Cynthia Cooper-Dyke, accusata di abusi, rischia l’udienza per il titolo IX

Nota dell’editore. Questa storia contiene descrizioni di violenza, linguaggio sessuale e riferimenti al suicidio.

L’ex allenatore del South Texas Cynthia Cooper-Dyke ha usato un linguaggio offensivo e sessualmente esplicito, ha messo in pericolo la salute fisica e mentale dei giocatori con punizioni eccessive ed ha evitato di ascoltare le denunce del Titolo IX prima di ritirarsi, ha riferito The Athletic giovedì. Secondo quanto riferito, ha seguito i piani di Cooper-Dyke di lasciare il suo lavoro dopo che sono state fatte accuse contro gli amministratori della scuola.

Chantel Jennings e Dana O’Neil dell’Athletic raccontano in dettaglio più di un decennio di presunti abusi quando Cooper-Dyke ha allenato Prairie View A&M, UNC-Wilmington, Texas Southern, USC, e di nuovo nel sud del Texas, dove si è ritirato. L’annuncio è stato dato il 17 marzo, un giorno prima del torneo di basket femminile NCAA, che ha segnato l’inizio del primo round di azione. Texas Southern ha elogiato il suo lavoro e gli ha augurato successo in futuro.

Secondo The Athletic, il quattro volte campione WNBA Naismith Hall of Fame non avrebbe dovuto partecipare all’udienza del Titolo IX il 6 aprile per indagare sulle accuse di comportamento abusivo. Quelle udienze sono state annullate perché, secondo la politica del Texas meridionale, una denuncia potrebbe essere respinta se “l’intervistato non è più coinvolto o lavora in un’università”.

Giovedì mattina, l’università si stava preparando a presentare un nuovo allenatore di basket, Internet Skate, che ha recentemente lavorato come assistente di Gary Blair alla Texas A&M. Il Texas meridionale ha annunciato martedì in ritardo di essere stato posticipato. Non ha dato una ragione.

L’udienza del titolo IX è stata il culmine di mesi di azioni dietro le quinte da parte dello staff del Texas meridionale per proteggere la squadra di basket femminile. Il 20 gennaio, la scuola avrebbe emesso un ordine di contatto limitato che vietava ai giocatori di tenere riunioni individuali o di comunicare in qualsiasi modo con l’allenatore, poiché la scuola aveva superato una “valutazione del rischio per la sicurezza”. Il 16 febbraio è stato esteso per includere gli assistenti a cui è vietato comunicare al di fuori dei rigidi giochi di allenamento.

Cynthia Cooper-Dyke avrebbe usato un linguaggio inappropriato durante l’allenamento presso l’UNC-Wilmington, USC և Texas Southern. (Photo by David Dennis / Icon Sportswire / Corbis / Icon Sportswire via Getty Images)

Accuse di abuso contro Cooper-Dyke

Secondo The Athletic, Cooper-Dyke usava costantemente espressioni sessuali volgari quando parlava con i giocatori. Molti giocatori lo consideravano inappropriato, umiliante e umiliante.

Alcuni presunti incidenti sono inclusi nel rapporto di The Athletic.

  • A Cooper-Dyke è stato detto che uno dei suoi giocatori del South Texas, a cui era stata precedentemente diagnosticata una malattia mentale, era depresso. Ha definito lo stesso giocatore una “vergine per scusarsi”.

  • In un altro caso il 21-22, ha detto a un dipendente che ha suggerito:

  • Mentre il giocatore stava facendo squat, Cooper-Dyke gli si è avvicinato e ha detto: “Oh, i tuoi fianchi sono grandi, hai un culo grosso. Posso dire che ti piace cavalcare qualche d ***.”

  • All’UNC-Wilmington nel 2010-11, diceva “bagnato, bagnato” dopo un calcio, quindi spostava il giocatore, aggiungendo: “Scommetto che è così [name redacted] “Era ieri sera.”

  • Nel sud del Texas nel 2012-13, un assistente maschio si è lamentato di non avere una vita sociale a causa della pratica precoce. “Cooper-Dyke” continua a inginocchiarsi davanti a lui և comportandosi quasi come se stesse facendo sesso orale “, ha detto un giocatore.

  • Quando uno dei giocatori stava facendo l’esercizio lentamente, Cooper-Dyke ha detto alla squadra che era perché era costantemente “ferito”.

  • Nella maggior parte delle scuole in cui si è formato, chiamava almeno uno spettacolo “sesso bollente”; spesso chiamava i giocatori “arretrati”, “bambini neri”, “macchia”, “p****” և “stupidi”. Ha anche costretto i giocatori ad allenarsi, anche se non sono stati confermati dai medici dopo l’infortunio.

Uno dei giocatori della USC, dove Cooper-Dyke ha vinto due titoli nazionali come giocatore, ha detto a The Athletic che l’allenatore “ci ha intimidito mentalmente ed emotivamente”. I giocatori hanno detto che aveva rovinato loro il basket e si sono uniti per “difendersi a vicenda il buon senso”.

