Guerra in Ucraina. International Planned Parenthood Fed. Fornisce pillole abortive, pacchetti per stupri alle vittime

NUOVO:Ora puoi ascoltare gli articoli di Fox News.

La Federazione internazionale dei genitori pianificati (IPPF) ha inviato pillole abortive e contraccettivi di emergenza in Ucraina in risposta alle segnalazioni di stupro durante l’invasione russa.

“L’accesso a una salute sessuale e riproduttiva tempestiva, compresa l’assistenza sicura per l’aborto, è estremamente importante sia all’interno dell’Ucraina che per le donne e le ragazze che fuggono dal Paese, nonché per coloro che hanno subito abusi sessuali, compreso lo stupro”, ha affermato il direttore regionale dell’IPPF. Caroline Hickson. Lo ha riferito a Fox News Digital dalla rete europea.

LA RUSSIA È COINVOLTA IN UCRAINA. AGGIORNAMENTI IN DIRETTA

“IPPF sta lavorando con la Women և Family Planning Association dell’Ucraina della nostra associazione membro per distribuire farmaci essenziali, tra cui contraccezione di emergenza, contraccezione, pillole abortive, antibiotici per le infezioni sessualmente trasmissibili e antibiotici per la prevenzione dell’HIV”. . “Formiamo anche medici sulla gestione clinica dello stupro, oltre a fornire ulteriore supporto psicologico ai sopravvissuti alla violenza sessuale, come la consulenza sui traumi”.

L’IPPF ha consegnato solo un pacchetto preliminare all’Ucraina, dove la guerra ha distrutto qualsiasi catena di approvvigionamento locale e ha completamente spostato tutti i fornitori di assistenza sanitaria. L’organizzazione conduce dialoghi in corso “ove possibile և legalmente” con i paesi che hanno accolto un numero significativo di rifugiati ucraini.

“Le nostre organizzazioni partner lavorano per supportare le donne che necessitano di contraccezione di emergenza mettendole in contatto con i medici locali che forniranno le cure necessarie o le aiuteranno a viaggiare dove ciò non è possibile”, ha affermato la portavoce dell’IPPF. են La Polonia richiede una prescrizione contraccettiva di emergenza.

BIDEN RICHIEDE 33 MILIARDI DI DOLLARI AL CONGRESSO PER UN FINANZIAMENTO AGGIUNTIVO DI PROPOSTE DI EMERGENZA IN UCRAINA.

I combattimenti in Ucraina si sono spostati verso est dopo che la Russia non è riuscita a catturare Ki dopo un assedio durato un mese. Funzionari ucraini affermano che i corpi di 410 civili sono stati trovati in città come Bucha, nella regione del Ki, dove più di 100 civili sono stati trovati sepolti in fosse comuni.

Human Rights Watch ha documentato esecuzioni a breve termine, violenze illecite, minacce contro i civili e ripetuti stupri nelle prime settimane dell’invasione. Il segretario di Stato americano Anthony Blinken ha accusato la Russia di aver condotto una “campagna deliberata di uccisioni, torture, stupri e atrocità in Ucraina”.

Il difensore civico dell’Ucraina Lyudmila Denisova afferma che almeno nove gravidanze sono state violentate dall’occupazione di Bucha. Ha affermato che circa 25 ragazze e donne di età compresa tra 14 e 25 anni sono state sistematicamente violentate nel seminterrato di uno degli edifici della città.

L’UCRAINA AVVISA LE FORZE ASSISTITE RUSSE IN MOLDAVIA COORDINAMENTO DEL LAVORO.

Per soddisfare la domanda di questi rapporti, l’IPPF ha consegnato all’Ucraina 2.880 pacchetti contraccettivi di emergenza, noti anche come pillola del giorno dopo, nonché pacchetti contraccettivi che includono test di gravidanza e pillole abortive che possono essere utilizzate fino a 24 settimane. dopo la gravidanza. La logistica per la distribuzione dei materiali all’interno dell’Ucraina è diventata più difficile, ma il governo ha allentato le normative sulle forniture mediche che entrano nel Paese.

“Il tempo è molto importante per la loro distribuzione”, ha detto l’oratore. “C’è una finestra di cinque giorni durante la quale la contraccezione di emergenza è efficace nel prevenire la gravidanza”.

CLICCA QUI per scaricare l’app FOX NEWS

“Essere incinta in quel momento può essere devastante per alcune donne, hanno anche bisogno di una contraccezione urgente, dell’accesso alle cure per l’aborto, è assolutamente vitale per le sopravvissute alla violenza, è incredibilmente potente in tutto il mondo”.

Il portavoce ha sottolineato che, sebbene le denunce di stupri siano aumentate dall’inizio dell’invasione, hanno solo menzionato il numero di sopravvissuti che si erano rivolti al servizio e dato il loro consenso alla raccolta dei loro dati.

“I numeri visibili non raccontano mai l’intera storia e la portata della violenza sessuale”, ha affermato.

Leave a Comment

Your email address will not be published.