I missili hanno colpito l’Ucraina di Odessa dopo che la Russia ha celebrato la vittoria nella seconda guerra mondiale

  • Putin guida le celebrazioni della vittoria sovietica nella seconda guerra mondiale
  • L’Ucraina afferma che i razzi hanno colpito il porto meridionale di Odessa
  • Le forze russe attaccano l’acciaieria Azovstal
  • Zelensky ha detto che la vittoria dell’Ucraina è garantita

KIEV / Kharkiv, Ucraina, 10 mag. (Reuters) – Edifici a Odessa sono crollati martedì dopo che le forze del Cremlino hanno lanciato razzi contro il porto meridionale dell’Ucraina. La vittoria dell’Unione Sovietica contro la Germania. La seconda guerra.

Mentre Putin è rimasto in silenzio su qualsiasi piano di escalation in Ucraina, lunedì un nuovo round di truppe russe ha innescato una battaglia per schiacciare le ultime truppe ucraine di stanza presso l’acciaieria devastata di Mariupol.

“Stai combattendo per la patria, per il suo futuro, affinché nessuno dimentichi le lezioni della seconda guerra mondiale. “In modo che non ci sia posto nel mondo per carnefici, carnefici, nazisti”, ha detto Putin.

Iscriviti ora per un accesso illimitato GRATUITO a Reuters.com

Nel suo discorso di lunedì, il presidente ucraino Vladimir Zelensky ha promesso la vittoria agli ucraini.

“Nel Giorno della Vittoria contro il nazismo, stiamo combattendo per una nuova vittoria. La strada per raggiungerla è difficile, ma non abbiamo dubbi che vinceremo”, ha detto Zelensky.

A Odessa, il principale porto di esportazione di prodotti agricoli, una persona è rimasta uccisa e cinque sono rimaste ferite quando sette razzi hanno colpito un centro commerciale e un magazzino, hanno riferito su Facebook le forze armate ucraine.

Il video della scena mostra i vigili del fuoco che pettinano i cumuli di detriti, spruzzando detriti ancora fumanti.

L’Ucraina, uno dei principali produttori di mais e grano, ei suoi alleati hanno intensificato gli sforzi per sbloccare i porti o fornire modi alternativi di esportazione di grano, grano e mais.

Lunedì il presidente del Consiglio europeo Charles Michel ha visitato Odessa, chiedendo una risposta globale all’Ucraina.

L’incontro tra Michel e il primo ministro ucraino Denis Shmihal a Odessa è stato interrotto da un attacco missilistico, che ha lasciato gli uomini in un rifugio antiaereo, secondo la pagina Twitter ufficiale di Shmihal.

Nella città di Bogodukhov, a nord-ovest di Kharkov, quattro persone sono state uccise e diverse case distrutte dagli attacchi russi, secondo quanto riferito dai media locali.

Martedì mattina presto si sono sentiti attacchi aerei in alcune parti dell’Ucraina orientale, tra cui Luhansk, Kharkov e Dnepr.

Il ministero della Difesa ucraino ha affermato che le forze russe, con l’aiuto dell’artiglieria dei carri armati, stavano effettuando “operazioni offensive” nello stabilimento Azovstal di Mariupol, dove centinaia di difensori ucraini erano stati difesi per mesi sotto assedio.

Mariupol si trova tra la parte della penisola di Crimea controllata dai separatisti sponsorizzata dalla Russia, “parti dell’Ucraina orientale”, che è sotto il controllo russo. La presa della città consentirà a Mosca di collegare i due territori.

“Disinformazione REVISIONISTA”

Più di 5,5 milioni di ucraini sono fuggiti dal loro paese da quando la Russia ha invaso il 24 febbraio, secondo le Nazioni Unite, che l’hanno definita la crisi dei rifugiati in più rapida crescita in Europa dalla seconda guerra mondiale.

I guadagni di Mosca dall’invasione, tuttavia, sono stati nel migliore dei casi lenti, mostrando pochi guadagni oltre il confine a est e oltre.

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden si è detto preoccupato che Putin “non abbia via d’uscita ora, sto cercando di scoprire cosa stiamo facendo al riguardo”.

Fonti affermano che i legislatori democratici negli Stati Uniti hanno accettato di offrire 40 miliardi di dollari in aiuti all’Ucraina, incluso un massiccio pacchetto di nuove armi. leggi di più

All’inizio della giornata, la Casa Bianca ha descritto le osservazioni di Putin come “una storia revisionista che è stata male informata”.

La vittoria dell’Unione Sovietica nella seconda guerra mondiale ottenne uno status quasi religioso in Russia sotto Putin, che si riferì alla “Grande Guerra Patriottica” in quella che definì una “operazione militare speciale” in Ucraina.

I paesi occidentali considerano una falsa analogia giustificare un’aggressione non provocata.

“Non può esserci giorno di vittoria in Ucraina, solo umiliazione, senza dubbio sconfitta”, ha affermato il segretario alla Difesa britannico Ben Wallace.

L’ambasciatore russo in Polonia è stato circondato da manifestanti dipinti di rosso durante la cerimonia di commemorazione. L’ambasciatore Sergey Andre, il cui viso gocciolava e la sua maglietta era dipinta, si è detto “orgoglioso del mio paese, del mio presidente”.

Rifugio alla stazione della metropolitana di Kharkov, la seconda città di lingua russa in Ucraina, bombardata incessantemente dai primi giorni di guerra. Vira Mikhailivna, 90 anni, sopravvissuta alla seconda guerra mondiale, seppellì le guance in lacrime tra le mani.

“Non pensavo che potesse mai succedere a noi”, ha detto. “Questo giorno era una grande festa.”

Iscriviti ora per un accesso illimitato GRATUITO a Reuters.com

Ulteriori rapporti di Alexander Kozhukhar a Lviv, Ronald Popescu a Winnipeg, Lydia Kelly a Melbourne և Reuters.. Scritto da Rami Ayub և Lincoln Fest; A cura di Himani Sarkar

I nostri standard. Principi di Thomson Reuters Trust.

Leave a Comment

Your email address will not be published.