Durante l’invasione della Grecia, la caccia ai terroristi si è estesa alle comunità arabe, un’area recintata

Mentre la ricerca degli autori del mortale attacco terroristico di giovedì in Grecia si avvicinava alle 48 ore, le forze di sicurezza avrebbero iniziato a cercare nelle immediate vicinanze della città centrale, comprese le vicine comunità arabe. La barriera di sicurezza della costa occidentale.

Sabato un alto funzionario di polizia ha dichiarato al sito web di notizie Ynet che “con il passare delle ore, ci stiamo concentrando più sull’intelligence di quanto non siamo ancora a terra e nell’aria”.

Il rapporto affermava che le forze di sicurezza speravano che i sospetti palestinesi scoprissero presto dove si trovavano il diciannovenne Assad Youssef Assad al-Rifa, il ventenne Subhi Emad Subhi Abu Shakir. Entrambi provengono dal villaggio di Rumana, fuori Jenin, sulla costa nord-occidentale.

Gli scenari suggeriti includevano lo spostamento dei due in una nuova posizione o la ricerca di aiuto da parenti o gente del posto.

L’intensa ricerca dei due terroristi che giovedì sera hanno aggredito con un’ascia e un coltello una strada vicina nel parco centrale della Grecia, si svolge tra i timori che la coppia possa attaccare nuovamente.

Le forze di sicurezza inizialmente hanno affermato di ritenere di essere ancora nelle vicinanze della Grecia e la ricerca si è concentrata nelle aree boschive.

Subhi Emad Subhi Abu Shkair (L) և Assad Youssef Assad al-Rifa è stato identificato come il principale sospettato dell’attacco terroristico del 5 maggio 2022 in Grecia. (Polizia israeliana)

Tuttavia, secondo il sito web di notizie Ynet, il bracconaggio si è ora diffuso a un certo numero di comunità arabe, principalmente nelle vicinanze della città ortodossa estremista.

Funzionari anonimi hanno detto al sito web che si credeva che i due sospetti fossero ancora rimasti in Israele. Secondo il rapporto, le forze armate stavano ora cercando nella regione di Wadi Ara, dove si trovano numerose città arabe nel nord del Paese.

Il rapporto afferma che le truppe stanno anche perseguendo attentamente la cosiddetta barriera di sicurezza della “zona di cucito” se i due palestinesi tentano di tornare in Cisgiordania.

La polizia ha anche cercato la vicina città di Rosh Hanain in una dichiarazione rilasciata venerdì.

Inoltre, le perquisizioni sono state effettuate a Rantis, una città palestinese dall’altra parte della zona di sicurezza della Cisgiordania, in “aree industriali dove potevano nascondersi in magazzini o fabbriche vuote da molto tempo” durante le vacanze. , riferisce Haaretz.

Secondo quanto riferito, la ricerca viene effettuata da unità di polizia specializzate con il supporto dell’Agenzia di sicurezza Shin Bet e delle forze di difesa israeliane. Durante l’operazione vengono utilizzati unità di segnalazione, elicotteri e droni.

Le autorità ritengono che al-Rifa և Abu Shakir, che in precedenza aveva lavorato in Grecia, avesse familiarità con la zona. I sospetti non avevano precedenti di attività terroristiche o collegamenti a gruppi terroristici, ha riferito la radio dell’esercito sabato.

Le forze di sicurezza pattugliano il luogo dell’attacco terroristico in Grecia il 5 maggio 2022 (Yossi Aloni / Flash90)

I funzionari hanno detto venerdì che la coppia era stata trasportata dalla barriera della Cisgiordania a una città israeliana da una delle loro vittime, il conducente di 35 anni Oren Ben Yiftah, di Lod.

All’arrivo in Grecia, secondo l’agenzia di sicurezza, in condizione di anonimato, i due avrebbero aggredito Ben Yiftah, uccidendolo.

Da lì marciarono verso Ibn Gwirol Street, dove uccisero Jonathan Havakuk և Boaz Gol, originario della Grecia. Tutte e tre le vittime erano padri tra i 30 ei 40 anni, che insieme hanno lasciato 16 figli. I tre uomini sono stati tutti sepolti venerdì.

Le vittime dell’attacco terroristico in Grecia il 5 maggio 2022, da sinistra a destra. Boaz Gol, Jonathan Hawakuk և Oren Ben Yiftah. (cortesia)

Secondo i media ebraici, Ben Yifta non sapeva che la coppia si trovava illegalmente in Israele. Li aveva portati a lavorare in una città ortodossa estremista almeno 10 volte prima, ignaro dei loro piani di attacco.

Sebbene tecnicamente illegale, un certo numero di autisti israeliani lavora per trasportare lavoratori giornalieri palestinesi che entrano in Israele dalla Cisgiordania ai luoghi di lavoro in tutto il paese.

Le violazioni della barriera di sicurezza della Cisgiordania utilizzata dai lavoratori sono state utilizzate dai terroristi responsabili di numerosi attacchi all’interno di Israele nelle ultime settimane, portando i funzionari della difesa alla promessa che le lacune saranno riparate e il muro sarà protetto meglio. Alcuni degli aggressori provenivano dalla costa nord-occidentale, spingendo l’esercito a concentrare le sue forze nelle vicinanze.

La Grecia, una città di circa 50.000 abitanti prevalentemente ortodossi a est di Tel Aviv, si trova a tre chilometri (due miglia) dalla Linea Verde che separa Israele e la Cisgiordania.

Il personale di sicurezza e soccorso israeliano sta lavorando sul luogo dell’attacco terroristico del 5 maggio 2022 in Grecia. (Yossi Aloni / Flash90)

Allo stesso tempo, la polizia ha rafforzato la sua presenza in tutto il paese, riporta Channel 13, sottolineando in particolare i luoghi di svago e intrattenimento di sabato.

L’operazione è stata annunciata dal commissario di polizia Kobe Shabtai, alla quale parteciperanno migliaia di agenti, che sarà avviata nei prossimi giorni. Il rapporto afferma che l’operazione dovrebbe continuare a tempo indeterminato.

La polizia ha detto all’emittente che si è trattato di uno “sforzo speciale e intensificato” a seguito di una serie di attacchi mortali.

Il bilancio delle vittime di tre attacchi terroristici in Israele in Cisgiordania è salito a 19 dal 22 marzo di quest’anno.

L’uccisione di tre uomini in Israele, parte di una serie di attacchi terroristici in Cisgiordania nelle ultime settimane, avviene nel mezzo di ripetute minacce da parte di gruppi terroristici palestinesi per le tensioni attorno al Monte del Tempio a Gerusalemme. Il complesso è considerato il luogo più sacro dell’ebraismo, poiché un tempo ospitava il primo e il secondo tempio ebraico. Ecco la Moschea di Al-Aqsa, il terzo luogo più sacro dell’Islam.

Dopo l’attacco, i funzionari della sicurezza israeliana hanno esteso la chiusura della Striscia di Gaza in Cisgiordania, che era stata fissata per martedì pomeriggio, alla vigilia del Giorno della Memoria, per essere completata nella notte di giovedì-venerdì.

Sei un lettore devoto

Ecco perché dieci anni fa abbiamo lanciato il Times of Israel per fornire a lettori perspicaci come Israele una copertura della lettura obbligatoria sul mondo ebraico in Israele.

Quindi ora abbiamo una richiesta. A differenza di altri media, non abbiamo installato il muro di pagamento. Ma poiché il nostro giornalismo è costoso, invitiamo i lettori per i quali The Times of Israel è diventato in grado di aiutare a sostenere il nostro lavoro aderendo La comunità di Times of Israel.

Per soli $ 6 al mese, puoi sostenere il nostro giornalismo di qualità mentre ti godi The Times of Israel LIBEROcome entrare! Contenuti esclusivi disponibile solo per i membri della comunità del Times of Israel.

Grazie
Da David Horowitz, editore fondatore di The Times of Israel

Unisciti alla nostra community Unisciti alla nostra community Sei già un membro. Accedi per vedere questo

Leave a Comment

Your email address will not be published.