“È impossibile da capire.” Migliaia di persone seppelliscono 3 in Grecia dopo un attacco terroristico

Le tre vittime dell’attacco terroristico in Grecia, Jonathan Hawakuk, Oren Ben Yiftah e Boaz Gol, sono state sepolte venerdì pomeriggio.

Il corteo funebre di massa è iniziato alle 12:30 sul luogo dell’attacco mortale la scorsa notte in piazza Ibn Gabirol, nel centro della città.

Ben Yiftah, 35 anni, l’autista che stava lavorando per l’incidente in Grecia al momento dell’attacco, è stato sepolto a Lod. Havakuk, un 44enne residente in Grecia, fu sepolto a Petah Tikva, e Gol, 49 anni, anch’egli greco, fu sepolto a Gerusalemme.

Tre uomini sono stati uccisi giovedì sera da due terroristi palestinesi che hanno attaccato una folla di persone con un’ascia e un coltello vicino al parco nella città religiosa della Grecia alla fine del Giorno dell’Indipendenza di Israele. Almeno sette persone sono rimaste ferite nell’attacco, tre delle quali in condizioni critiche.

Il bilancio delle vittime di una serie di attacchi terroristici contro obiettivi israeliani da marzo è salito a 19, il peggior periodo da anni di terrorismo.

I due terroristi, identificati dalla polizia come il 19enne Assad Youssef Assad al-Rifai e il 20enne Subhi Emad Subhi Abu Shkair, sono rimasti in libertà fino a venerdì pomeriggio.

Migliaia di persone in lutto sono uscite per porgere i loro ultimi omaggi ai tre uomini, che hanno lasciato 16 figli, sei a Ben Yiftah e cinque a Golin Havakuk.

Vittime dell’attacco terroristico in Grecia il 5 maggio 2022, da sinistra a destra. Boaz Gol, Jonathan Hawakuk և Oren Ben Yiftah (per gentile concessione)

Il sindaco di Lodi Yair Rivo ha affermato che Ben Yiftah ha lavorato duramente per sostenere la sua famiglia “nonostante tutte le difficoltà, nonostante tutte le sfide, questo era il suo destino, è impossibile da capire”.

Il rabbino Chaim Ow, il capo della sinagoga frequentata da Gol, ha detto che la sua assenza sarebbe stata profondamente sentita.

“Sei sempre stato il primo nella classe della Torah, ci mancherai tutti”, ha detto Ov. “Eri un uomo retto, hai sempre aiutato gli altri, la tua perdita è pubblica”.

All’inizio di venerdì, la vedova di Havakuk ha detto che suo marito aveva combattuto uno degli aggressori, permettendo agli altri di scappare in sicurezza.

“Il mio cuore si rifiuta di credere che sono solo con cinque orfani. “Ho il cuore spezzato dal fatto che il mio tenero figlio abbia visto suo padre nei suoi ultimi momenti”, ha scritto Linor Havakuk in un gruppo Facebook per il popolo greco.

“Mio marito ha combattuto contro di loro con grande eroismo, ha salvato molte vite. “Ha combattuto con loro per molti minuti, il che ha permesso a molti di fuggire dalla scena”, ha scritto. “Dio ti benedica, caro marito. Ci mancherai molto.”

La vedova di Boaz Gol, Galit Gol, ha condannato la perdita della sua famiglia.

“Come l’ho perso?” Dio, perché è successo a noi? Perché ce lo meritiamo?” Ha gridato alla casa di famiglia in Grecia, secondo il sito web di notizie Ynet.

“In un giorno la mia vita è finita. In un giorno tutto si è capovolto”.

I membri della famiglia dicono che stava andando alla Torah quando è stato ucciso.

Le persone in lutto si riuniscono al funerale di Jonathan Havakuk e Boaz Gol, uccisi in un accoltellamento nel centro di Israele il 6 maggio 2022. (Foto AP / Ariel Schalit)

Il fratello gemello di Law, Lior Ben Yiftah, ha detto che la notizia della sua morte è stata devastante.

“Aveva un cuore d’oro, stava solo facendo cose buone, voleva aiutare gli altri”, ha detto Lior a Ynet, dicendo di aver visto suo fratello poche ore prima dell’attacco mentre celebravano il barbecue del Giorno dell’Indipendenza.

Dopo aver ricevuto la notizia, Lior ha detto: “Sto solo soffrendo. Il mio fiore non c’è più, il mio cuore è con lui… Non credo che mio fratello se ne sia andato. “

I tre sono rimasti gravemente feriti nell’attacco, uno dei quali ha detto venerdì che i medici stavano ancora combattendo per la sua vita.

Le forze di sicurezza israeliane hanno lanciato una massiccia repressione degli autori, che sono ancora latitanti.

Secondo la polizia, i servizi di sicurezza ritengono che l’attacco in Grecia sia stato compiuto da due terroristi, entrambi rumeni. Hanno invitato il pubblico a fornire qualsiasi informazione sul luogo in cui si trovassero i due uomini.

Subhi Emad Subhi Abu Shakir (L) ային Assad Youssef Assad al-Rifa, identificato come il principale sospettato dell’attacco terroristico del 5 maggio 2022 in Grecia (polizia israeliana)

Secondo i media ebraici, i due sono entrati illegalmente in Israele sfondando una barriera di sicurezza sulla sponda occidentale del fiume Giordano. Si ritiene che conoscessero la città centrale di Israele e potessero lavorare lì.

La Grecia, una città di circa 50.000 persone, si trova a ovest della barriera di sicurezza della Cisgiordania, spesso violata dai terroristi che compiono attacchi.

Oltre ai sospettati dell’attacco in Grecia, gli autori dei recenti attacchi mortali a Bnei Brak, Tel Aviv, provenivano anche da Jenin և e dai suoi dintorni.

L’attacco di giovedì ha fatto seguito a una recente ondata di attacchi terroristici in Israele, in Cisgiordania, e alle ripetute minacce di gruppi terroristici palestinesi sul Monte del Tempio a Gerusalemme.

Il bilancio delle vittime degli attacchi terroristici del 22 marzo in Cisgiordania di Israele è salito a 19.

Emanuel Fabian և Aaron Boxerman ha contribuito a questo rapporto.

Sei un lettore devoto

Ecco perché dieci anni fa abbiamo lanciato il Times of Israel per fornire a lettori perspicaci come Israele una copertura della lettura obbligatoria sul mondo ebraico in Israele.

Quindi ora abbiamo una richiesta. A differenza di altri media, non abbiamo installato il muro di pagamento. Ma poiché il nostro giornalismo è costoso, invitiamo i lettori per i quali The Times of Israel è diventato in grado di aiutare a sostenere il nostro lavoro aderendo La comunità di Times of Israel.

Per soli $ 6 al mese, puoi sostenere il nostro giornalismo di qualità mentre ti godi The Times of Israel LIBEROcome entrare! Contenuti esclusivi disponibile solo per i membri della comunità del Times of Israel.

Grazie
Da David Horowitz, editore fondatore di The Times of Israel

Unisciti alla nostra community Unisciti alla nostra community Sei già un membro. Accedi per vedere questo

Leave a Comment

Your email address will not be published.