Guerra russo-ucraina. Decine di persone uccise nell’attentato alla scuola di Luhansk. Ki afferma che la seconda nave russa è affondata in Russia

Il mio collega Daniel Boff, che è a Ki, mi ha contattato questa mattina, passandomi il testo del messaggio di Vladimir Zelensky la mattina dell’8 maggio, intitolato “Messaggio del presidente dell’Ucraina nel giorno della memoria”.

La primavera può essere in bianco e nero? Febbraio è per sempre? Le parole d’oro sono inutili? Sfortunatamente, l’Ucraina conosce le risposte a tutte queste domande. Purtroppo le risposte sono sì.

Ogni anno l’8 maggio, insieme all’intero mondo civile, onoriamo tutti coloro che hanno difeso il pianeta dal nazismo durante la seconda guerra mondiale. Milioni di vite perse, destini invalidi, anime torturate, milioni di ragioni per dire male. mai più!

Conoscevamo il prezzo che i nostri antenati pagavano per questa saggezza. Sapevamo quanto poteva preservare e tramandare alle generazioni future. Ma non immaginavamo che la nostra generazione avrebbe assistito alla profanazione delle parole, che, come si è scoperto, non sono vere per tutti.

Quest’anno diciamo “Mai più!” Sentiamo “Mai più” in un modo diverso. Suona doloroso, crudele. Senza esclamazione, ma con un punto interrogativo. Dici mai più! Dillo all’Ucraina.

Il 24 febbraio la parola “mai” è stata cancellata. Spara և bomba. Alle 4 del mattino con centinaia di razzi che svegliarono l’intera Ucraina. Abbiamo sentito terribili esplosioni. Abbiamo sentito. ancora!

La città di Borodyanka è una delle tante vittime di questo crimine. È uno dei tanti testimoni con me. Non un oggetto militare, non una base segreta, ma un semplice edificio di nove piani. Può rappresentare una minaccia alla sicurezza per la Russia, 1/8 del paese, il secondo esercito del mondo, lo stato nucleare? Potrebbe esserci qualcosa di più assurdo di questa domanda? Può.

Bombe esplosive da 250 kg con cui la superpotenza ha sparato su questa piccola città. Ed è insensibile. Oggi non possiamo dirlo. mai più! Oggi non può dire nulla. Ma qui tutto è chiaro senza parole.

Basta guardare questa casa. C’erano dei muri qui. C’erano delle foto su di loro una volta. E nelle foto c’era chi una volta ha attraversato l’inferno della guerra. Cinquanta uomini mandati in Germania per i lavori forzati. Coloro che sono stati bruciati vivi quando i nazisti hanno bruciato più di 100 case qui.

250 soldati uccisi sui fronti della seconda guerra mondiale – per un totale di quasi 1.000 residenti di Borodyanka che hanno combattuto – hanno sconfitto il nazismo. Per garantire, mai più! Hanno lottato per il futuro dei bambini, per la vita che è esistita qui fino al 24 febbraio.

Immagina che le persone vadano a dormire in ciascuno di questi appartamenti. Si augurano la buona notte. Spegni la luce. Abbraccia i loro cari. Chiudete gli occhi. Sognano qualcosa. È un silenzio perfetto. Si addormentano tutti, non sapendo che non tutti si sveglieranno. Dormono tranquilli. Sognano qualcosa di piacevole. Ma tra poche ore si sveglieranno dalle esplosioni dei razzi. E qualcun altro non si sveglierà! Mai più.

La parola “mai” è stata rimossa da questo slogan. Durante la cosiddetta operazione speciale fu amputato. Lo pugnalarono al cuore նայ, guardandolo negli occhi, disse: “Non siamo noi.” Lo torturano con le parole “non è tutto così chiaro”. Ha ucciso “Mai più”, dicendo: “Possiamo ripetere”.

E così è successo. E i mostri cominciarono a ripetersi. E le nostre città, sopravvissute a un’occupazione così disgustosa che 80 anni non sono sufficienti per dimenticarsene, hanno rivisto l’occupante. E hanno avuto la data della seconda occupazione nella loro storia. E alcune città, come Mariupol, hanno ottenuto il terzo. Durante i due anni di occupazione, i nazisti vi uccisero 10.000 civili. Durante i due mesi di occupazione, la Russia ha ucciso 20.000 persone.

