Elon Musk ha dimostrato ancora una volta che non ci sono regole, norme

Elon Musk ha dimostrato ancora una volta che farà tutto ciò che è in suo potere annunciando venerdì che il suo accordo da 44 miliardi di dollari per l’acquisto di Twitter è stato sospeso. Ha condiviso la notizia su Twitter, invece di fare una presentazione ufficiale alla Securities and Exchange Commission. Il dramma relativo all’accordo ha continuato a essere riprodotto sui tweet di Muskie.
Poiché la SEC ha stabilito nel 2013 che l’uso di Twitter e altre piattaforme di social media è un modo accettabile per le società pubbliche di divulgare informazioni rilevanti, questo potrebbe essere uno dei modi legali in cui ha violato la Convenzione.

Ma le molte altre mosse di Musk nel corso degli anni hanno infranto le vere regole, non solo infrangendo le regole, ma nessuna di esse ha rallentato o cambiato il suo comportamento.

Le sanzioni pecuniarie che le autorità di regolamentazione o i partner commerciali possono imporre sono di poca importanza per qualcuno ricco come Musk. Cammina, i tweet sono la prova che le regole normali non si applicano agli estremamente ricchi se decidono di ignorarle.

Musk, ad esempio, ha recentemente acquisito una partecipazione di quasi il 10% in Twitter senza una tempestiva pubblicazione.

Un investitore che acquista il 5% o più delle azioni di una società ha 10 giorni di tempo per rivelare i propri acquisti in modo che gli altri investitori possano essere consapevoli di ciò che sta influenzando i prezzi delle azioni.

Musk ha aspettato 21 giorni per la rivelazione, prima di finire di acquistare il 9,6% delle azioni di Twitter. Le acquisizioni di azioni di Twitter sono aumentate anche prima che annunciasse la sua offerta per acquistare la piattaforma privatamente.

Se Musk avesse svolto le scartoffie in tempo, probabilmente gli sarebbe costato molto di più accumulare i 15 milioni di azioni che ha acquistato dopo la scadenza di 10 giorni.

La scoperta ritardata ha fatto risparmiare a Musk 143 milioni di dollari, mantenendo il prezzo delle azioni più basso di quanto avrebbe potuto essere mentre continuava ad acquistare azioni, secondo Daniel Taylor, professore di contabilità all’Università della Pennsylvania.

Il Wall Street Journal ha riferito la scorsa settimana che la SEC stava indagando sull’ultimo post di Muskie su Twitter sulle sue condivisioni.

“Penso che potrebbe essere la pigrizia o la convinzione che le regole non si applicano”, ha detto Taylor. “Ma quando si guarda a quando la SEC richiede la presentazione tardiva, è relativamente raro. Dato il principio costi-benefici, ha senso non presentare. Anche se il costo della denuncia in ritardo è una multa di $ 100.000 o una multa multimilionaria. , perchè no? [delay filing]?

La precedente grande battaglia di Musk con la SEC nel 2018, quando ha twittato di essere stato “finanziato” per rilevare Telsa privatamente inviando quote più alte, ha solo incoraggiato il miliardario.
Musk alla fine ha pagato una multa di $ 20 milioni, si è dimesso da presidente di Tesla o ha mantenuto il titolo di CEO, di cui la SEC ha minacciato di privarlo. Dovrebbe anche avere tweet con informazioni materiali su Tesla che sono state confermate dall’altra società, ma non è chiaro in che misura abbia rispettato questo requisito negli ultimi quattro anni.

Musk sta ancora ribollendo un accordo con la SEC, sostenendo di averlo fatto solo perché altrimenti le banche potrebbero smettere di finanziare Tesla e costringere la casa automobilistica a fallire. Tuttavia, Taylor ha affermato che l’azione della SEC non è uno schiaffo in faccia.

“Hanno avuto l’opportunità di inviare un segnale forte, hanno scelto di non inviare”, ha detto Taylor.

Altre regole che Musk ignora

Le regole sul possesso di azioni sono solo le ultime di una lunga serie di regole che Musk ha infranto, senza contraccolpi.

Le case automobilistiche tradizionali ricordano quando trovano un difetto nella progettazione o nella costruzione di un’auto. Ecco perché l’Autorità nazionale per la sicurezza stradale, l’autorità di regolamentazione federale, ha chiamato l’Ufficio per i reclami dei consumatori e i dati sugli incidenti l’Ufficio per le indagini sui difetti.

Tuttavia, a Tesla è stato chiesto di richiamare le sue auto esattamente come previsto. Musk ha fatto causa, ma ha attaccato le guardie di sicurezza, chiedendo di rendere i suoi veicoli meno “divertenti”. E Tesla non ha avuto costi significativi per le sue operazioni.
Le caratteristiche di Tesla che hanno spinto il richiamo includono la possibilità per i passeggeri dei sedili anteriori և possibilmente i conducenti di giocare ai videogiochi con il touch screen al centro del cruscotto mentre l’auto è in movimento, և consentire alle auto di svoltare intenzionalmente attraverso i segnali di stop, quando in modalità autonoma. .
Musk ha anche combattuto con la Federal Aviation Administration per testare i missili SpaceX senza il necessario permesso. Nel 2020, ad esempio, la compagnia ha effettuato un breve volo di prova del suo prossimo razzo Marte, chiamato Starship, senza fornire alla FAA la documentazione pertinente o le valutazioni dei rischi per la “salute e sicurezza pubblica”, secondo l’agenzia.

Già prima dell’inizio del volo di prova, la FAA ha negato il rifiuto di sicurezza su richiesta di SpaceX. Ma l’azienda è comunque andata avanti.

È stata avviata un’indagine della FAA, ma SpaceX alla fine si è ritirata e ha ricevuto ordini di “azione correttiva”.

Nei primi giorni dell’epidemia, Musk ha riaperto il suo stabilimento Tesla in California, che era stato chiuso a causa degli arresti domiciliari, che ha definito un “fascista”.
Il dipartimento sanitario della contea, che ha ordinato la chiusura dell’attività per fermare la diffusione del Covid-19, alla fine ha ceduto ai suoi piani di riapertura.

– CNN Business Jackie Watts ha contribuito a questo rapporto

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *