È in gioco il perdono per i prestiti agli studenti a causa della cattiva condotta dei dipendenti, affermano gli avvocati

  • Rapporti recenti hanno mostrato decenni di cattiva gestione dei piani di rimborso basati sul reddito.
  • Il Dipartimento dell’Istruzione ha recentemente annunciato riforme del programma, estendendo 3,6 milioni di prestiti studenteschi ai mutuatari.
  • Quattro gruppi di difesa hanno scritto ai leader del settore per assicurarsi che fornissero tale aiuto in modo efficace.

Negli ultimi dieci anni, le società di prestito studentesco sono state accusate di cattiva gestione e frode, lasciando i mutuatari con debiti che hanno avuto difficoltà a rimborsare.

Ora, i gruppi di difesa vogliono assicurarsi che le storie a corto di liquidità di queste società non impediscano loro di aiutare i mutuatari a basso reddito.

Lunedì, lo Student Credit Center, lo Student Debt Crisis Center, il Responsible Lending Center e il National Center for Consumer Rights hanno inviato lettere a tre importanti organizzazioni commerciali che rappresentano società di prestito studentesco e prestatori. La lettera, ricevuta per la prima volta da Insider, fa seguito a una recente dichiarazione del Dipartimento dell’Istruzione del presidente Joe Biden sui passi per fissare i programmi di rimborso basato sul reddito (IDR). Sebbene i piani siano progettati per fornire ai mutuatari pagamenti mensili convenienti con la promessa del pieno perdono in 20 o 25 anni, la “pratica di servizio dannosa” ha assicurato che pochissimi mutuatari ricevano l’aiuto che meritano, afferma la lettera.

I gruppi vogliono assicurarsi che ciò non accada di nuovo.

“L’industria dei prestiti studenteschi ha già derubato un’intera generazione di debiti che avrebbero dovuto ricevere tramite IDR. “Questa volta, tutti gli occhi sono puntati su queste società, poiché ci aspettiamo che presentino la correzione IDR come richiesto dalla legge”. Il direttore esecutivo dello Student Credit Protection Center, Pierce, ha dichiarato: “Il futuro finanziario di milioni di persone a basso reddito è tangibile. Intendiamo fare tutto il possibile per assicurarci che i prestiti agli studenti vadano finalmente bene”.

Il Dipartimento dell’Istruzione ha annunciato il 19 aprile che i 3,6 milioni di mutuatari IDR si avvicineranno all’amnistia del prestito attraverso passaggi per porre fine alla “gestione della pazienza”, che è un caso in cui una società di prestito studentesca è inadempiente sui mutuatari anche quando potrebbero. Iscriviti per $ 0 pagamenti IDR, che possono danneggiare i rapporti di credito e possono portare a default o default. Prima dell’annuncio, solo 32 mutuatari erano mai stati approvati per il condono del prestito tramite IDR.

Ma ora, scrivono i gruppi di difesa, l’industria del prestito studentesco ha l’opportunità di cambiare il suo comportamento per ottenere questo allentamento giusto.

“Milioni di mutuatari di prestiti studenteschi dipendono da te e dalle aziende che rappresenti per ottenere la giusta correzione IDR”, hanno scritto. “Saremo molto vigili nei prossimi mesi per assicurarci che tu lo faccia”.

I leader del settore devono garantire che i mutuatari ricevano “diritti che sono stati a lungo negati”.

A seguito dell’annuncio delle riforme IDR del Dipartimento dell’Istruzione, il Consiglio per le finanze dell’istruzione, il Consiglio nazionale per l’istruzione superiore և The Student Credit Service Alliance, le organizzazioni che rappresentano i fornitori di prestiti agli studenti e gli istituti di credito, hanno rilasciato una dichiarazione. annuncio: affermando che le modifiche “non sono state condivise con nessuno del personale di discussione iniziale che non sarà nuovamente in grado di fornire informazioni chiare e concise ai mutuatari, rispondere alle loro domande o pianificare in anticipo”.

I gruppi di difesa hanno scritto che mentre il Dipartimento dell’Istruzione è indubbiamente responsabile dei programmi di prestito studentesco, le società che li gestiscono dovrebbero anche essere responsabili della gestione dei programmi di rimborso e dell’agevolazione del prestito. Prima dell’annuncio delle riforme da parte del dipartimento, NPR ha pubblicato un’indagine che ha rivelato difetti di vecchia data nel modo in cui le società di credito gestivano l’IDR. Ha rilevato che le società che gestiscono i piani IDR non hanno ritardato il condono dei pagamenti e i mutuatari hanno dovuto richiedere specificamente aggiornamenti sull’avanzamento dei pagamenti.

E quei fallimenti danneggiano maggiormente i mutuatari a basso reddito. L’indagine ha rilevato che i mutuatari che pagavano $ 0 al mese “non ricevevano abbastanza indietro”.

Alla luce di queste rivelazioni – le recenti riforme, i gruppi di difesa hanno scritto che “concentrandosi su come evitare responsabilità, deviare la colpa, ti incoraggiamo a concentrarti sul dare finalmente ai mutuatari i diritti a cui sono stati a lungo negati, che le azioni di ED ora possono permettersi per accedervi.”

Hanno promesso di utilizzare “ogni strumento a nostra disposizione”, comprese le indagini e le prove, per garantire che i mutuatari idonei del prestito studentesco ricevano l’aiuto che meritano.

Leave a Comment

Your email address will not be published.