Due giornalisti russi sembrano contrari a Putin, criticando la guerra in Ucraina



Affari CNN:

Secondo quanto riferito, lunedì due giornalisti russi hanno pubblicato almeno 30 articoli in cui criticavano l’invasione dell’Ucraina da parte del presidente Vladimir Putin.

La CNN ha esaminato gli articoli che sono stati cancellati quasi immediatamente dopo essere stati pubblicati su un sito di notizie pro-Cremlino. Alcuni hanno collegato l’Unione Sovietica al 77° anniversario della sconfitta della Germania nazista, mentre altri hanno criticato Putin per aver usato il Giorno della Vittoria della Russia per giustificare il suo brutale attacco all’Ucraina.

I giornalisti Yegor Polyakov e Alexandra Miroshnikova hanno fatto una serie di accuse nei loro articoli, incluso che i funzionari della difesa russa “mentono” ai parenti delle persone uccise su una delle principali navi della Marina russa. Hanno accusato direttamente Putin di aver dato inizio a una delle “guerre più sanguinose del 21° secolo”.

“Putin e il suo entourage sono destinati a essere processati dopo la fine della guerra”, ha detto Polyakov-Miroshnikova a Lenta.ru. “Putin ei suoi sostenitori non potranno giustificarsi o scappare dopo aver perso questa guerra”.

Le critiche al governo sulla stampa russa sono estremamente rare, soprattutto quando a febbraio è iniziata la guerra in Ucraina.

Il parlamento russo ha approvato una legge all’inizio di marzo che criminalizza quella che considera una falsificazione della guerra russa in Ucraina. La violazione di questa legge potrebbe comportare una multa di 1,5 milioni di rubli (circa $ 21.500) o fino a 15 anni di carcere. Putin ei media statali chiamano ancora la guerra terrestre su larga scala in Ucraina solo una “operazione speciale”.

A marzo, Marina Ovsyannikova, una direttrice di lunga data della televisione russa, ha mandato in onda i titoli sull’interruzione delle trasmissioni in diretta su Russian Channel 1, mantenendo il segno contro la guerra su Russian Channel 1. ora rapporti per i media tedeschi in Russia e Ucraina.

Polyakov իր Miroshnikova sono entrambi redattori commerciali di Lenta.ru, un importante sito di notizie russo pro-Cremlino. La società madre ha recentemente acquistato la russa Sberbank (SBRCY), che è soggetta alle sanzioni statunitensi per l’invasione russa dell’Ucraina.

La CNN ha contattato due giornalisti և lenta.ru per un commento, ma non ha ricevuto una risposta immediata.

Il sito di notizie russo indipendente Mediazone ha pubblicato la dichiarazione di Polyakov իր Miroshnikova dopo la pubblicazione degli articoli.

“Putin è un dittatore paranoico”, avrebbero detto. “Putin deve partire. “Ha iniziato una guerra insensata. La Russia lo sta portando in una trincea”.

Polyakov e Miroshnikova non solo hanno pubblicamente respinto la linea del governo sull’invasione russa, ma sono anche arrivati ​​ad accusare Putin di mentire sulle sue intenzioni in Ucraina.

“Putin ha mentito più volte sui suoi piani per la Russia in Ucraina, prima affermando un obiettivo, poi uno completamente diverso”. Hanno citato l’appello di Putin alla “liberazione del Donbas”, alla “denazionalizzazione” e alla “smilitarizzazione dell’Ucraina” come esempi di ciò che descrivono come giustificazioni per guerre inutili.

Uno degli articoli si è concentrato su ciò che Polyakov և Miroshnikova ha descritto come militari russi che tradivano le famiglie dei marinai russi morti il ​​mese scorso nel naufragio battente bandiera di Mosca nel Mare del Nord.

L’articolo affermava che la marina russa potrebbe aver fatto circolare le vecchie immagini dell’equipaggio di “Mosca”, supponendo che più marinai fossero usciti illesi dalla nave rispetto alla realtà. “Il video dell’equipaggio dell’equipaggio rilasciato dal Ministero della Difesa dopo la tragedia avrebbe potuto essere archiviato, poiché il parente del membro dell’equipaggio scomparso lo ha effettivamente riconosciuto nel video”.

La CNN non può confermare queste accuse da sola.

L’articolo di ogni coppia sul sito iniziava con la stessa richiesta urgente sotto il titolo.

“Rifiuto. “Questo materiale non è approvato dallo stato, quindi l’Ufficio del Presidente lo cancellerà”.

Sembra che la coppia abbia firmato da Lenta.ru, dicendo: “Cerchiamo lavoro, avvocati, probabilmente asilo politico”.

“Non aver paura, non tacere”, hanno continuato con un ovvio invito all’azione. “Resisti! Tu non sei uno, sei molti. Il futuro è tuo աղ Pace in Ucraina.”

Leave a Comment

Your email address will not be published.