I ballerini del Balletto dell’Opera Nazionale di Leopoli tornano sul palco mentre infuria la guerra in Ucraina

Caratteristica · Arte:

Mentre in Ucraina infuria la guerra, i ballerini stanno tornando sul palco

I residenti della città ucraina occidentale di Lviv stanno cercando di ripristinare la normalità mentre i combattimenti si intensificano in altre parti del paese.

Mentre il pubblico attende con impazienza ai propri posti, un messaggio familiare echeggia nell’auditorium, ricordando ai visitatori di spegnere i telefoni e immergersi nell’esperienza.

Questo è immediatamente seguito da un’affermazione più anormale. “Caro ospite, il nostro evento verrà interrotto in caso di attacco aereo. “I ballerini և gli spettatori dovrebbero andare al rifugio antiaereo nel teatro”, dice alla folla. È un triste ricordo che questa non è una serata normale a teatro. .

Poi le luci si spengono, la banda inizia a suonare e un ballerino appare sul palco dalle quinte.

L’Opera Nazionale di Leopoli ha dovuto chiudere i battenti il ​​24 febbraio, quando la Russia ha lanciato un brutale attacco non provocato all’Ucraina. Ha accolto gli spettatori con la sua prima rappresentazione integrale venerdì sera.

“In un modo o nell’altro, la guerra ci sta colpendo tutti”, ha detto alla CNN il direttore artistico dell’opera Vasil Vovkun. “Comprendiamo che la luce deve vincere le tenebre, che la vita deve vincere la morte, la missione del teatro è affermarlo.

Le finestre del teatro sono fissate con del nastro adesivo per proteggerle dagli attacchi aerei russi. Prestito: Serhiy Korovain per la CNN

La città di Leopoli nell’Ucraina occidentale è emersa quasi completamente illesa poiché pesanti combattimenti hanno distrutto città in altre parti del paese. Migliaia di civili in fuga stavano attraversando il centro della città prima di fuggire nella vicina Polonia.

Per il resto di questa città resiliente, gli abitanti stanno lentamente imparando a convivere con la guerra. Caffè e ristoranti nel centro della città sono di nuovo in fermento, le strade si stanno riempiendo di nuovo e i residenti sono tornati nei parchi per passeggiate informali.

Vovku afferma che fornire un luogo di consolazione nel mezzo di un conflitto furioso è la forza trainante dietro la ripresa degli spettacoli.

Il direttore artistico del Teatro dell'Opera di Leopoli, Vasil Vovkun, 64 anni, sta facendo un ritratto nella sala del teatro.

Il direttore artistico del Teatro dell’Opera di Leopoli, Vasil Vovkun, 64 anni, sta facendo un ritratto nella sala del teatro. Prestito: Serhiy Korovain per la CNN

Il bambino attende la ripresa dello spettacolo dopo la pausa.

Il bambino attende la ripresa dello spettacolo dopo la pausa. Prestito: Serhiy Korovain per la CNN

La ballerina principale del Balletto dell'Opera di Leopoli, Darina Kirik, 21 anni, si sta preparando per lo spettacolo.

La ballerina principale del Balletto dell’Opera di Leopoli, Darina Kirik, 21 anni, si sta preparando per lo spettacolo. Prestito: Serhiy Korovain per la CNN

Per cominciare, ha scelto il balletto ben eseguito “Giselle”. Un balletto in due atti, racconta la storia di una bella contadina che muore prematuramente dopo essere stata tradita dal suo amato uomo.

Lo spiega l’ex ministro della Cultura e del Turismo, 64 anni. “Giselle ha tutte le sfumature della gioia e della tristezza, c’è la morte, c’è la vittoria dell’amore. E in effetti, questo argomento è oggi al contrario. Anche quando si sente molto parlare della morte, speriamo ancora che in questo lavoro e nella vita vinca l’amore, vinca la vita”.

Sebbene la sua scelta sia diventata nota quando i biglietti sono esauriti, molti posti rimangono vuoti.

“Nonostante il fatto che possiamo ospitare solo 300 persone, dato che possiamo trasportarne solo così tante nel rifugio, è comunque una grande missione per noi”, continua Vovkun. “Dai alla gente qualcosa per dimenticare le notizie… in questo momento difficile, perché non ci sono buone notizie in guerra. E per loro di risorgere spiritualmente durante la guerra guardando quest’opera d’arte. ”

Il cast dell'ensemble dello spettacolo sta facendo gli ultimi preparativi prima dell'apertura del sipario.