Decenni dopo la seconda guerra mondiale, l’oscurità tornò in Ucraina. Ed è diventato di nuovo bianco. Ancora! Il male è tornato. Ancora! In una divisa diversa, con slogan diversi, ma per lo stesso scopo. In Ucraina è stata organizzata una sanguinosa ricostruzione del nazismo. Ripetizione fanatica di questa modalità. Le sue idee, azioni, parole e simboli. Una riproduzione maniacale dettagliata delle sue atrocità և “alibi”, che presumibilmente dà uno scopo sacro malvagio. La ripetizione dei suoi crimini, superando anche il “maestro”, i tentativi di rimuoverlo dal piedistallo del più grande male della storia dell’umanità. Stabilire un nuovo record mondiale per numero di vittime di xenofobia, odio, razzismo: possono causare.

Mai più! Era il dono di un uomo saggio. L’inno del mondo civile. Ma qualcuno ha cantato goffamente. Il distorto “Mai più” con note di dubbio. Rimase in silenzio, iniziando la sua mortale aria del male. E questo è chiaro a tutti i paesi che hanno visto con i propri occhi gli orrori del nazismo. E oggi vivono in un terribile deja vu. Vedere di nuovo.

Tutte le cosiddette nazioni di “terza classe”, schiavi che non hanno diritto al proprio stato o alla propria esistenza, generalmente sentono affermazioni che elevano una nazione e cancellano facilmente le altre. Affermano che in realtà non esisti, che sei creato artificialmente, quindi non hai alcun diritto. Tutti sentono il linguaggio del male. Ancora!

E insieme accettano la dolorosa verità, non la sopportiamo nemmeno da un secolo. I nostri 77 anni “Mai più” sono bastati. Abbiamo perso il male. Era rinato. Di nuovo և ora!

Tutti i paesi e le nazioni che sostengono l’Ucraina oggi lo capiscono. E nonostante la nuova maschera della bestia, lo riconobbero. Perché, a differenza di alcuni, ricordano perché, contro cosa hanno combattuto i nostri antenati. Il primo non è stato confuso con il secondo, non hanno cambiato posto, non hanno dimenticato.

Non dimenticarono i polacchi, sul cui suolo i nazisti iniziarono la loro marcia e spararono il primo colpo della seconda guerra mondiale. Non dimenticare come il male prima ti accusa, ti incita, ti chiama aggressore, e poi alle 4.45 del mattino attacca, dicendo che è autodifesa. E hanno visto come è successo sulla nostra terra. Ricordano Varsavia distrutta dai nazisti. E vedono cosa hanno fatto con Mariupol.

Gli inglesi non dimenticarono come i nazisti distrussero Coventry, che fu bombardata 41 volte. Come suonava la “Sonata della luna” della Luftwaffe quando la città veniva bombardata per 11 ore. Come furono distrutti il ​​suo centro storico, le fabbriche, il tempio di San Michele. E hanno visto come i missili hanno colpito Kharkov. Come furono danneggiati il ​​suo centro storico e le sue fabbriche և Il Tempio della Trasfigurazione. Ricordano che Londra è stata bombardata per 57 notti di seguito. Ricordi come il V-2 ha colpito Belfast, Portsmouth, Liverpool? E vedono come i missili alati colpiscono Nikola, Kramatorsk, Chernigov. Ricordano come fu bombardata Birmingham. E vedono che la sua città gemella, Zaporozhye, è stata danneggiata.

Gli olandesi lo ricordano. Come Rotterdam divenne la prima città ad essere completamente distrutta quando i nazisti vi sganciarono 97 tonnellate di bombe.

I francesi lo ricordano. Ricordi Oradour-sur-Glain, dove le SS bruciarono vivi mezzo migliaio di donne e bambini? Messa appesa a Tul, massacro nel villaggio di Ask. Migliaia di persone hanno protestato nella Lille occupata. Hanno visto cosa è stato fatto a Bucha, Irpin, Borodyanka, Volnovakha, Trostyanets. Vedono l’occupazione di Kherson, Melitopol, Berdyansk e di altre città, dove la gente non si arrende. E migliaia di loro partecipano a manifestazioni pacifiche, che sono al di là del potere degli occupanti, devono solo sparare alla popolazione civile.

