Fed Powell si calma

Il presidente della Federal Reserve Jerome Powell ha attenuato alcune preoccupazioni sull’imminente recessione economica dopo aver rifiutato la possibilità di un aumento dei tassi ancora più grande di quanto dichiarato mercoledì dalla Federal Reserve statunitense.

I rendimenti obbligazionari sono scesi, le azioni hanno registrato il loro miglior giorno dal 2020 dopo che Powell ha contribuito a rassicurare gli investitori preoccupati che l’aggressivo inasprimento della politica monetaria da parte della Fed per mitigare l’inflazione più calda degli ultimi 40 anni potrebbe far precipitare l’economia in recessione.

COME SI TENUTA IL BACKGROUND FEDERALE PER L’INFLAZIONE

In un discorso dopo che il Federal Open Market Committee ha votato a favore dell’aumento del tasso di interesse di riferimento di 50 punti base per la prima volta dal 2000, Powell ha respinto qualsiasi suggerimento secondo cui un aumento di 75 punti mega sarebbe stato sul tavolo nelle riunioni future . L’S&P 500 è in rialzo del 3% dopo i suoi commenti, il più grande balzo da maggio 2020.

“L’aumento di 75 punti non è qualcosa di cui il comitato sta attivamente discutendo”, ha detto Powell in una conferenza stampa.

Un uomo con una maschera passa davanti all’edificio della Federal Reserve statunitense a Washington, DC, il 29 aprile 2020. ((Xinhua/Liu Jie via Getty Images)/Getty Images)

I suoi commenti sono arrivati ​​dopo che i politici hanno votato all’unanimità per aumentare il tasso di riferimento chiave di mezzo punto allo 0,75% և 1,0%, il livello più alto dall’inizio dell’epidemia due anni fa, mentre cercano di frenare la domanda dei consumatori e ridurre gli aumenti dei prezzi. .

La Fed ha anche affermato che avrebbe tagliato il suo enorme saldo di $ 9 trilioni, che è quasi raddoppiato durante l’epidemia quando la banca centrale ha acquistato titoli garantiti da ipoteche e altri debiti del tesoro per mantenere prestiti a basso costo. Nel suo piano per mercoledì, la Fed ha annunciato che inizierà a liquidare il bilancio dal 1 giugno a $ 47,5 miliardi a un tasso mensile combinato iniziale, una mossa che inasprirà ulteriormente il credito alle famiglie statunitensi. Ciò aumenterà il tasso di interesse della seconda fase a $ 95 miliardi in tre mesi.

Il presidente della Federal Reserve Jerome Powell parla in una conferenza stampa dopo la riunione del Federal Open Market Committee del 4 maggio 2022 a Washington. (Photo by Win McNamee / Getty Images) / Getty Images)

Nel complesso, la mossa segna l’inasprimento della politica monetaria più aggressivo degli ultimi decenni, poiché la Fed cerca di raggiungere l’inflazione, che a marzo ha raggiunto il nuovo massimo da 40 anni.

“L’inflazione è troppo alta”, ha detto Powell ai giornalisti dopo l’incontro. “Comprendiamo le difficoltà che sta causando. Abbiamo fretta di riportarlo indietro. “Abbiamo gli strumenti di cui abbiamo bisogno, la determinazione che sarà necessaria per conto delle famiglie e delle imprese americane per ripristinare la stabilità dei prezzi”.

Sebbene la mossa fosse ampiamente prevista, gli investitori erano preoccupati che Powell potesse stuzzicare i mercati per un aumento più netto nelle prossime riunioni mentre cercava di frenare l’inflazione. Bank of America, Deutsche Bank և Fannie Mae erano tra le società di Wall Street che prevedevano una recessione nei prossimi due anni prima dell’inizio della riunione questa settimana.

Powell ha riconosciuto che potrebbe esserci qualche “dolore” associato alla riduzione dell’inflazione e al contenimento della domanda, ma ha respinto l’idea di una recessione imminente, citando il mercato del lavoro e la forte spesa dei consumatori come punti luminosi nell’economia.

Prezzi della benzina

L’11 aprile 2022, in diverse stazioni di servizio a Washington, DC, i prezzi della benzina hanno oscillato di circa $ 4,00 per gallone per la qualità più costosa. (Photo by Chip Somodevilla / Getty Images) / Getty Images)

“Questa è un’economia forte. “Niente suggerisce che sia vicino o vulnerabile al declino”.

CREA QUI FOX BUSINESS CON CLICCA QUI

Tuttavia, non ci sono garanzie, affermano gli economisti, che la Fed stia affrontando un percorso difficile mentre cerca di tirare delicatamente l’ago attraverso il congelamento della domanda e la “pressione della crescita economica”.

«[Powell] “Ero ottimista sull’aumento dei tassi di interesse, sul taglio dei posti di lavoro e sul mantenimento della disoccupazione relativamente bassa”, ha affermato Chris Zakarelli, chief investment officer di Independent Advisor Alliance. “Ma sarà molto difficile farlo. Siamo meno soddisfatti della capacità della Fed di ottenere questo ‘atterraggio morbido’ pur riconoscendo che devono provarci”.

Leave a Comment

Your email address will not be published.