Gli astronauti attivano l’ala robotica europea sulla navetta spaziale verso la 250a stazione spaziale – Spaceflight Now

Giovedì attivazione europea del robot. Prestito: NASA TV / Spaceflight Now

Giovedì due astronauti russi hanno lanciato la navicella robotica europea dalla sua piattaforma di lancio, consentendo al manipolatore di spostarsi oltre la Stazione Spaziale Internazionale per la prima volta.

Vestiti con tute spaziali russe Orlan, gli astronauti hanno aperto il portello della camera d’aria di Poisk alle 10:58 EDT (1458 GMT), segnando l’inizio ufficiale della passeggiata spaziale.

Il precedente volo spaziale Matve di Artem ha iniziato ad operare il 18 aprile per attivare un robot europeo lungo 37 piedi (11,3 metri) che è stato consegnato alla stazione lo scorso luglio con un modulo scientifico russo Nauka.

Gli astronauti hanno collegato il pannello di controllo al futuro equipaggio per controllare il braccio del robot, quindi hanno rimosso le coperture protettive dai vari componenti del braccio del robot e installato corrimano sul modulo Nauka.

Giovedì, durante un viaggio spaziale, gli astronauti si sono tolti le coperte termiche e le hanno gettate in mare. Si prevede che il pacchetto di coperte termiche brucerà presto al rientro nell’atmosfera.

Quindi Artem e Matve hanno rilasciato i blocchi di rilascio che tenevano saldamente il braccio nella sua configurazione piegata per i viaggi nello spazio l’anno scorso. I blocchi operativi erano posizionati sulle articolazioni del gomito, sugli effettori periferici o sulle braccia, sul braccio robotico europeo.

Quei compiti hanno liberato il manipolatore per il movimento. Artem և Matve վերահսկ controllava i primi movimenti di comando del braccio robotico presso la stazione spaziale sotto il controllo del membro dell’equipaggio Sergei Korsakov.

Uno degli effettori manuali del robot si è mosso per la prima volta subito dopo le 2:00 (1800 GMT).

“È uno spettacolo bellissimo, sai”, ha detto uno degli astronauti.

Questa infografica mostra i dettagli di un robot europeo. Prestito: Agenzia spaziale europea

L’European Robotics System è il terzo sistema del suo genere a collegare le armi robotiche canadesi-giapponesi alla parte statunitense del complesso di ricerca.

Come l’ala robotica canadese, l’ala europea può viaggiare “vermi pollici” tra fermagli o punti base in diverse posizioni sulla stazione spaziale. Mentre l’ala canadese si trova nella parte americana del complesso, l’ala europea è disponibile per i moduli russi.

Quando i blocchi di rilascio sono stati rilasciati, Artem և Matve վերահսկ ne aveva il controllo mentre spostava uno dei suoi effetti finali su un secondo punto base durante una corsa “brillante” giovedì.

“Wow, puoi vedere l’ERA fare il porto”, ha detto uno degli astronauti.

Gli astronauti, che giovedì stavano lavorando fuori dalla stazione, hanno anche installato più corrimano sul robot e controllato il radar dell’antenna di rotta sul modulo Prichal russo per possibili detriti. Il sistema “Course” viene utilizzato per navigare nella stazione spaziale cargo della navicella spaziale Soyuz Պ Progress և.

Artem e Matve hanno anche issato la bandiera a breve per celebrare il Giorno della Vittoria della Russia, segnando la sconfitta della Germania nazista nella seconda guerra mondiale.

I camminatori spaziali hanno esaurito il tempo fino all’ultimo movimento quotidiano pianificato del braccio robotico, che avrebbe allungato un braccio fino al terzo punto base, il cosiddetto “doppio cammino”.

Gli astronauti sono tornati alla camera d’aria և hanno chiuso il portello alle 18:40 EDT (2240 ​​GMT), terminando una passeggiata nello spazio di 7 ore e 52 minuti.

Il pieno sviluppo della robotica europea è iniziato nel 1996 ed è stato tenuto in mano per più di un decennio, in attesa che il modulo del laboratorio russo Nauka fosse pronto per l’uso. L’ala europea, costruita principalmente nei Paesi Bassi, è stata originariamente progettata per essere lanciata dallo space shuttle della NASA.

“L’ERA è leggermente diversa dagli altri manipolatori che sono già sulla stazione”, ha affermato Philip Schoenejansm, Program Manager dell’ERA. “Può essere completamente preprogrammato, il che è utile. Può essere azionato da un pannello di controllo esterno che altri non hanno. Quindi, anche quando sei nello spazio, puoi controllare l’ERA semplicemente guardando և eseguendo questo pannello di controllo. Ma può funzionare dall’interno, utilizzando solo un laptop, quindi non ha bisogno di joystick. “

L’ESA afferma che può trasportare più di 17.000 libbre, o 8 tonnellate, con una precisione di un quinto di pollice (5 millimetri).

Il tour di giovedì è stato il 250° passo spaziale dal 1998 a sostegno dell’assemblaggio e dello stoccaggio dello spazio.

Astronaut è stata la quinta carriera di astronauta di Artem e la seconda di Matve. Artem, Matve e Korsakov sono arrivati ​​alla stazione spaziale il mese scorso sulla navicella Soyuz.

La prossima marcia spaziale, che proseguirà l’attivazione del sistema robotico europeo, è prevista per fine maggio.

E-mail all’autore

Segui Steven Clark su Twitter. @StefanoClark1:.

Leave a Comment

Your email address will not be published.