Gli obiettivi sono descritti come militari, ma l’Ucraina afferma che le aree residenziali sono state distrutte

Sabato, le forze russe hanno lanciato un attacco punitivo di artiglieria contro città, paesi e villaggi nell’Ucraina orientale, distruggendo centrali elettriche, depositi di carburante e altre importanti infrastrutture.

L’attacco è avvenuto in un momento in cui funzionari e analisti militari ucraini occidentali hanno affermato che la tanto lodata offensiva militare di Mosca nel centro industriale del paese stava rallentando a causa di problemi logistici, logistici e morali delle vittime.

La Russia ha detto che circa 400 proiettili di artiglieria sono stati sparati sabato notte presto, principalmente nella zona di combattimento orientale. Ha descritto gli obiettivi come obiettivi militari, ma l’Ucraina ha affermato che le aree residenziali, inclusa la città nord-orientale di Kharkov, sono state distrutte. Funzionari ucraini hanno detto sabato che uno degli obiettivi era l’aeroporto di Odessa, considerato il gioiello dei porti marittimi dell’Ucraina. I funzionari affermano che i danni ai depositi di carburante hanno causato gravi carenze di benzina ed energia.

Allo stesso tempo, il Cremlino ha raddoppiato i suoi sforzi per incolpare l’Occidente per la sua guerra devastante, che è giunta al suo terzo mese. Migliaia di persone sono state uccise durante l’invasione russa, un’intera parte della città è rimasta in rovina, più di 5,4 milioni di persone sono diventate profughi.

Sabato, un alto diplomatico a Mosca, Sergei Lavrov, ha affermato che il diluvio di armi degli alleati della NATO “spinge” la battaglia. Ma allo stesso tempo, nei commenti ai media ufficiali cinesi, riportati sul sito web del ministero, Lavrov ha insistito sul fatto che Washington ei suoi alleati europei erano “assolutamente indifferenti” al destino dell’Ucraina. Questa settimana, il Pentagono ha rivelato che il personale militare statunitense stava addestrando gli ucraini in Germania all’uso di artiglieria, sistemi radar e veicoli corazzati forniti all’Ucraina dagli alleati di Washington.

In un discorso video notturno al popolo, il presidente Vladimir Zelensky ha accusato la Russia delle tattiche brucianti dei due principali stati orientali, noti collettivamente come Donbas, dove si concentrano i combattimenti. Mosca aveva già fatto affidamento su due piccoli stati separatisti prima della guerra, ma stava cercando di occupare l’intera regione.

“La Russia vuole rendere inabitabile quest’area”, ha detto Zelensky, riferendosi al “costante brutale bombardamento” di infrastrutture e aree civili.

In nessun luogo questo è più chiaro, ha detto il leader ucraino, che a Mariupol, la città portuale assediata di Tsela meridionale, che ha descritto come un “campo di concentramento russo” in rovina.

Più di una settimana fa, il presidente russo Vladimir Putin ha annunciato la sua vittoria a Mariupol, dicendo che le forze di Mosca avevano il controllo della città, ma che le forze e i civili ucraini sono rimasti nella gigantesca acciaieria in condizioni sempre più disperate.

La Russia sta bloccando il bombardamento di un complesso che fuma sabato.

I video dall’interno dei tunnel sotto la fabbrica mostrano i malati, i feriti, gli anziani, i bambini dall’aspetto turbato e i neonati che trasportano assorbenti fatti di sacchi della spazzatura di plastica. I video online mostrano anche terribili ferite non trattate ricevute da alcune truppe a guardia dell’impianto.

Sabato le autorità ucraine hanno tentato di evacuare i civili da Mariupol, un’altra zona particolarmente pericolosa del campo di battaglia, ma tali sforzi sono stati ripetutamente vanificati poiché le truppe russe sono state accusate di aver sparato sui fuggitivi.

Il sindaco della città di Arjelyan Popasna ha dichiarato sabato che due autobus che trasportavano sfollati avevano preso fuoco il giorno prima e avevano perso i contatti con gli autisti. Più tardi durante la settimana, Sergi Hayday, capo della regione di Luhansk di Archelian, ha detto che uno degli autobus era stato trovato. Ha detto che è stato colpito da un lanciagranate e conteneva sangue, ma nessun corpo.

I governi europei hanno ripetutamente avvertito del deterioramento delle condizioni civili nell’est, in particolare a Mariupol. Sabato, il presidente francese Emanuel Macron, rieletto con successo una settimana fa, ha detto per telefono a Zelensky che la Francia avrebbe aumentato sia gli aiuti militari che umanitari, secondo l’ufficio di Macron.

Presto sono emerse speranze che alcuni civili potessero lasciare Mariupol և Il governo russo ha affermato che un piccolo gruppo di circa 25 persone, molti dei quali bambini, era stato autorizzato a partire sabato. Funzionari ucraini hanno detto che non possono confermarlo. In passato, la Russia ha spesso costretto gli sfollati da varie città in territori controllati dalla Russia, come la Russia o il suo alleato Bielorussia.

