I dipendenti di Twitter fanno barbecue il CEO Parag Agravali per i timori della migrazione di Musk | Twitter:

Venerdì, il CEO di Twitter Parag Agraval ha cercato di sedare la rabbia dei dipendenti durante una riunione su larga scala dell’azienda, in cui i dipendenti hanno chiesto risposte su come i manager intendono regolare l’emigrazione di massa prevista da Elon Musk.

L’incontro è arrivato dopo che Musk, l’amministratore delegato di Tesla, che ha firmato un accordo da 44 miliardi di dollari per acquistare la società di social media, ha ripetutamente criticato la moderazione dei contenuti di Twitter և l’alto dirigente incaricato della parola և per la politica di sicurezza.

Durante una riunione in città, i dirigenti hanno affermato che la società avrebbe rintracciato il personale ogni giorno, ma era troppo presto per dire in che modo l’accordo di acquisto con Musk avrebbe influito sulla fidelizzazione del personale.

Musk ha suggerito che i creditori tagliassero gli stipendi degli amministratori delegati del consiglio, ma l’esatto taglio dei costi rimane poco chiaro, secondo fonti che hanno familiarità con la questione. Secondo una fonte, Musk non prenderà la decisione di tagliare i posti di lavoro fino a quando non assumerà la proprietà di Twitter.

“Sono stanco di sentire parlare del valore e della lealtà degli azionisti. Quali sono i tuoi pensieri onesti sull’alta probabilità che molti dipendenti non avranno un lavoro dopo la chiusura dell’affare? ” Uno dei dipendenti di Twitter ha posto ad Agrawal una domanda che è stata letta ad alta voce durante l’incontro.

Agraval ha risposto che Twitter si è sempre preso cura dei suoi dipendenti, continuerà a farlo.

“Credo che il futuro di Twitter continuerà a preoccuparsi del suo impatto sul mondo e sui suoi clienti”, ha affermato.

I dirigenti hanno affermato durante l’incontro che il tasso di demolizione dei dipendenti non è cambiato rispetto ai livelli precedentemente riportati dall’acquisizione della società da parte di Muskie.

Negli ultimi giorni, Musk ha criticato il capo avvocato di Twitter, Vijaya Gadde, un veterano di Twitter molto apprezzato nella Silicon Valley ed internamente conosciuto come “l’autorità morale” di Twitter.

Lunedì, secondo quanto riferito, Gheddafi ha pianto durante un incontro virtuale con i team legali e politici dell’azienda quando ha espresso preoccupazione per la traiettoria dell’azienda.

In risposta a un tweet di YouTube, Saajar Enjeti, il “principale sostenitore della censura” dell’azienda, che una volta era stata censurata dal New York Post per una storia sul contenuto del laptop di Hunter Biden, Musk. nei tweet“Sospendere l’account Twitter di una grande testata giornalistica per pubblicare una storia vera era chiaramente impensabile”.

L’attacco di Musk ha scatenato una raffica di molestie online nei confronti di Gadde. Gli utenti prendono di mira Gadde in un tweet“Lascia la tua feccia” և “AUTORITÀ BIANCA! ORGOGLIO BIANCO. “

All’inizio di questa settimana, Musk ha anche sollevato la questione della crittografia end-to-end sui social media, sollevando preoccupazioni tra utenti e legislatori che temono che tali protezioni possano rendere più facile per estremisti e criminali operare online.

“I DM di Twitter devono avere una crittografia top-down come Signal, quindi nessuno può spiare o hackerare i tuoi messaggi”, ha affermato. nei tweet Mercoledì.

I dipendenti hanno detto ai dirigenti che temevano che la cattiva condotta di Musk potesse destabilizzare l’attività di Twitter e danneggiarlo finanziariamente mentre la società si preparava a fare una presentazione al mondo pubblicitario a New York la prossima settimana.

“Abbiamo una strategia nel prossimo futuro su come trattare con gli inserzionisti che attraggono investimenti?” ha chiesto uno dei dipendenti.

Sarah Personet, CEO di Twitter, afferma che l’azienda lavora a stretto contatto con gli inserzionisti per rassicurarli sul fatto che “il nostro stile di servizio clienti non sta cambiando”.

Dopo l’incontro, un dipendente di Twitter ha detto a Reuters che c’era poca fiducia in ciò che i leader avevano da dire.

“Il discorso delle pubbliche relazioni non è un approdo. “Ci hanno detto di non trapelare, di fare il lavoro di cui sei orgoglioso, ma non c’è un chiaro incentivo per i dipendenti a farlo”, ha detto il dipendente a Reuters, osservando che il compenso del personale non esecutivo è ora limitato a causa dell’accordo.

Secondo la società di ricerca Equilar, Agrawal avrebbe dovuto ricevere circa 42 milioni di dollari se licenziato entro 12 mesi dal cambio di controllo della società di social media.

Durante l’incontro, Agraval ha esortato il personale ad aspettarsi cambiamenti in futuro sotto la nuova leadership, riconoscendo che l’azienda avrebbe potuto fare di meglio nel corso degli anni.

“Sì, avremmo potuto fare di meglio. Avrei potuto farlo diversamente. “Ci penso molto”, ha detto.

Il co-fondatore di Twitter ed ex CEO Jack Dorsey l’ha usato venerdì piattaforma di scrittura“Recentemente ho provato a prendermi una pausa da Twitter, ma devo dire. L’azienda ha sempre cercato di fare del proprio meglio, tenendo conto delle informazioni in suo possesso. Alla fine, era mia responsabilità prendere ogni decisione che prendevamo. Nei casi in cui abbiamo commesso un errore o siamo andati troppo oltre, lo abbiamo accettato e abbiamo cercato di correggerlo. ”

Ha aggiunto. “Un sistema trasparente è il modo giusto per creare fiducia, sia nella politica che nelle operazioni. Che si tratti di un’azienda o di un protocollo aperto, non è così importante che la decisione deliberata sia aperta a ogni decisione sul motivo per cui è stata presa. Non è facile farlo, ma deve succedere”.

Dorsey ha scritto che non credeva che i divieti permanenti fossero giusti, tranne che in relazione ad attività criminali. “Ecco perché abbiamo bisogno di un protocollo che sia resistente agli strati superiori”, ha spiegato.

Twitter ha rifiutato di commentare ulteriormente.

Leave a Comment

Your email address will not be published.