Exxon և Chevron interessata all’aumento dei prezzi del petrolio, contanti agli investitori

Le grandi compagnie petrolifere continuano a beneficiare dei prezzi elevati delle materie prime, ma non rinunciano a programmi per premiare gli investitori, mantenendo pressoché invariata la produzione.

Exxon XOM: -2,24%

Mobil Corp. ha dichiarato venerdì di aver generato entrate per 5,5 miliardi di dollari nel primo trimestre, più del doppio rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Il colosso petrolifero americano ha annunciato che triplicherà il riacquisto delle sue azioni, ma manterrà i costi dei giacimenti a ritmi contenuti.

Shron corporativo

CVX: -3,16%

La seconda compagnia petrolifera statunitense dopo Exxon ha riferito venerdì di avere profitti trimestrali di $ 6,3 miliardi, il più alto in un decennio, rispetto a circa $ 1,4 miliardi nello stesso periodo dell’anno scorso. La società ha pagato 4 miliardi di dollari agli investitori quest’anno per riacquistare i dividendi.

TotalEnergies francese TTE: -1,91%

Giovedì ha riportato guadagni per $ 4,9 miliardi, affermando che potrebbe raddoppiare il riacquisto di azioni in questo trimestre. Altri colossi energetici europei, Shell PLC և BP PLC, annunceranno i risultati del primo trimestre la prossima settimana և si prevede che anche loro realizzeranno grandi profitti.

Il CEO di Exxon, Darren Woods, ha affermato che la carenza di petrolio e gas durante l’epidemia ha ridotto le forniture prima dell’invasione russa dell’Ucraina a febbraio, provocando incertezza nei mercati mondiali.

Nonostante le condizioni di mercato favorevoli, il signor Woods և Chevron CEO Mike Wirt venerdì non ha mostrato alcun cambiamento nella propria mentalità sull’aumento della produzione. I dirigenti dell’energia affermano che le continue pressioni da parte degli investitori per restituire più liquidità agli azionisti sono un fattore chiave per frenare la crescita.

“Non abbiamo aumentato la quantità della nostra attrezzatura”, ha affermato venerdì il signor Wirt. “Non abbiamo aumentato le spese”.

In misura minore, anche l’aumento dell’inflazione sta frenando la produzione, poiché la carenza di attrezzature e manodopera si è diffusa nel settore dello scisto statunitense. Il signor Woods ha detto che la Exxon stava sentendo gli effetti dell’aumento dell’inflazione nel bacino di Perm, il principale giacimento petrolifero degli Stati Uniti, ma stava lavorando per mantenere la produzione di petrolio in crescita senza superare il costo di fornitura del petrolio.

Mentre i prezzi del petrolio sono rimasti in gran parte al di sotto dei 100 dollari al barile, la Cina sta combattendo un altro focolaio di Covid-19, abbassando i prezzi al livello più alto dal 2008, temendo che l’epidemia possa ostacolare la crescita economica e danneggiare i viaggi aerei globali. Il signor Woods ha notato il forte calo dei prodotti chimici in Asia, un potenziale segnale di turbolenze economiche.

Separatamente, la crescita economica degli Stati Uniti è rallentata a un tasso annuo dell’1,4% nel primo trimestre, ha affermato questa settimana il Dipartimento del Commercio, in gran parte a causa di un crescente deficit commerciale. Tuttavia, la crescita dell’offerta globale di petrolio continua a rimanere indietro rispetto alla domanda.

La produzione Exxon nel primo trimestre è diminuita di circa il 4% rispetto al trimestre precedente. Stazione di servizio Exxon in Pennsylvania.


Foto:

Rachel Vishinsky per il Wall Street Journal

“Ci aspettavamo questo nel 2020, quando il livello di investimento nel settore era molto inferiore a quello necessario per compensare i consumi”, ha affermato Woods. “Ecco perché abbiamo lavorato così duramente per mantenere le nostre spese in conto capitale di fronte all’epidemia”.

Secondo FactSet, l’utile netto di Exxon è stato inferiore di circa il 38% rispetto a quanto previsto dagli analisti. Ha richiesto 3,4 miliardi di dollari in contabilità dopo aver deciso di chiudere le sue operazioni sull’isola russa di Sakhalin in Estremo Oriente. Tuttavia, la società con sede in Texas prevede di aumentare la sua quota di $ 10 miliardi nel titolo da $ 30 miliardi entro il 2023, un segno della sua salute finanziaria sottostante con l’aumento della domanda di energia, ha affermato Catherine Michels, chief financial officer di Exxon.

Mercoledì, Total ha incassato 4,1 miliardi di dollari in costi di contabilità sulle sue riserve di gas naturale, citando l’impatto delle sanzioni occidentali sulla Russia sulla redditività.

La signora Michaels, che è entrata a far parte della Exxon l’anno scorso come chief financial officer della società, ha citato la “forte situazione patrimoniale e di liquidità” della società come motivo che potrebbe rafforzare il suo programma di riacquisto di azioni.

Le entrate della società sono aumentate di $ 1,1 miliardi rispetto al trimestre precedente, poiché i prezzi del petrolio e del gas sono aumentati dopo che la Russia ha invaso l’Ucraina poiché la domanda globale ha continuato a superare la crescita dell’offerta.

CONDIVIDI NELLA TUA MENTE

Cosa ne pensi dell’industria petrolifera? Partecipa alla conversazione qui sotto!

“Soprattutto nell’attuale contesto di mercato, stiamo lavorando molto duramente per aumentare la nostra produzione di barili economici in linea con il nostro piano generale”, ha affermato Mickels, citando l’investimento della Exxon nel gas naturale liquefatto Gaya nel bacino di Perm. dove cerca di aumentare la produzione.

La Chevron ha affermato che prevede di aumentare la produzione a Perm del 15% quest’anno a partire dal 2021, che è superiore al suo precedente obiettivo di crescita.

Ma Exxon e Chevron hanno affermato che la loro intera produzione aziendale sarà più o meno la stessa dell’anno scorso o leggermente inferiore. La produzione statunitense della Chevron è aumentata di circa 109.000 barili al giorno rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, mentre la sua produzione internazionale è diminuita di 170.000 barili al giorno. La produzione complessiva di Exxon nel primo trimestre è scesa di circa il 4% rispetto al trimestre precedente a causa di altri fattori meteorologici.

Chevron ha anche mancato le stime sugli utili degli analisti, poiché l’utile netto è stato di circa il 4,5% inferiore al previsto, secondo FactSet.

Le azioni di Exxon sono scese di circa il 2% venerdì, mentre le azioni di Chevron sono scese di circa il 3%.

Anche con i prezzi del petrolio che si aggirano intorno ai 100 dollari al barile, per mantenere la pressione sulle compagnie petrolifere da parte dell’amministrazione Biden per aiutare ad abbassare i prezzi elevati della benzina, gli investitori hanno continuato a spingere le aziende a risparmiare sugli investimenti petroliferi. Invece, gli azionisti stanno cercando di aumentare i dividendi e riacquistare dopo anni di perdite nel settore.

Mentre l’Europa sta cercando di rinunciare all’energia russa, i produttori americani di gas naturale stanno lottando per soddisfare la domanda e i prezzi stanno aumentando. Questo è il modo in cui i fattori, comprese le condizioni meteorologiche estreme e le esigenze di equipaggiamento, hanno creato ostacoli durante la guerra in Ucraina. Illustrazione di Laura Kamerman և Sharon Shea / WSJ

Kevin Holt, Senior Portfolio Manager di Invesco srl

Ha detto che non voleva che le compagnie petrolifere prendessero decisioni di spesa in base ai prezzi correnti delle materie prime, che alla fine sarebbero diminuiti.

“Vogliamo assicurarci che tu sia disciplinato guardando i prezzi di metà ciclo in termini di come guardi al mondo”, ha detto Holt, riferendosi ai prezzi del petrolio di alcuni anni fa. “È prima di tutto il più importante”.

Exxon ha affermato di aver speso circa $ 4,9 miliardi di capitale nel primo trimestre, in linea con il suo piano di mantenere gli investimenti relativamente modesti, molto più bassi dell’ultima volta che i prezzi del petrolio erano superiori a $ 100 al barile. A quel tempo, nel primo trimestre del 2014, Exxon ha investito 8,4 miliardi di dollari.

L’anno scorso, la società ha fissato un budget conservativo di 20-25 miliardi di dollari all’anno fino al 2027, che è dal 17% al 33% in meno rispetto ai piani pre-epidemia.

Exxon ha generato circa $ 10,8 miliardi e Chevron circa $ 6,1 miliardi di free cash flow, una cifra che è stata di particolare interesse per gli investitori per anni dopo che le compagnie petrolifere statunitensi avevano rendimenti inferiori a quelli che hanno costantemente superato i flussi di cassa.

Per quasi un decennio, molte aziende hanno accumulato enormi mucchi di debiti, speso più denaro di quello che effettivamente ricevevano dalle vendite di petrolio e gas per aumentare la produzione. A causa dell’epidemia, le aziende hanno ridotto i costi e si sono concentrate sull’invio di denaro extra agli investitori.

Le compagnie petrolifere stanno ora decidendo come spendere per accumulare denaro contante. Molte società di scisto hanno deciso di restituirne la maggior parte agli azionisti attraverso dividendi flessibili e riacquisti. Alcuni hanno affermato che aumenteranno in una certa misura i costi e la produzione.

Per Exxon և il riacquisto di azioni di Chevron è diventato una parte fondamentale dei suoi sforzi per attirare indietro gli investitori. Ma anche quando i prezzi del petrolio superano i 100 dollari al barile, molti investitori sono ancora diffidenti nei confronti del settore dopo anni di scarsi rendimenti, affermano i dirigenti.

“Anche se il settore energetico ha recentemente superato l’indice S&P 500, le entrate seguono un decennio in cui sono in ritardo rispetto al mercato in generale”, ha affermato Pierre Breber, chief financial officer di Chevron.

“I nostri azionisti non sono stati ricompensati a lungo termine”, ha affermato Breber. “Abbiamo ancora molta strada da fare per recuperare gli investitori, come vinceremo?” [them] “Il ritorno consiste nell’investire efficacemente il capitale”, ha aggiunto.

Scrivere Colin Eaton all’indirizzo collin.eaton@wsj.com

Come operano le aziende più grandi?

Copyright © 2022 Dow Jones & Company, Inc. Tutti i diritti riservati. 87990cbe856818d5eddac44c7b1cdeb8:

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *