Esclusivo. Sonos presenterà il suo assistente vocale

Sonos prevede di lanciare il proprio servizio di assistente vocale nelle prossime settimane, secondo le persone che hanno familiarità con i piani dell’azienda. La funzione vocale consentirà ai clienti di riprodurre e controllare la musica sulla piattaforma home audio Sonos.

Farà parte del prossimo aggiornamento software, che dovrebbe essere il primo a raggiungere i clienti statunitensi il 1 giugno, con una versione internazionale a seguire. Sonos Voice fungerà da alternativa ad Amazon Alexa և Google Assistant, che Sonos già supporta sui suoi altoparlanti intelligenti և pannelli audio voice-over. Tutti i prodotti Sonos che eseguono il software S2 dell’azienda supporteranno Sonos Voice Control.

Sonos ha recentemente annunciato lavori relativi a Sonos Voice Experience e l’azienda afferma che la sua ambizione è “rendere le comunicazioni vocali completamente private, più personali, più naturali”. Il debutto di Sonos Voice segnerà una pietra miliare nell’espansione dei servizi Sonos mentre l’azienda cerca di espandere il proprio business hardware. (Sonos Radio և Sonos Radio HD a pagamento e di qualità superiore è stata la prima svolta di questo tipo nel servizio.) o playlist. tra le altre funzioni.

Al momento del lancio, Sonos Voice funzionerà con Apple Music, Amazon Music, Pandora e la radio Sonos di Deezer սեփական. Spotify և YouTube Music di Google non funziona ancora. A causa dell’interesse di Sonos per la privacy, la funzione non registrerà i comandi vocali dell’utente né li trasferirà nel cloud per l’elaborazione. “Hey Sonos” sarà la parola chiave in Sonos Voice Control, և i test interni dell’azienda dimostrano che è più veloce dei servizi degli assistenti concorrenti nelle attività musicali di base.

Sonos ha rifiutato di commentare la storia, citando la sua politica di non commentare voci o speculazioni. Tuttavia, attraverso l’elenco dei vari lavori di produzione audio, l’azienda si è offerta di guardare al futuro, dove porrà molta più enfasi sul software, cercherà di affermarsi come centro centrale. per l’intrattenimento in streaming. È possibile andare oltre l’audio, incluso il video. Patrick Spence, CEO di Sonos, ha accennato a questi obiettivi nelle interviste. “Investi sempre prima della curva”, ha detto Decodificatore: podcast. “Stiamo assumendo persone nel settore del software per trasferirci in nuove aree in cui non siamo oggi. Sarà più facile capire in seguito che l’azienda ha lavorato su tutte queste cose meravigliose. Semplicemente non l’abbiamo visto in quel momento”.

I servizi vocali sono stati oggetto di controversie con le principali società tecnologiche tra cui Sonos e Amazon. Due anni fa, Spence ha detto ai legislatori statunitensi che Google aveva rifiutato di consentire al suo servizio di assistente di funzionare sullo stesso dispositivo di un concorrente di Amazon. Amazon non era così restrittivo, ha detto Spence. Sonos, Google և Amazon continuano a collaborare come partner, sebbene Sonos abbia pubblicamente accusato entrambi di tattiche di prezzo sleali. Ha citato in giudizio con successo Google per quest’ultimo, forzando lievi modifiche ad alcune applicazioni di riproduzione audio multi-room e controllo vocale di Google.

Lo sviluppo della funzione vocale di Sonos non è un segreto ben custodito. L’azienda ha espresso interesse per le richieste dei clienti, վաղ I primi dettagli del servizio sono stati trovati l’anno scorso nell’app mobile Sonos (come elencato qui: Protocollo:): All’epoca, gli screenshot mostravano che sarebbe stato possibile utilizzare il servizio vocale Sonos con Alexa, con i clienti in grado di utilizzarli pronunciando la sveglia appropriata. Ma le immagini mostrano che Google Assistant և Le offerte vocali di Sonos non possono essere combinate con lo stesso uovo, il che è un segno dello stretto controllo di Google su come possono essere utilizzati i suoi servizi. Il blogger Carsten Noblokh ha recentemente pubblicato alcuni screenshot aggiuntivi di Sonos Voice, ma la sua data di lancio և i servizi supportati non sono stati segnalati in precedenza.

La Sonos Voice Experience rimarrà radicata al momento del lancio. Ma se le persone possono usare Alexa allo stesso tempo. Sonos chiama questa funzione “sincronizzazione vocale”, sarà in grado di offrire Sonos senza sacrificare l’integrazione della casa intelligente o altre funzioni più diverse che il servizio vocale Sonos può fornire. la mancanza.

L’obiettivo dichiarato di Sonos di rendere la voce “completamente privata” potrebbe essere uno dei modi principali per differenziare Alexa da Google Assistant, entrambi fortemente basati sul cloud. Amazon afferma che Alexa è progettato con “più livelli di privacy e sicurezza” e Google offre garanzie simili. Tuttavia, alcuni consumatori inizialmente diffidano della tecnologia vocale di Big Tech, che utilizza le interazioni vocali per scopi pubblicitari.

Lo scorso mese, Il confine: riporta che il prossimo nuovo prodotto hardware di Sonos è un pannello audio economico, che costa circa $ 250. Anche quel dispositivo, il Sonos Ray, sarà annunciato nelle prossime settimane. Tuttavia, a differenza dei più costosi pannelli sonori Arc և Beam dell’azienda, non ha microfoni di controllo vocale integrati.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *