Gli astronomi vedono un grande boom quando il campo magnetico della cavità si gira improvvisamente

A duecentotrentasei milioni di anni luce di distanza, 236 milioni di anni fa, una strana e intensa luce eruttò da un lontano oggetto astronomico. Il rombo intergalattico è stato trovato qui sulla Terra, dove gli astronomi hanno subito scoperto che il bagliore era causato da una cavità supermassiccia. Secondo l’ultima versione, la colpa potrebbe essere dell’inversione spontanea dei poli magnetici della cavità SA, ma il dibattito è ancora irrisolto.

Chiamata semplicemente 1ES 1927 + 654, la massiccia galassia turbolenta orbita attorno a una cavità supermassiccia che è milioni o miliardi di volte più grande della nostra luna. Questo è vero per le galassie più grandi, inclusa la nostra, la Via Lattea, che ha al centro la sua cavità supermassiccia, attorno alla quale ruotano i sistemi solari della galassia. I buchi hanno una massa sorprendentemente grande, che distorce lo spazio-tempo che li circonda. La luce stessa non può evitare l’intensa attrazione gravitazionale al di là di quello che viene chiamato l’orizzonte irreversibile degli eventi, che essenzialmente rende impossibile l’osservazione diretta. Gli astronomi possono “osservare” le emissioni di varie forme di radiazione, inclusa la luce visibile dei dischi di accrescimento attorno alle loro cavità, così come le onde gravitazionali che possono emettere.

I telescopi a onde gravitazionali hanno scoperto buchi tanto attesi di una nuova classe

La sfera di gas surriscaldato, nota come corona, è stata rilevata come una violenta fonte di luce ultravioletta. Essendo nel disco di accumulo della cavità, una gamma di materiale comune che ruota rapidamente attorno alla cavità sul lato sicuro dell’orizzonte degli eventi, la corona rilascerà particelle di raggi X a energia più elevata in condizioni normali. Poiché il raro evento si è verificato dal 2017 al 2021, i raggi X della cavità sono completamente scomparsi, mentre le emissioni di luce UV-visibile hanno raggiunto livelli astronomicamente superiori al normale.

Si presume che la rotazione dei campi magnetici sia relativamente comune nello spazio, nel qual caso il polo nord diventa il sud և viceversa. I campi magnetici della Terra ruotano ogni milione di anni e questi eventi sono completamente imprevedibili.

“Rapidi cambiamenti nella luce ultravioletta visibile sono stati osservati in dozzine di galassie come questa”, ha detto il dottor Sibashish Lahan in un comunicato stampa della NASA. “Ma questa è la prima volta che vediamo i raggi X uscire completamente mentre le altre lunghezze d’onda diventano più luminose”.

Capire perché è stato oggetto di dibattito da allora. Lahan միջազգային, un team internazionale di ricercatori del Goddard Space Flight Center della NASA, offre una possibile spiegazione. Hanno collegato le modifiche insolite al disco di accrescimento all’inversione magnetica in un recente articolo sull’Astrophysical Journal. Un altro autore dello studio, il dottor Mitchell Begelman, ha spiegato la logica alla base delle loro scoperte.

“L’inversione magnetica, dove il polo nord gira a sud e viceversa, sembra adattarsi meglio alle osservazioni”, ha detto Begelmann in un comunicato stampa. “Il campo inizialmente si indebolisce sul bordo del disco di accrescimento, portando a un maggiore riscaldamento, illuminazione e luce UV visibile”.

Si presume che l’inversione di tali campi magnetici, quando il polo nord diventa il polo sud, e viceversa, sia relativamente diffusa nello spazio. I campi magnetici della Terra ruotano ogni milione di anni e questi eventi sono completamente imprevedibili.

In un universo in continua espansione, pochi corpi celesti sfuggono alle nostre percezioni come buchi. Sappiamo che queste cavità hanno momento angolare, carica di massa, ma non è noto se siano rilevabili altre proprietà. Per decenni, il fisico Stephen Hawking ha scommesso con una coppia di fisici sul fatto che le cavità potessero far trapelare altre informazioni sul loro funzionamento interno. In altre parole, è difficile determinare i dettagli di come il campo magnetico interno della cavità può essere invertito, poiché la mancanza di prove fisiche esistenti può prevedere come un tale evento si svilupperà all’interno della cavità. Le loro proprietà spesso confondono gli studiosi, intrigando i rappresentanti della cultura popolare e dei media.

L’avviso dell’All-Sky Automated Survey per le superstar nel marzo 2018 è ciò che ha spinto la rivelazione di questa ultima stranezza su questo hollow. La luce visibile della galassia lontana, 100 volte più luminosa del solito, richiedeva uno sguardo più attento. I dati precedenti dell’Asteroids Impact Earth Awareness System, finanziato dalla NASA, hanno mostrato in precedenza che il cambiamento radicale è iniziato alla fine del 2017. Dopo essersi addestrati rapidamente sulla galassia, i satelliti scoprirono presto l’origine del bagliore al centro della galassia.

La causa del fallimento ha portato a molte conclusioni. Un’ipotesi di lavoro suggeriva che la stella potesse essere un po’ troppo vicina alla cavità.


Vuoi più storie di salute e scienza nella tua casella di posta? Iscriviti alla newsletter settimanale di The Salon The Vulgar Scientist.


“Una precedente interpretazione dell’eruzione suggeriva che fosse stata causata da una stella che si era avvicinata così tanto alla cavità da lacerarsi, impedendo il flusso di gas”, ha detto la coautrice Josefa Becerra Gonzalez, aggiungendo che la lunghezza di l’evento non corrispondeva alla conclusione precedente.

Per quanto incomprensibile possa sembrare, gli scienziati non si limitano a sputare ferocemente. (In effetti, questa non sarebbe la prima volta che la stella attraversa il punto irreversibile della cavità.) dati. Il satellite Neil Gehrels Swift Observatory և dell’ESA (Agenzia spaziale europea) XMM-Newton ha fornito dati sufficienti per una nuova analisi ai raggi UV-X della fonte del disturbo per supportare la teoria della deflessione del campo magnetico.

Maggiori informazioni sulle cavità.

Leave a Comment

Your email address will not be published.