Un giocatore della USC ha detto a The Athletic:

“Ero confusa, non passava giorno che non pensassi di togliermi la vita, non avevo nemmeno intenzione di farlo a casa di Cynthia, in modo che lei capisse che effetto devastante avesse su di me”.

Cooper-Dyke, che ha compiuto 59 anni una settimana dopo le IX audizioni programmate, è stato in grado di andare di scuola in scuola senza alcun addebito, secondo il rapporto. Ogni annuncio includeva le parole “impatto tremendo” և “ottima forma fisica per continuare i nostri obiettivi” augurando il meglio all’allenatore. Anche quando, secondo quanto riferito, i funzionari della scuola erano a conoscenza di seri problemi.

Lo status di GOAT di Cooper è stato influenzato dalle proteste

Molti dei giocatori intervistati da The Athletic hanno citato la posizione di Cooper-Dike nello sport come motivo per cui non hanno giocato o raccontato a nessuno le loro esperienze. L’ex giocatore della USC ha detto di aver scritto una lettera su tutti i reati che ha visto, sentito, ma non ha mai pianificato di fare nulla con la lettera.

“Come potrei?” ha detto attraverso The Athletic. “Lei è Cynthia Cooper. È una capra, LA VISITA. E io sono. “

Cooper-Dyke (allora conosciuta come Cynthia Cooper) ha vinto due titoli nazionali all’USC: quattro volte MVP finale (1997-2000) per l’iconico franchise di Houston Comets. Ha anche una medaglia olimpica in coppa ed è stato incluso l’anno scorso nella lista “The W25” dei 25 migliori giocatori nella storia della WNBA. È una delle sole 10 giocatrici a indossare scarpe di marca e le giocatrici che ha allenato sono cresciute sentendo parlare di lei come una leggenda.

Da “Eroe” a “Manipolatore”

Julia Finley, allora una giovane ragazza dell’UNC-Wilmington nel 2010 a guardare la stella della WNBA salire, ha detto di aver tirato un sospiro di sollievo quando la Hall of Fame è entrata in una stanza dei colloqui di coaching dove è stato chiesto a Finley di partecipare. Secondo The Athletic, egli և A. Il compagno di squadra “ha praticamente implorato” di assumere Cooper-Dyke.

Secondo il rapporto, le opinioni di Finley sono cambiate sullo sfondo di presunti abusi emotivo-verbali, che hanno coinvolto lo staff tecnico nella progettazione di un esercizio punitivo in cui ha ruotato il campo per 20 minuti. Bussò molte volte, sentendo che la pelle era graffiata dalle ginocchia e dalle spalle. Un giornalista del Wilmington Star-News era in palestra per riferirlo. Era per lo più coperto sotto il tappeto e, secondo quanto riferito, Cooper-Dyke ha scelto i suoi compagni di squadra, o Finley, per nominare il giocatore un problema.

Finley ha lasciato l’inizio della stagione e ha detto a The Athletic che “si era suicidato in quel momento. Volevo solo giocare a basket, averlo come me. Lui è il mio eroe. “

“C’è una citazione a cui penso quando penso a lui”, ha detto Finley a The Athletic. “Se non trasferisci l’infortunio, lo trasferirai”.

Molestie di coaching

L’Athletic ha raccolto informazioni da Cooper-Dyke: “Ha ottenuto una partita. My Personal Odyssey ”per dettagliare le sue lotte d’infanzia e le opinioni sulla vita e sul basket. Jennings և O’Neill include uno scontro di cui Cooper-Dyke ha scritto nel suo libro mentre suonava in Italia. All’allenatore non piaceva il continuo bisogno di informazioni del giocatore, gridava “stai zitto” sempre più forte, si diceva.

Via L’Atletico.

La affrontò, pensando di non capire il tono negativo dell’espressione. Invece, l’ha usato di nuovo; և quando lo ha colpito di nuovo, a volte lo ha buttato fuori dall’allenamento.

I giocatori della USC hanno ricordato che Cooper-Dike ha anche risposto occasionalmente alle domande dei giocatori o dei suoi assistenti allenatori “stai zitto”. Nel bel mezzo di alcuni giochi, a volte gridava: “Pensi di essere più intelligente di me?”

Le accuse contro Cooper-Dyke possono essere credibili a causa del suo nome և status, ma sono tutt’altro che le prime.

L’elenco include accuse di abusi tossici da parte dell’allenatore di basket femminile della Florida Cameron Newbauer, che sono state rilasciate nell’ottobre dello scorso anno. Newbauer si è dimesso per “motivi personali” a luglio mesi fa. L’allenatore di Syracuse Quentin Hillsman si è dimesso lo scorso agosto, una settimana dopo aver incontrato gli investigatori che indagavano sulle accuse di molestie e abusi. 12 giocatori Orange sono entrati nel portale di trasferimento, facendo domande sul programma.

La NWSL sta ancora valutando il presunto abuso da parte dei suoi allenatori. Secondo quanto riferito, l’abuso è durato anni, persino decenni, in alcuni casi coinvolgendo varie leghe. Sono stati in grado di trasmettere vari giocatori, inclusa la mobilità verso l’alto, anche quando le persone al potere erano a conoscenza delle accuse.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *