77% degli elettori americani pensa che l’economia sia povera. diviso per il 47 per cento che dice che è “un po’ povero” և il 30 per cento che valuta l’economia come “molto povera”.

E mentre il costo di tutto, dal gas, all’affitto, dall’energia al cibo, aumenta, aumenta anche l’impazienza degli elettori nei confronti di Biden.

L'indice dei prezzi al consumo a marzo è aumentato dell'8,5% rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso, la cifra più alta degli ultimi 41 anni

L’indice dei prezzi al consumo a marzo è aumentato dell’8,5% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, la cifra più alta degli ultimi 41 anni

La chiusura delle raffinerie a causa di “manutenzioni programmate” e interruzioni impreviste ha fatto aumentare i prezzi del carburante, anche se gli Stati Uniti e altri paesi hanno adottato misure per aumentare le forniture globali di materie prime.

Le riserve mondiali di carburante stanno diminuendo poiché la domanda è tornata a livelli epidemici. Le forniture si sono intensificate dopo l’invasione dell’Ucraina dalle sanzioni imposte alla Russia dagli alleati degli Stati Uniti.

A causa dell’epidemia, il mondo ha perso 1 milione di barili di capacità di raffinazione e 1,5 milioni di barili di forniture di petrolio, ha affermato lunedì il CEO di HF Sinclair Corp. Mike Jennings.

“Questo è il 2,5 per cento del consumo mondiale, è un numero importante”, ha detto Jennings.

In primavera, le raffinerie di petrolio danno la priorità alla produzione di benzina rispetto al clima più caldo quando l’auto viene avviata. Nelle ultime settimane, tuttavia, hanno aumentato la produzione di distillazione per soddisfare la domanda di carburante per jet e diesel in Europa, America Latina e Stati Uniti poiché le sanzioni occidentali a Mosca hanno limitato le esportazioni russe.

“Durante il profitto dell’impianto di trasformazione, parlano del fatto che lavorano a tutto vapore. L’uso della raffineria rimarrà molto elevato durante tutto l’anno “, ha affermato Gary Cunningham, direttore delle ricerche di mercato presso Tradition Energy.

Il carburante diesel alla pompa ha raggiunto il record di $ 5,45 per gallone questa settimana.

In primavera, le raffinerie di petrolio danno la priorità alla produzione di benzina rispetto al clima più caldo quando l'auto viene avviata.  Il dipendente del servizio postale degli Stati Uniti riempie la sua auto a Garden Grove, in California, nel marzo 2022

In primavera, le raffinerie di petrolio danno la priorità alla produzione di benzina rispetto al clima più caldo quando l’auto viene avviata. Il dipendente del servizio postale degli Stati Uniti riempie la sua auto a Garden Grove, in California, nel marzo 2022

I prezzi del diesel superiori a $ 6,50 al gallone sono in mostra presso la stazione di servizio Chevron il 2 maggio 2022, nella Mill Valley, in California.  Il carburante diesel ha raggiunto il record di $ 5,45 al gallone questa settimana

I prezzi del diesel superiori a $ 6,50 al gallone sono in mostra presso la stazione di servizio Chevron il 2 maggio 2022, nella Mill Valley, in California. Il carburante diesel ha raggiunto il record di $ 5,45 al gallone questa settimana

Tuttavia, i prezzi del carburante negli Stati Uniti rimangono significativamente inferiori rispetto ad altri grandi consumatori, come Regno Unito, Giappone e Francia, dove tasse più elevate aumentano il costo del carburante.

“Non vedo che questo sarà risolto non prima del 2023, quando sarà disponibile una maggiore capacità di raffinazione in Medio Oriente e in Asia”, ha affermato Patrick Dehan, responsabile dell’analisi del petrolio presso GasBuddy.

Il greggio statunitense, il più grande valore di importazione per le raffinerie, è sceso di quasi $ 20 da un livello record di marzo, poiché le forniture di milioni di barili di riserve strategiche statunitensi sono aumentate a causa della ridotta domanda di coronavirus in Cina.

Tuttavia, le scorte di merci sono ancora in calo. Le scorte di benzina negli Stati Uniti sono diminuite del 3% anno su anno a 228,6 milioni di barili, secondo il Dipartimento dell’Energia degli Stati Uniti.

“Penso che possiamo aspettarci, dato che le economie rimangono ragionevolmente forti, che i prezzi delle materie prime, in particolare i nostri prezzi delle materie prime, saranno relativamente alti”, ha affermato Jennings.

Leave a Comment

Your email address will not be published.