Allo stesso tempo, le autorità ucraine e gli investigatori internazionali hanno continuato a fare orribili rivelazioni nelle aree occupate dalla Russia durante la prima guerra, dove sono già emerse prove su larga scala di atrocità contro i civili. Nel villaggio di Bucha, vicino alla capitale, la polizia ha trovato i corpi di tre uomini, apparentemente civili, bendati e ammanettati.

Sabato il capo della polizia del distretto di Ki, Andrei Nibitov, ha detto in un video che i corpi ritrovati il ​​giorno prima avevano tracce di tortura e che tutti e tre gli uomini gli avevano sparato alla testa con ferite alle orecchie.

Centinaia di crimini di guerra sono indagati nel paese, per lo più da funzionari ucraini, ma con il supporto aggiuntivo della Corte penale internazionale, del Regno Unito e degli Stati Uniti. Il presidente Biden ha già definito Putin un criminale di guerra.

Mentre infuriavano i combattimenti, la valutazione finale del conflitto Intelligence militare britannicaLe forze russe, che sono state rilasciate sabato, stanno affrontando le stesse difficoltà che hanno costretto Mosca a sospendere la sua precedente offerta per impadronirsi della capitale, Kiev.

Nonostante le mosse della Russia per migliorare le sue prospettive sul campo di battaglia a est, come l’accumulo di truppe, la potenza di fuoco, la semplificazione del comando, del controllo e l’accorciamento delle linee di rifornimento, le sue forze devono ancora affrontare “sfide significative”, afferma la valutazione britannica.

Il comando militare russo sta fondendo, “ridistribuendo” unità indebolite e sproporzionate da avanzamenti falliti “nel nord-est del paese”, afferma il rapporto, aggiungendo che molte di quelle unità probabilmente soffriranno di scarso morale. Si riferiva anche al supporto aereo inadeguato come a una “mancanza di abilità a livello di unità”.

Un’altra nuova analisi dell’Institute for War Studies o ISW con sede a Washington afferma che le forze ucraine stanno “rallentando con successo” gli attacchi russi nell’Ucraina orientale. Le forze di Mosca hanno fatto un’avanzata limitata verso ovest dalla città di Serodonetsk, afferma l’analisi, ma sono rimaste “in piedi” vicino a una barriera strategica a sud della città di Izium.

Entrambe le valutazioni hanno fatto eco alle osservazioni del Pentagono, con un alto funzionario che ha affermato che il viaggio della Russia a sud di Izumi era solo di “pochi chilometri” al giorno.

Gli analisti occidentali ritengono che rapide tattiche sul campo di battaglia potrebbero aiutare gli ucraini a infliggere perdite significative ai russi, come hanno fatto quando Ki era in pericolo. Le linee del fronte scorrono qua e là, con le forze ucraine che “conducono piccole difese piuttosto che mantenere posizioni statiche”, ha affermato l’Istituto per gli studi sulla guerra in una nota.

Nessuna delle parti ha fatto l’abitudine di pubblicare informazioni regolarmente aggiornate sulle vittime sul campo di battaglia. L’Ucraina si è avvicinata un po’, ricevendo un numero significativo di vittime tra le sue truppe. Tuttavia, venerdì, il consigliere di Zelensky, Oleksy Arestovich, ha descritto le perdite russe come “enormi”.

In un apparente sforzo per evitare ulteriori perdite di truppe, la Russia cerca di ridurre il fuoco dell’artiglieria in tutto l’est. Sabato a Mosca, il ministero della Difesa ha annunciato che sono stati colpiti 389 obiettivi, affermando che includevano la concentrazione di truppe, depositi di armi, depositi di carburante.

L’Ucraina ha riconosciuto che gli attacchi ai depositi di carburante e alle raffinerie di petrolio hanno causato carenze di carburante. Lunghe file di auto e camion si sono formate nei distributori di benzina in diverse parti del paese.

Zelensky ha detto nel suo discorso notturno che il carico alleato e altri mezzi avrebbero dovuto alleviare il deficit nelle prossime settimane o due, ma i funzionari ucraini hanno anche esortato i cittadini a evitare viaggi non necessari in auto.

“Ricordate i bisogni dell’esercito”, ha affermato il governo ucraino in una nota.

Durante lo sciopero di Odessa, che rimane nelle mani degli ucraini, quando è stato minacciato durante la guerra, funzionari locali hanno affermato che la pista principale dell’aeroporto era diventata inagibile.

A Leopoli, vicino al confine polacco, la vista delle celebrità ha calmato brevemente l’ansia della guerra e ha suscitato scalpore sui social media. Sabato pomeriggio l’attrice americana Angelina Jolie è stata avvistata in un caffè a Lviv Croissants. Video e foto pubblicati sui social network lo hanno mostrato mentre firmava diversi autografi e scattava foto con i clienti ucraini del negozio.

Jolie ha servito come Ambasciatrice di buona volontà dell’UNHCR, visitando i rifugiati provenienti da altre parti del mondo. Tuttavia, Chris Boyan, portavoce dell’organizzazione, ha detto al telefono che la Jolie era in Ucraina “del tutto di sua iniziativa” e che l’Alto Commissario delle Nazioni Unite per i rifugiati non era coinvolto.

King ha riferito da Leopoli e Wilkinson da Washington.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *