Gli Stati Uniti riclassificano la star della WNBA Britney Greene come “detenuta illegalmente” dalla Russia

Il governo degli Stati Uniti ora considera la star della WNBA Britney Greene “erroneamente detenuta” dal governo russo, segnalando un cambiamento significativo nel modo in cui i funzionari cercano di riportarla a casa.

“Il benessere e la sicurezza dei cittadini statunitensi all’estero è una priorità assoluta per il governo degli Stati Uniti”, ha affermato il Dipartimento di Stato in una nota. “Il Dipartimento di Stato ha scoperto che la Federazione Russa ha detenuto illegalmente la cittadina statunitense Britney Greene.

“… Il governo degli Stati Uniti continuerà a lavorare per fornire un’assistenza adeguata alla signora Greene.”

Funzionari այլ Altre fonti vicine al caso di Greene hanno rifiutato di dire cosa ha portato al cambiamento o se ci fosse una discussione su ciò che era necessario per il suo rilascio.

“Britney è stata detenuta per 75 giorni e ci aspettiamo che la Casa Bianca faccia tutto il possibile per riportarla a casa”, ha affermato Lindsey Kagawa Kolas, l’agente di Green, in una dichiarazione a ESPN martedì.

Il cambio di nome ufficiale significa che il governo degli Stati Uniti non aspetterà più che il caso di Greene sia risolto attraverso il sistema legale russo, cercherà di negoziare il suo ritorno. Significa anche che agli amici e ai sostenitori della WNBA di Grayner al Congresso verrà detto che hanno la benedizione di una famiglia per ottenere tutta l’attenzione che vogliono sul proprio lavoro.

“Ci sentiamo davvero bene”, ha detto a ESPN una fonte vicina ai Verdi. “Ma sappiamo anche che può essere ritardato, quindi non vogliamo alzare troppo le nostre speranze”.

Una fonte vicina ai Verdi ha confermato lunedì che l’ex ambasciatore degli Stati Uniti alle Nazioni Unite Bill Richardson, che aveva lavorato privatamente per anni come negoziatore per gli ostaggi internazionali, aveva accettato di lavorare sul caso dei Verdi la scorsa settimana. Gli esperti affermano che il coinvolgimento di Richardson sarà un segno decisivo che il suo caso è passato a un nuovo livello.

Finora, la squadra personale di Verdi ha seguito il consiglio del Dipartimento di Stato di mantenere un punteggio basso in modo che non diventi una risorsa più preziosa per il governo di Vladimir Putin.

Il funzionario del Dipartimento di Stato, che è stato acquisito lunedì sera tardi, ha inviato una dichiarazione a ESPN, dicendo: “Il Dipartimento di Stato ha scoperto che la Federazione Russa ha detenuto illegalmente la cittadina statunitense Britney Greene. Il team interdipartimentale per garantire il rilascio di Britney Greene”.

Il funzionario ha affermato che ciò non significa che Greener sia considerato un ostaggio, che è una classificazione legale diversa da quella di un detenuto illegale.

Qualsiasi cambiamento nell’approccio della Casa Bianca al caso dei Verdi sarà effettuato con l’accordo di Carstens del Dipartimento di Stato, ha detto martedì la portavoce Jen Psaki ai giornalisti all’Air Force One.

“Di solito, non credo che questo cambierà per lasciare il risultato che tutti vogliamo, cioè portare a casa qualsiasi americano detenuto o ingiustamente detenuto, di solito non lo facciamo. “Non parlarne ampiamente”, ha detto Psaki.

Fonti vicine ai Verdi hanno affermato che non era stato detto loro perché fosse stato riclassificato, ma sono state informate sabato mattina che il suo caso era stato trasferito all’ufficio del Rappresentante speciale.

Fino allo scorso fine settimana, il suo caso è stato gestito dall’ufficio consolare, che sovrintende agli affari di qualsiasi americano detenuto all’estero senza intervento obbligatorio. Lunedì i funzionari del Dipartimento di Stato hanno notificato la modifica ai pertinenti comitati congressuali.

“Sono passati 75 giorni da quando la nostra ragazza, compagna di squadra, sorella Britney Greener è stata detenuta illegalmente in Russia. “È ora che torni a casa”, ha detto Nneka Ogumike, presidente della WNBA. “Sapendo che il governo degli Stati Uniti ha ora deciso che BG è stato detenuto illegalmente, speriamo che i loro sforzi siano significativi, rapidi e di successo”.

La squadra dei Verdi era ottimista sul suo destino la scorsa settimana con il rilascio dell’ex ufficiale del Corpo dei Marines degli Stati Uniti Treasure Reed, detenuto in Russia dal 2019.

Reed è stato, infatti, scambiato con un cittadino russo che era stato condannato per traffico di droga. L’accordo era un segnale che, nonostante la continua incursione della Russia in Ucraina, c’era una relazione diplomatica aperta tra i funzionari statunitensi e russi.

Richardson è stato attivo nell’assicurare il rilascio di Reed. Un altro americano, Paul Whelan, rimane sotto custodia russa per più di due anni.

Greene, che gioca per la nazionale russa durante la stagione in trasferta della WNBA, è stato arrestato all’aeroporto nella regione di Mosca a febbraio mentre entrava nel Paese. I pubblici ministeri russi affermano che ha contrabbandato capsule di vapore contenenti olio di hashish.

Greene non è stato formalmente accusato, ma dovrebbe essere ascoltato il 19 maggio. Il fatto che il governo degli Stati Uniti ora consideri Greene un detenuto illegale non significa che la Russia cambierà la sua posizione ufficiale sulla sua detenzione, ma significa: che gli Stati Uniti ritengono che la causa non abbia nulla a che fare con il suo caso.

Vanessa Nygaard, l’allenatore del team Phoenix Mercury di Griner, ha dichiarato martedì di essere grata che tutto sembra andare per il verso giusto.

“BG è sempre nei nostri pensieri, speriamo solo che sia al sicuro, che torni presto a casa”, ha detto Nygaard.

Anche il compagno di squadra Skylard Diggins-Smith ha espresso speranza dopo il cambiamento nella classifica di Grayner.

“È ancora la nostra preoccupazione principale, nostra sorella. “Ovviamente la stagione sta iniziando, gli dedichiamo questa stagione fino a quando non tornerà con noi”, ha detto Diggins-Smith. “Pensiamo a lui ogni giorno. Lo amiamo և continueremo a portare la sua eredità, la sua voce և suoneremo in suo onore finché non tornerà qui con noi. ”

La WNBA ha dichiarato martedì che manterrà Greener “in prima linea in tutto ciò che facciamo” in questa stagione con tutte le 12 squadre di casa in campo. Le iniziali dei Verdi saranno scritte sul cartello և il suo numero è 42.

“Vogliamo solo che sia a casa. “Sono contento che stiano cercando di fare qualcosa”, ha detto ai giornalisti l’allenatore del New York Liberty Sandy Brondello, che in precedenza aveva allenato Greiner a Phoenix. “La scorsa settimana hanno rilasciato il prigioniero, il che mi ha dato la speranza che BG sarebbe stato uno dei prossimi.

Questo rapporto utilizza le informazioni di Josh Weinfuss di ESPN.

Leave a Comment

Your email address will not be published.