Il cast dell’ensemble dello spettacolo sta facendo gli ultimi preparativi prima dell’apertura del sipario. Prestito: Serhiy Korovain per la CNN

Mostrare un buon spettacolo è di grande importanza per l’esercito di artisti teatrali. Ore prima dello spettacolo, lo staff di produzione ha controllato le luci tre volte, mentre gli altri erano convinti che ogni dettaglio sul set fosse perfetto.

Nelle profondità del teatro, i clienti salivano e scendevano le scale con il tutù in mano. Nel frattempo, i ballerini hanno camminato lungo i corridoi con i loro preziosi piedi in pantofole protettive.

Il dipendente prepara gli abiti per la produzione serale.

Il dipendente prepara gli abiti per la produzione serale. Prestito: Serhiy Korovain per la CNN

I ballerini Daria Kosmina և Dmitro Kolomiets si stanno allenando per la prossima esibizione.

I ballerini Daria Kosmina և Dmitro Kolomiets si stanno allenando per la prossima esibizione. Prestito: Serhiy Korovain per la CNN

Il cantante lirico Roland Marchuk si sta allenando nel suo ufficio.

Il cantante lirico Roland Marchuk si sta allenando nel suo ufficio. Prestito: Serhiy Korovain per la CNN

Il suono del basso saliva da una delle sale prove lungo una scala stretta fino alle sale prove del piano superiore. In un’altra parte dell’edificio, i ballerini erano seduti in silenzio mentre gli stilisti si prendevano in giro i capelli prima di raddrizzare e stringere il sedile.

Maria Malanchin, 68 anni, ha lavorato come truccatrice presso un’istituzione culturale per cinque decenni. Dice alla CNN che il teatro dell’opera è più che mai necessario.

“Secondo me la cultura è d’obbligo, sempre, di più adesso”, spiega. “Ora abbiamo molti sfollati, è molto difficile per loro, ma dimostriamo che la vita può andare avanti”.

Il ballerino salta mentre esegue il balletto classico "Gisella."

Il ballerino salta mentre esegue il balletto classico “Giselle”. Prestito: Serhiy Korovain per la CNN

I ballerini si preparano pochi minuti prima dell'inizio dello spettacolo.

I ballerini si preparano pochi minuti prima dell’inizio dello spettacolo. Prestito: Serhiy Korovain per la CNN

Il balletto è interpretato da Darina Kirik և Alexander Omelchenko "Gisella" - La prima rappresentazione completa all'Opera Nazionale di Leopoli dall'inizio della guerra.

Darina Kirik և Alexander Omelchenko esegue il balletto “Giselle”, la prima rappresentazione completa all’Opera Nazionale di Leopoli dall’inizio della guerra. Prestito: Serhiy Korovain per la CNN

La 21enne Darina Kirik interpreta il ruolo principale di “Giselle”. Come molti nel paese, la sua vita è stata sconvolta dagli orrori della guerra և Bucha, dove sono state recentemente scoperte fosse comuni.

“Ballare aiuta a distrarre ciò che sta accadendo”, dice il solista. “Molti dei miei parenti sono ora nella regione di Ki մարզ Ki մարզ. Mia madre, mia nonna e mia sorella sono sopravvissute all’occupazione di Bucha. Mia madre è stata in grado di evacuare se stessa և animali domestici. “Ora è al sicuro in Polonia, si sta riprendendo i nervi”.

Per Kirik, tornare sul palco gli ha dato un senso di rinnovato scopo և l’opportunità di esprimere i suoi sentimenti attraverso il suo mestiere.

Dice che ciò che gli piace di più di Giselle è “l’opportunità di esprimere emozioni in una scena di follia. “Tutte le emozioni negative che si accumulano in un lungo periodo di tempo possono venire fuori insieme a quelle del personaggio”.

Durante lo spettacolo, due ballerini si abbracciano.

Durante lo spettacolo, due ballerini si abbracciano. Prestito: Serhiy Korovain per la CNN

E per qualche ora il pubblico viene portato via dal caos della realtà. La folla è affascinata da ogni volo, ascensore e arabesco.

Questo è solo uno spettacolo di due ore, ma sembra aver raggiunto il suo obiettivo di aumentare l’umore del pubblico.

“Dopo aver visitato questo luogo, ti rendi conto che la vita non può vincere. “Le nostre vite non possono essere bombardate o distrutte da missili o armi chimiche o nucleari”, ha detto Victoria Palamarchuk, una giornalista di 50 anni che è ora in custodia. con una famiglia numerosa a Leopoli dopo aver lasciato la sua casa nella regione centrale di Zhytomyr.

Aggiunge con un caldo sorriso. “La vita non può essere vinta finché ci sono posti come teatri, teatri d’opera e di balletto, mentre le persone vengono qui e si godono questi suoni”.

Leave a Comment

Your email address will not be published.