I cechi non l’hanno dimenticato. In meno di un giorno i nazisti distrussero Lidice, lasciando solo le ceneri del villaggio. Videro Popasna distrutta. Non sono rimaste nemmeno ceneri. I greci, sopravvissuti ai massacri e alle esecuzioni in tutta la regione, al blocco e alla grande carestia, non hanno dimenticato.

Questo è ciò che ricordano gli americani che combattono il male su due fronti. Chi ha superato Pearl Harbor e Dunkerque con gli alleati? E insieme stiamo attraversando nuove battaglie, non meno difficili.

Questo è ciò che ricordano tutti i sopravvissuti all’Olocausto. come può una persona odiarne un’altra?

Lituani, lettoni, estoni, danesi, georgiani, armeni, belgi, norvegesi – molti altri non lo hanno dimenticato – tutti coloro che hanno sofferto per mano del nazismo sulla loro terra – tutti coloro che l’hanno sconfitto nella coalizione anti-hitleriana.

Purtroppo c’è chi, salvato da tutte queste atrocità, perdendo milioni di persone che hanno combattuto e guadagnato per la vittoria, oggi ne ha offuscato la memoria e l’eroismo.

Colui che ha permesso il bombardamento delle città ucraine dalla sua terra. Le città che sono state liberate dai nostri antenati insieme ai nostri antenati.

Quello che ha sputato in faccia al suo “Reggimento Immortale”, mettendo accanto a sé i carnefici di Bucha.

E ha sfidato tutta l’umanità. Ma ha dimenticato la cosa principale. ogni male finisce sempre lo stesso, finisce.

Ucraini!

Oggi, nel Giorno della Memoria, rendiamo omaggio a tutti coloro che hanno difeso la loro patria e il mondo dal nazismo. Celebriamo l’eroismo del popolo ucraino և il suo contributo alla vittoria della coalizione anti-hitleriana.

Esplosioni, sparatorie, trincee, ferite, carestie, bombardamenti, blocchi, esecuzioni di massa, azioni punitive, occupazione, campi di concentramento, camere a gas, stelle gialle, ghetti, Babin Yar, Khatin, prigionia, lavori forzati. Sono morti in modo che ognuno di noi sapesse cosa significano queste parole dai libri, non dalla nostra esperienza. Ma è successo diversamente. Questo è ingiusto per tutti loro. Ma la verità vincerà. E supereremo tutto.

E la prova di ciò si chiama “Lupo Mannaro”. Questo è l’ex quartier generale e bunker di Hitler vicino a Vinnytsia. E sono rimaste solo poche pietre. Rovine. Rovine di un uomo che si considera grande e invincibile. Questa è una guida per tutti noi և per le generazioni future. Per cosa hanno combattuto i nostri antenati? E ha dimostrato che nessun male può sfuggire alla responsabilità. Non potrà nascondersi nei bunker. Non ci sarà più pietra da esso. Così, supereremo tutto. E lo sappiamo per certo, perché i nostri militari, tutto il nostro popolo sono i discendenti di coloro che hanno vinto il nazismo. Quindi vinceranno di nuovo.

E ci sarà di nuovo la pace. Finalmente di nuovo!

Supereremo l’inverno, iniziato il 24 febbraio e terminato l’8 maggio, ma finirà sicuramente, il sole ucraino lo scioglierà. E incontreremo la nostra alba insieme a tutto il paese. E la famiglia e i propri cari, amici e parenti saranno di nuovo insieme. Finalmente di nuovo! E la nostra bandiera sventolerà di nuovo sulle città e sui villaggi temporaneamente occupati. Finalmente di nuovo! E ci riuniremo. E ci sarà la pace. Finalmente di nuovo! E non più sogni in bianco e nero, ma solo sogni giallo-blu. Finalmente di nuovo! I nostri antenati hanno combattuto per questo.

Onore eterno a tutti coloro che hanno combattuto contro il nazismo.

Memoria eterna a tutti coloro che morirono durante la seconda guerra mondiale.

Leave a Comment

Your email address will not be published.