Elon Musk fa appello ai vecchi finanziatori per acquistare 44 miliardi di dollari da Twitter

Elon Musk sta facendo appello a un vecchio e fidato gruppo di finanziatori per finanziare la sua acquisizione di Twitter da 44 miliardi di dollari, anche dopo la chiusura delle trattative con un’importante società di private equity, ha riferito The Post.

Fonti vicine alla situazione affermano che Musk potrebbe avvicinarsi alla raccolta di 10 miliardi di dollari in contanti da investitori azionari, per lo più società di venture capital che hanno sostenuto le sue altre società, inclusa Space X. Tuttavia, una fonte vicina ai colloqui ha rifiutato di nominare le società. I precedenti investitori di Muskie includono Sequoia Capital, D1 Capital Partners e Valor Equity Partners.

Musk ha anche fatto appello ai cosiddetti family office, che controllano ingenti somme di denaro privato, per sostenere la sua richiesta su Twitter.

“Deve più di 10 miliardi di dollari in azioni”, ha detto al Post una fonte vicina alla situazione.

Secondo la fonte, il miliardario Orlando Bravo ha parlato per ore con Elon Musk.
A sinistra: AP; A destra: Getty Images

Musk sta andando avanti, anche se i massimi dirigenti di Thoma Bravo, una società di acquisto esperta di tecnologia i cui investimenti includono McAfee e società di software come Barracuda, sono divisi su un accordo con Musk, con alcuni che temono che la posta in gioco sia alta. Troppo grande, troppo rischioso, hanno detto tre fonti vicine alla situazione.

“L’Orlando Bravo stava spingendo per questo”, ha detto una fonte vicina ai colloqui, riferendosi al co-fondatore dell’azienda, un miliardario portoricano di 52 anni con una vasta esperienza tra gli investitori tecnologici. “Ha parlato con Elon per ore.”

Secondo la fonte, Bravo “spinge” la sua azienda a sostenere Musk.
AFP tramite Getty Images
Elon Musk
Il disaccordo tra gli investitori di private equity e le banche costringe Musk a ritirare contanti da altre fonti.
AFP tramite Getty Images

Il Wall Street Journal ha riferito martedì che Musk aveva detto agli investitori che intendeva eliminare nuovamente la società entro tre anni dall’acquisto della società. Come riportato in precedenza da The Post, Toma Bravo vede un’opportunità per tagliare i costi su Twitter, sperando di fare un accordo di alta qualità.

Tuttavia, altri partner di spicco di Thoma Bravo temono che andare a letto con Musk, che ha pubblicato una serie di bizzarri tweet sui suoi piani su Twitter, incluso il fatto che intende trasformare il quartier generale di San Francisco in un rifugio per senzatetto, possa essere un disastro. .

“Penso che l’Orlando Bravo volesse farlo, ma uno o due dei suoi principali partner non volevano”, ha detto una seconda fonte.

Musk և Thomas Bravo ha rifiutato di commentare.

Altre importanti società di acquisizione, tra cui la Blackstone և miliardaria di Stephen Schwartzman, Robert F. Anche Vista Equity Partners di Smith ha rifiutato completamente Musk, ha affermato la fonte. Apollo Global Management, nel frattempo, è interessato solo al finanziamento del debito, secondo fonti vicine ai colloqui.

Blackstone ha rifiutato di commentare. Vista non ha risposto alle chiamate.

Secondo le fonti, Musk ha incontrato ostacoli dovuti all’aumento dei debiti per finanziare l’operazione. Fonti affermano che Morgan Stanley, Barclays e Bank of America hanno promesso un prestito di 13 miliardi di dollari a Twitter per completare l’acquisto. Tuttavia, la rivale Citigroup, Credit Suisse և RBC, ha deciso di non partecipare, ha affermato la fonte del prestito.

Citigroup և Credit Suisse ha rifiutato di commentare. RBC non ha risposto alle chiamate.

Logo Tommaso Bravo
I migliori colleghi di Thoma Bravo sono preoccupati che saltare a letto con Musk possa essere un disastro.
Tommaso Bravo:

Citigroup, Credit Suisse և RBC potrebbe prestare su azioni di Musk Tesla, noto come Margin Loan, che secondo Musk nei documenti presentati il ​​mese scorso potrebbe arrivare fino a $ 12,5 miliardi. Tuttavia, non sono disposti a prestare direttamente a Twitter, poiché i tassi di interesse su questi nuovi prestiti potrebbero essere superiori all’attuale flusso di cassa su Twitter, ha affermato il prestatore.

“Questa è una quantità pazzesca di finanziamenti a leva”, ha detto la fonte.

Il disaccordo tra gli investitori di private equity e le banche costringe Musk a ritirare contanti da altre fonti. Secondo The Post, Musk vuole limitare la sua influenza personale a $ 15 miliardi, inclusi i $ 3,4 miliardi che già possiede, che è la quota del 9,2% della società.

Oltre a raccogliere 10 miliardi di dollari in contanti da co-investitori che hanno precedentemente sostenuto le sue società, Musk ha espresso la volontà di consentire a un gruppo di azionisti di Twitter, il co-fondatore Jack Dorsey e Fidelity, tra gli altri, secondo Reuters. – Investire 5 miliardi di dollari in azioni quando l’azienda diventa privata.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *