Esperto immobiliare sull’eventuale caduta dei prezzi delle case a causa dell’aumento dei tassi di interesse della Fed

Mark Fleming, capo economista della First American Finance Corporation, discute di dove si stanno dirigendo i prezzi delle case di fronte all’aumento dei tassi di interesse della Federal Reserve come modo per frenare l’aumento dell’inflazione.

Fleming, che dirige il team di economia responsabile della previsione delle tendenze del mercato ipotecario immobiliare, ha considerato i tassi ipotecari attuali in un’intervista con Morning con Maria. La sua apparizione in FOX Business arriva in un momento in cui l’inflazione è accelerata al nuovo massimo degli ultimi quattro decenni a marzo, con l’aumento dei prezzi poiché i costi delle abitazioni sono aumentati del 5% anno su anno e dello 0,6% mese su mese.

GLI ACQUIRENTI NATURALI SI SONO IN LOTTA PER I PREZZI DISPONIBILI E LA CRESCITA DEGLI INTERESSI.

Il mese scorso, il Dipartimento del Lavoro ha annunciato che l’indice dei prezzi al consumo (CPI), che misura alcune materie prime, tra cui benzina, assistenza sanitaria, generi alimentari e affitti, è aumentato dell’8,5% a marzo rispetto all’anno precedente, il tasso più veloce da dicembre 1981, quando : L’inflazione ha raggiunto l’8,9%. In un mese i prezzi sono aumentati dell’1,2% rispetto a febbraio, che è il balzo mensile dal 2005.

I tassi sui mutui scendono per la prima volta in sette settimane, secondo gli ultimi dati di Freddie Mac, fissati per 30 anniIl tasso di interesse ipotecario è sceso al 5,1% a partire dal 28 aprile.

Mark Fleming, capo economista della First American Finance Corporation, discute dei tassi dei mutui e dei prezzi delle case. (iStock / iStock)

Il mutuo a tasso fisso di 30 anni per la settimana terminata il 28 aprile è sceso a un tasso di interesse annuo del 5,1%, in calo dal 5,11% della settimana prima al 2,98% dell’anno prima.

Fleming ha riconosciuto che il 5% è stato un “grande passo”, osservando che la cifra “dovrebbe limitare la domanda և disponibilità nel mercato immobiliare”.

GLI ACQUIRENTI NATURALI SI SONO IN LOTTA PER I PREZZI DISPONIBILI E LA CRESCITA DEGLI INTERESSI.

Ha aggiunto che da un punto di vista storico, “il 5% è ancora un tasso ipotecario abbastanza buono”.

“E poiché c’è così poca offerta di alloggi lì, anche se la domanda scende a causa di tassi più alti, è ancora sbilanciata, quindi i prezzi non dovrebbero scendere”, ha detto Fleming, osservando che i prezzi potrebbero “ammorbidire”. i loro tassi di apprezzamento”.

“Ma abbiamo bisogno di un tasso ipotecario molto più alto per ridurre effettivamente la domanda in misura tale da soddisfare l’offerta e abbassare effettivamente i prezzi”, ha continuato.

CREA QUI FOX BUSINESS CON CLICCA QUI

I dati pubblicati la scorsa settimana per febbraio 2022 mostrano che i prezzi delle case continuano a salire negli Stati Uniti poiché l’offerta limitata փակ la corsa per coprire i tassi ipotecari in aumento ha attratto gli acquirenti.

Secondo l’indice S&P CoreLogic Case-Shiller, i prezzi delle case sono aumentati del 19,8% su base annua a febbraio dal 19,1% del mese prima.

Il composito di 10 città ha registrato una crescita annuale del 18,6% a febbraio dal 17,3% del mese precedente, mentre il composito di 20 città è aumentato del 20,2% rispetto all’anno precedente, dal 18,9% dell’anno precedente. mesi. Tutte le 20 città hanno registrato aumenti dei prezzi più elevati nell’anno terminato a febbraio 2022 rispetto all’anno terminato a gennaio 2022, guidati da Phoenix, Tampa e Miami.

Il presidente della Federal Reserve Jerome Powell ha rafforzato le aspettative per un aumento della metà del tasso alla fine del mese scorso durante una riunione della Banca centrale a maggio mentre i funzionari cercavano di allentare l’inflazione accesa.

Il mercato immobiliare di solito ha tassi ipotecari più elevati quando la Fed aumenta i tassi di interesse. Sebbene i tassi ipotecari non corrispondano ai tassi dei fondi federali, di solito sono in ritardo rispetto al rendimento del tesoro a 10 anni.

CLICCA QUI PER LEGGERE DI PIÙ SUL BUSINESS FOX

“Penso che puoi aspettartelo dalla Fed”, ha detto Fleming lunedì. “Penso che la crescita della mascella sia stata efficace nel muovere i mercati, fino a quando non è stata effettivamente fatta dalla Federazione, i tassi sui mutui sono effettivamente andati oltre”.

“Penso che siano anche un po’ più avanti rispetto a dove era la Fed e dove erano le aspettative”, ha aggiunto.

Magen Henny di FOX Business ha contribuito a questo rapporto.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *