I prezzi dei bitcoin stanno scendendo insieme alle azioni


New York
Affari CNN:

Tanto che bitcoin è oro digitale.

La criptovaluta più costosa del mondo è scesa del 5% lunedì dopo essere caduta di nuovo nel fine settimana. I prezzi dei bitcoin sono ora scesi di quasi il 15% nell’ultima settimana. A poco meno di $ 32.000, bitcoin è più del 50% inferiore al suo massimo storico di circa $ 69.000, al suo punto più basso da luglio 2021.

Anche altre criptovalute, a volte chiamate altcoin, sono state duramente colpite. Ethereum, binance, solana և cardano sono scesi di circa il 15% nell’ultima settimana, mentre il dogecoin preferito di Elon Musk è sceso del 10%.

Le criptovalute si stanno rivelando rischiose quanto le azioni: soggette alle stesse preoccupazioni del Dow, dell’S&P 500 e del Nasdaq.

“Il trading di asset digitali volatili non era raro negli anni precedenti”, ha affermato Michael Kamerman, CEO di Skilling. “Le criptovalute si stanno muovendo sempre più contemporaneamente ai titoli tecnologici, mentre gli investitori sono trattati come ‘attività rischiose’ e spesso si ritirano negli angoli più sicuri del mercato durante la volatilità del mercato”.

Kamerman ha affermato che a lungo termine bitcoin è ancora in crescita. Più hedge fund, altre grandi istituzioni stanno iniziando a investire in criptovalute e anche alcune banche centrali globali stanno iniziando ad accettarlo.

Ma ha aggiunto che “il bitcoin non è protetto dal rischio di inflazione globale, che si estende alla maggior parte degli asset. Pertanto, dobbiamo aspettarci che la tendenza al ribasso continui”.

Le preoccupazioni per l’inflazione, le preoccupazioni per un forte aumento dei tassi di interesse da parte della Federal Reserve և Le preoccupazioni per un possibile rallentamento della crescita economica hanno scosso Wall Street և I rendimenti obbligazionari sono aumentati drasticamente.

I rendimenti dei buoni del tesoro a 10 anni sono ora leggermente al di sopra del 3,1%, più che raddoppiando quest’anno. Il rendimento delle obbligazioni a lungo termine è ora al livello più alto da novembre 2018.

La crescita del rendimento ha anche contribuito a rafforzare il valore del dollaro, che tende a crescere insieme ai tassi di interesse. L’indice del dollaro USA è attualmente scambiato vicino al livello più alto degli ultimi 20 anni. Questa è una cattiva notizia per bitcoin, poiché molti sostenitori delle criptovalute indicano la debolezza del dollaro come segno di aumento delle valute digitali.

Poiché il tasso di cambio (և dollaro) continua a salire, alcuni scettici sulle criptovalute ritengono che il trading di bitcoin sia appena iniziato. La Federal Reserve sta iniziando a ritirare gli acquisti mensili di obbligazioni e altri incentivi che potrebbero essere cattive notizie per tutti i tipi di attività speculative.

“La forte inversione di tendenza della liquidità da parte della Fed farà esplodere la bolla dell’era epidemica nelle criptovalute, nelle società tecnologiche redditizie e nelle azioni”, ha affermato Jay Hatfield, chief investment officer di Infrastructure Capital Management, InfraCap Equity Income ETF.

Hatfield ha affermato di pensare che il bitcoin potrebbe scendere a $ 20.000 entro la fine dell’anno.

Il crollo delle criptovalute danneggia anche diversi titoli sotto l’influenza dell’industria. Il broker Coinbase è sceso del 17% lunedì, in calo di oltre il 65% quest’anno. Robinhood, che consente alle persone di acquistare e vendere alcune criptovalute, è diminuito di oltre il 45% nel 2022.

E le azioni di diversi minatori di criptovalute, società che gestiscono server che risolvono complessi enigmi matematici necessari per creare nuovi bitcoin e altre criptovalute. Hive Blockchain (HVBTF), Marathon Digital Holdings (MARA) և Riot Blockchain (RIOT) sono scesi dal 50% al 60% quest’anno.

La massiccia inversione di tendenza di questi altri titoli tecnologici è un segno di un’atmosfera di mercato in rapida evoluzione quest’anno. L’indice CNN Business Fear & Greed, che misura sette indicatori del sentimento del mercato, è in uno stato di estrema paura.

Gli investitori possono continuare a evitare le criptovalute volatili a favore di rifugi sicuri come le azioni blue chip che pagano dividendi.

I trader sono “più riluttanti ad assumersi il rischio aggiuntivo associato all’industria delle criptovalute”, ha affermato Tammy Da Costa, analista di DailyFX.

Ha aggiunto che “il futuro delle singole monete o token rimane discutibile”, che “un aumento dei tassi di interesse rischia di mettere a repentaglio il potenziale di profitto a breve termine” per bitcoin, etherium e altre criptovalute approvate.

Leave a Comment

Your email address will not be published.