I franchisor di McDonald’s temevano che il nuovo sistema di valutazione alienasse i dipendenti

I proprietari dei franchise di McDonald’s sono preoccupati per un nuovo sistema di classificazione che il gigante del fast food prevede di introdurre all’inizio del prossimo anno, con alcuni che affermano che è stato un brutto momento a causa della pressione senza precedenti da parte della forza lavoro.

L’azienda prevede di lanciare nel gennaio 2023, chiamato Operations PACE, che sta per Performance and Customer Excellence. McDonald’s osserva che la sua recensione di 60 pagine sul “clima aziendale sta cambiando” del sistema PACE, vista dalla CNBC. և dice di aver bisogno di “un nuovo approccio che ci aiuti a raggiungere i nostri obiettivi di crescita”.

Alcuni franchisor, tuttavia, temono che il nuovo processo danneggi le operazioni e alieni i dipendenti in un mercato del lavoro ristretto. Il programma richiede da sei a 10 visite annuali da parte dell’azienda և a valutatori di terze parti in ciascun sito, che si sovrappongono ad altre ispezioni, come le normative locali sulla sicurezza alimentare. McDonald’s ha circa 13.000 sedi in franchising negli Stati Uniti.

Altri proprietari temono che ciò porterà a un approccio meno cooperativo alle transazioni, con stime più difficili, secondo due sondaggi separati su tre persone a conoscenza del problema. Queste persone si sono rifiutate di pubblicare i loro nomi perché non sono autorizzate a parlare pubblicamente del PACE.

“Uccide solo il morale, perché l’attuale ambiente di reclutamento è altrettanto duro, non posso permettermi di perdere più persone”, ha detto uno dei franchisor con decenni di esperienza e quasi una dozzina di sedi. Quest’uomo ha 500 dipendenti, ma meno di 100, anche se paga 16 dollari l’ora.

Il proprietario ha affermato che in passato i sistemi di valutazione di McDonald’s erano più cooperativi e avevano obiettivi concordati di comune accordo. “Non puoi migliorare le cose dicendo ai miei capi che hanno fallito”, ha detto l’uomo.

McDonald’s ha sostenuto un nuovo piano di valutazione.

“Dobbiamo rimanere concentrati sul mantenimento dei nostri standard di eccellenza di fama mondiale nei nostri ristoranti focalizzati sul laser. “Questo sistema completo di gestione delle prestazioni, progettato con il continuo investimento dei franchisor, offrirà supporto e formazione su misura ai ristoranti per aiutarli a garantire un’esperienza McDonald’s senza interruzioni che farà tornare i clienti”, ha affermato la società. “Visite di studio facoltative sono offerte nel 2022, prima del lancio ufficiale nel gennaio 2023, per conoscere il nuovo sistema per dare tempo ai ristoranti”.

La società ha aggiunto che il quadro di valutazione include risorse personalizzate per aiutare i franchisor a migliorare le operazioni quotidiane, aumentare le vendite, la redditività e aumentare il traffico degli ospiti.

Le aziende continuano a subire pressioni per assumere e trattenere dipendenti. Il costo del lavoro è aumentato anche in McDonald’s e in altre aziende di fast food, con i franchisor che aumentano i prezzi insieme ai salari e la crescente concorrenza per i dipendenti. C’è una crescente pressione sindacale su vari ristoranti e rivenditori in tutto il paese, dove i dipendenti Starbucks stanno aprendo la strada nel settore alimentare, poiché i dipendenti sostengono vantaggi e condizioni migliori.

Le tensioni con il franchisor non sono nuove per un’azienda in cui gli affari negli Stati Uniti sono stati forti, anche a fronte di problemi commerciali in corso e costi record. L’ex CEO Chris Kempchinski ha affermato che la diversità dei proprietari dell’azienda riflette le diverse opinioni del pubblico. I proprietari e l’ultimo McDonald’s si scontrano pubblicamente sulle tariffe tecnologiche

La National Owners Association, un gruppo di franchisee indipendente che difende gli interessi dei proprietari di McDonald’s, ha recentemente condiviso con i suoi membri un’indagine interna PACE vista dalla CNBC. L’indagine ha mostrato che il 71% è stato formato finora dal PACE e solo il 3% degli operatori di ristoranti che hanno risposto ha affermato che il curriculum di valutazione pianificato è un riflesso accurato dell’azione. Più della metà pensava che fosse accurato o alquanto impreciso. La richiesta è stata inviata a 900 proprietari, hanno ricevuto fino a 500 risposte.

Quasi un quarto pensava che avrebbe aiutato o in una certa misura avrebbe aiutato l’azione. Inoltre, il 64% ha affermato che l’ambiente del personale si è deteriorato o in una certa misura si è deteriorato, il che indica che i proprietari sono delusi dall’introduzione di questo nuovo sistema in questo momento. Più dell’80% ha affermato che non sarebbe utile per gli obiettivi dell’azienda “priorità delle persone”. Una lettera separata a un membro del consiglio della NOA afferma che i dirigenti stanno lavorando con l’azienda su proposte per ridurre la pressione sui progetti.

“Chi, con la mente giusta, metterà così tanta pressione sull’industria travagliata ampiamente conosciuta?” [and its] “I dipendenti stanno affrontando la peggiore carenza di manodopera della storia, l’aumento dell’inflazione, l’aumento dei prezzi, i timori di un’epidemia e molto altro, creando un programma di lavoro simile al PACE”, ha affermato una fonte nella gestione dell’affiliato.

Anche un recente sondaggio condotto da Kalinowski Equity Research, che ha coinvolto più di 20 proprietari che gestiscono più di 200 ristoranti, ha espresso una certa insoddisfazione per il PACE. Include i commenti degli operatori che sottolineano ciò che alcuni considerano un momento di rilascio sconsiderato.

“Gli audit PACE ci impediranno di vendere edifici e aumenteranno il fatturato dei nostri dipendenti. “È il momento peggiore nella storia del sistema per implementare un programma del genere”, ha affermato un intervistato. “Stop ai programmi PACE, che rovineranno il personale su cui dobbiamo lavorare”, ha detto un altro. Nel complesso, l’indagine sulla proprietà classifica il rapporto del franchisor con le società su una scala da 1,19 su una scala da 1 a 5, il terzo punteggio peggiore nella sua storia dalla metà del 2003.

Un altro franchisee, che ha decenni di esperienza in più di una dozzina di posti, ha affermato che i dipendenti si stavano ancora riprendendo dall’epidemia e che il sistema era “obsoleto”. Il proprietario ha più di 500 dipendenti.

“PACE avrà” estranei che verranno, avranno una piccola esperienza con l’esperienza del ristorante, valuteranno, comunicheranno con il mio staff”, ha detto questa persona. “Il problema per me non è la valutazione, il problema per me è che la mia forza lavoro è fragile”.

Leave a Comment

Your email address will not be published.