Gli investitori obbligazionari stanno acquistando per sicurezza, pronti per il falco estremo della Fed

Il cambiavalute conta le banconote in dollari statunitensi ad Ankara, in Turchia, il 12 ottobre 2021. il 12 ottobre.

Iscriviti ora per un accesso illimitato GRATUITO a Reuters.com

NEW YORK, 2 MAGGIO (Reuters) – Il piano ben congegnato della Federal Reserve di tagliare i tassi di interesse di mezzo punto percentuale non è riuscito ad allentare l’inflazione mercoledì 2 maggio, spingendo gli investitori obbligazionari a cercare sicurezza. la durata dei loro portafogli.

Il trading di titoli può significare a breve o lungo termine, a seconda del rischio percepito, hanno affermato i gestori patrimoniali.

Mentre la Federal Reserve americana lotta per contenere l’aumento dell’inflazione, i futures sui fondi foraggi, che sono in ritardo rispetto alle aspettative sui tassi di interesse a breve termine, sono aumentati di almeno tre punti base quest’anno, con aumenti cumulativi di oltre 250 punti base.

Iscriviti ora per un accesso illimitato GRATUITO a Reuters.com

Entro la fine del 2022, il tasso di interesse di mercato sui fondi finanziati era del 2,86%, rispetto all’attuale 0,33%.

La Fed dovrebbe scendere di due piedi sotto il pugno, alzando nuovamente i tassi di interesse, consentendo al suo bilancio di $ 9 trilioni di ridursi da giugno a $ 95 miliardi al mese, un duplice approccio che non è mai stato il caso. provato con tale intensità. leggi di più

Prima della riunione della Fed, molti investitori obbligazionari mantenevano titoli a reddito fisso a breve termine, che in genere hanno una scadenza da uno a tre anni, in quanto proteggono dall’aggressivo inasprimento dei tassi della Fed. Le obbligazioni a breve termine generalmente sovraperformano le obbligazioni a più lungo termine a tassi di interesse più elevati.

Anche alcuni investitori, come Insight Investment, hanno scelto di essere neutrali quando si tratta di avversione al rischio, poiché da tempo sottovalutano questo criterio.

“C’è ancora molta incertezza”, ha affermato Jason Celente, senior portfolio manager di Insight Investment.

L’inflazione scenderà? La Fed avrà torto nel dire che l’inflazione è un po’ più alta di prima? Pensiamo che probabilmente ci vorrà del tempo per giocare.

inflazione in aumento

Con l’aumento delle aspettative di inflazione, և La risposta della Federazione a questo è cambiata radicalmente negli ultimi mesi, con il Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti che ha registrato un brusco esaurimento nel 2022. L’indice ICE BofA US Treasury quest’anno è sceso dell’8,2%, la peggiore performance dal 1997.

In breve, l’indice ICE BofA 1-3 anni US Treasury ha registrato una performance leggermente migliore, ma ha perso solo il 2,7% nel 2022 e lo 0,3% ad aprile.

“La soluzione più semplice e con il rischio più basso consiste semplicemente nel ridurre o eliminare il rischio di fallimento”, ha affermato John Lynch, chief investment officer di Comerica Wealth Management.

Ha osservato che il rendimento dei fondi del mercato monetario, che è passato da zero a circa lo 0,25%, dovrebbe continuare a crescere mentre la Fed inizia il suo programma di inasprimento.

Lynch offre anche obbligazioni obbligazionarie a brevissimo termine inferiori a un anno, offrendo rendimenti migliori del previsto su opzioni a lungo termine, con rendimenti in aumento nell’intervallo dell’1,40%.

Alcuni sostengono anche la possibilità di una recessione negli Stati Uniti. Questa opinione è stata condivisa la scorsa settimana dal calo nel primo trimestre del prodotto interno lordo degli Stati Uniti.

Il PIL è sceso dell’1,4 per cento nei primi tre mesi dell’anno, i dati hanno mostrato giovedì. nL2N2WP2ZV]

“La Fed dovrà lottare con l’aumento dei prezzi di mercato”, ha affermato Peter Kramer, responsabile della gestione del portafoglio assicurativo presso SLC Management.

“Stiamo già iniziando a vedere una grossa perdita in previsione di tassi di interesse di mercato più elevati. “La Fed è salita solo una volta; stiamo già assistendo a una crescita negativa del PIL nel primo trimestre”.

Kramer ha indicato il tasso dei mutui a 30 anni negli Stati Uniti, che ha raggiunto il 5,37% nella settimana del 22 aprile, che è il più alto dal 2009, che dovrebbe ridurre la domanda di alloggi. Questi tassi erano leggermente inferiori al 3% nel febbraio 2021.

Crede che l’economia statunitense potrebbe essere colpita da una recessione alla fine del 2022 o all’inizio del 2023, il che dovrebbe impedire alla Fed di aumentare i tassi di interesse in modo aggressivo.

L’appello di Kramer alla recessione ha fatto eco all’appello di Deutsche Bank.

Grafica Reuters:

La nota di ricerca di Deutsche afferma che il tasso di interesse della Fed supererà il 3,5%, più un ulteriore inasprimento equivalente dello 0,50% attraverso una riduzione del bilancio della Fed. Questo è sufficiente, ha affermato Deutsche, per spingere l’economia statunitense in una lieve flessione nei prossimi anni և e infine և in pochi anni, il che dovrebbe aiutare a portare l’inflazione a un livello più desiderabile.

Per quanto riguarda i pericoli della recessione statunitense, SLC ha detto a Kramer di essere stato sulla difensiva per molto tempo, soprattutto nella curva a tre anni.

Il lungo periodo riflette le aspettative di un calo dei rendimenti statunitensi poiché la Fed dovrà tagliare i tassi di interesse.

Kramer ha anche affermato che il suo portafoglio è cresciuto anche in termini di qualità del credito, allontanandosi dalle aree sensibili al credito.

“Ci sono alcune volte in cui ha molto senso avere un tasso di interesse molto aggressivo fissato da questo o quell’uovo, ma ora non è una di quelle volte”, afferma Robert Tip, capo di PGIM Fixed Income Global Bonds . .

Iscriviti ora per un accesso illimitato GRATUITO a Reuters.com

Rapporto di Gertrude Chavez-Dreyfus և David Barbusia a New York Ulteriore rapporto di Sakib Iqbal Ahmed a New York A cura di Alden Bentley եթ Matthew Lewis

I nostri standard. Principi di Thomson Reuters Trust.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *